Star Wars VII: anche un calabrese dietro il successo planetario del nuovo episodio

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

Filippo Dattola, character animator per Star Wars VII - Il risveglio della forza

Filippo Dattola, character animator per Star Wars VII – Il risveglio della forza

di Rocco Mazzolari

Una produzione cinematografica, soprattutto se realizzata con i potenti mezzi di Hollywood, è sempre il risultato di un grande lavoro di squadra. Ma se la produzione si chiama Star Wars allora il puzzle delle professionalità messe in campo si allarga a dismisura, non solo sotto il profilo numerico ma anche e soprattutto dal punto di vista dell’alta specializzazione richiesta da quella straordinaria combinazione di realismo ed effetti speciali che da sempre è la saga fantascientifica ideata e scritta da George Lucas; un ciclo cinematografico che dal lontano 1977 accomuna i suoi fans in una sorta di ‘religione’ planetaria paragonabile forse solo al culto letterario per il celebre libro di Tolkien Il Signore degli Anelli. A poco più di una settimana dall’uscita nelle sale, il settimo episodio della serie, con la regia di J. J. Abrams, ha infatti ottenuto un incasso record di oltre 1 miliardo di dollari, escludendo per ora gli esiti in Cina dove il film uscirà solo il 9 gennaio 2016. A contribuire a questo clamoroso successo c’è anche un italiano, per la precisione un calabrese di Reggio Calabria: si tratta di Filippo Dattola, 42 anni, professione character animator, ossia colui che conferisce movimento ai personaggi digitali inseriti nelle scene con attori in carne ed ossa.

Filippo ha già partecipato ad alcune importanti produzioni hollywoodiane come Ant-man e Guardiani della galassia, ma entrare nel team del nuovo Star Wars ha rappresentato senz’altro un traguardo di grande prestigio. A lui e al suo gruppo di lavoro si deve l’animazione di personaggi d’invenzione come BB-8 il nuovo robottino cult della celebre saga. Creare i movimenti di tali personaggi e conferire ad essi naturalezza e realismo è l’obiettivo principale del character animator che normalmente parte da uno schizzo per poi arrivare a delineare il personaggio nella versione definitiva destinata a finire sullo schermo delle sale cinematografiche.

Formatosi come autodidatta su testi stranieri di animazione, Filippo Dattola ha poi frequentato corsi con animatori della Disney/Dreamworks creandosi un portfolio che gli ha aperto le porte di alcuni studi europei: dal francese TeamTo specializzato in serie tv, al londinese MPC per il quale ha lavorato in Guardiani della Galassia, esperienze entrambe durate pochi mesi prima dell’approdo alla sede londinese dello studio ILM Industrial Light & Magic, noto per produzioni come Avengers e Star Wars oltre che per essere stato fondato da George Lucas, ideatore di Guerre Stellari. Per Filippo è la realizzazione di un sogno professionale che ha coinciso proprio con l’avvio della lavorazione degli effetti speciali del nuovo Star Wars.

Far muovere personaggi irreali come fossero veri attori è stata e rimane la grande sfida per il giovane creativo calabrese che nel robottino BB-8 afferma di aver trovato uno dei personaggi più stimolanti, nonché, a suo avviso, uno degli assi nella manica di questo nuovo episodio di Star Wars. L’impegno per questa produzione, ha spiegato Dattola, è stato enorme a causa delle aspettative e degli standard qualitativi elevatissimi che un progetto cinematografico del genere implica, oltre che per i continui cambi a cui una scena può andare soggetta fino al momento del ciak finale. In questo mestiere, spiega, non mancano peraltro occasioni nelle quali i ritmi professionali sono più distesi e la libertà di interpretazione dei personaggi maggiore.

Intanto Filippo si gode i frutti di questa sua ultima fatica, che si è guadagnata l’apprezzamento del regista J. J. Abrams oltre ad aver contrubuito alla realizzazione di un film già in odore di Oscar; un risultato che è diretta conseguenza di una accurata preparazione oggi trasmessa ad altri giovani attraverso la scuola online  SquashnStretch.net, unica nel suo genere in Italia, i cui primi corsisti già vantano ingaggi in importanti studi internazionali di animazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Star Wars VII: il robottino BB-8

Star Wars VII: il robottino BB-8

 
latuapubblicita2
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su