Marianna Vitale: è napoletana la migliore chef d’Italia scelta da L’Espresso per il 2015

marianna_vitale_sud

La chef campana Marianna Vitale – Ph. Profilo Facebook

di Redazione FdS

Ha poco più di 30 anni e lo scorso autunno, in occasione della presentazione della guida Ristoranti d’Italia 2015 de l’Espresso è stata premiata quale Cuoca dell’Anno. Simpatica, energica, indipendente, Marianna Vitale fin da ragazzina nella sua casa napoletana di Porta Capuana era solita curiosare fra piatti, pentole e padelle osservando la nonna ed il papà, cuoco di professione che in qualche modo è riuscito a trasmetterle la passione per questo non facile mestiere.

Prima di diventare tale però, quello della cucina è stato solo un hobby praticato nel tempo libero che rimaneva dagli studi, soprattutto quelli impegnativi dell’Università. Laureata in Letteratura Spagnola, Marianna ha lavorato per un certo periodo come guida turistica accompagnando i visitatori stranieri fra i vicoli del centro storico di Napoli, alla scoperta di angoli affascinanti come San Gregorio Armeno o i Decumani. Ed è proprio in un locale della vicina Piazza San Domenico, cuore della Napoli antica, che Marianna nel 2008 farà la sua prima esperienza professionale ai fornelli. Ad offrirle per un anno questa opportunità è Lino Scarallo chef stellato Michelin di Palazzo Petrucci, per lei guida fondamentale nella scoperta della cucina semplice legata al territorio.

vitale_chef

Marianna Vitale – Ph. Profilo Facebook

Questa prima esperienza viene subito messa a frutto da Marianna in un progetto tutto suo, posto in atto subito dopo il matrimonio con Pino Esposito, sommelier impegnato a Quarto (Napoli), nel cuore dei Campi Flegrei. Insieme nel 2009 proprio qui, a poca distanza dalla magica solfatara di Pozzuoli, decidono di aprire il ristorante SUD, convinti più che mai della loro scelta, nonostante lo scetticismo degli amici. Ma invece il successo non tarda ad arrivare: tempo due anni e nel 2011 il locale si aggiudica la prestigiosa stella Michelin. E’ la consacrazione di un talento i cui gli effetti si vedono ancora oggi. Il ristorante di Marianna e Pino – complice anche un inarrestabile passaparola – diventa meta di pellegrinaggio culinario di chi attraversa l’Italia, che scenda da Milano o che salga da Reggio Calabria.

Il nuovo sogno di Marianna? Riuscire a rendere omaggio in cucina al territorio antico e meraviglioso dei Campi Flegrei in un posto “ancora più grande e più degno”. Intanto si gode quest’ultimo riconoscimento e non è detto che presto non tiri fuori dal cappello dello chef una ulteriore vincente idea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

16 − 8 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su