Porte aperte nelle dimore storiche del Sud. Due giorni di visite, gastronomia e artigianato

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

Campania - Palazzo Cellamare, XVI-XVIII sec., Napoli

Campania – Palazzo Cellamare, XVI-XVIII sec., Napoli. Nel riquadro, un’immagine del palazzo tratta da un dipinto di Kaspar van Wittel, XVIII sec.

latuapubblicita2
 
di Redazione FdS

Palazzi e ville, giardini e cortili apriranno le loro porte a tutti. Sabato 23 e domenica 24 maggio si potranno visitare eccezionalmente duecento strutture solitamente chiuse, grazie alla quinta edizione delle Giornate Nazionali promosse dall’Associazione Dimore Storiche Italiane.  L’iniziativa annuale ha l’obiettivo di avvicinare il grande pubblico alla realtà delle Dimore Storiche e accrescere la consapevolezza del ruolo fondamentale dei beni culturali di proprietà privata all’interno del patrimonio storico-architettonico italiano.

L’edizione di quest’anno si svolgerà in concomitanza con EXPO 2015 e sarà occasione anche per una riscoperta della grande tradizione enogastronomica italiana, di cui i proprietari di dimore storiche sono attenti custodi. Infatti, oltre a visitare gratuitamente cortili, palazzi, ville e giardini, usualmente non aperti al pubblico, i visitatori saranno guidati dai proprietari alla scoperta anche di affascinanti residenze di campagna, sede di aziende agricole, e di cantine italiane di prestigio. Tutela del patrimonio storico-architettonico e del territorio e valorizzazione di produzioni agricole d’eccellenza, in particolare vitivinicole e olearie, saranno dunque i temi portanti della manifestazione, che prevedrà anche la creazione di spazi esperienziali volti a immergere i visitatori nella cultura dei luoghi e a rinnovare la conoscenza di tecniche di produzione tramandate nel tempo, con il prezioso contributo di mastri vinai e oleari.

In linea con l’edizione 2014, un ruolo chiave nell’ambito delle Giornate Nazionali A.D.S.I. avranno anche i maestri artigiani impegnati nella manutenzione delle dimore storiche: restauratori, corniciai, vetrai, ceramisti, marmisti, bronzisti, argentieri, orologiai, mosaicisti e pittori, mostreranno al pubblico le loro realizzazioni e daranno dimostrazioni delle loro attività.

Su base regionale il programma si arricchirà inoltre di numerosi eventi culturali, quali mostre, concerti e spettacoli teatrali, con l’obiettivo di coinvolgere un vasto pubblico di ogni fascia di età.

Le Giornate Nazionali sono ormai un appuntamento consolidato nel calendario dei grandi eventi culturali italiani e hanno un ruolo fondamentale nell’incrementare la familiarità dei cittadini con bellezze storico-artistiche anche poco note del territorio italiano. Offrono inoltre ai turisti provenienti da altri Paesi, ancor più numerosi in occasione di EXPO2015, l’opportunità di visitare luoghi di immenso fascino, spesso fuori dagli itinerari tradizionali. Tutto questo grazie alla disponibilità dei proprietari delle dimore storiche, impegnati nella tutela e nella gestione di beni culturali di pregio immenso che sono parte integrante del patrimonio storico e artistico italiano.

L’Associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l’associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia. Nata nel 1977, l’Associazione conta attualmente circa 5000 soci e rappresenta una componente significativa del patrimonio storico e artistico del nostro Paese. L’Associazione promuove attività di sensibilizzazione per favorire la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle dimore storiche, affinché tali immobili, di valore storico-artistico e di interesse per la collettività, possano essere tutelati e tramandati alle generazioni future nelle condizioni migliori. Questo impegno è rivolto in tre direzioni: verso i soci stessi, proprietari dei beni; verso le Istituzioni centrali e territoriali, competenti sui diversi aspetti della conservazione; verso la pubblica opinione, interessata alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.

IL PROGRAMMA NELLE REGIONI DEL SUD

BASILICATA
La sezione, a seguito del  grande successo di pubblico,  ripropone la mostra “Personaggi e costumi nelle dimore storiche lucane – un viaggio tra i volti degli antenati della Basilicata”. Particolarmente interessante sarà l’esposizione dei pannelli sui quali si potranno ammirare i volti di decine di personaggi che hanno dimorato in immobili di particolare rilevanza storico-artistica, attualmente sottoposti a vincolo monumentale e di proprietà di soci.

- Sabato 16 maggio e domenica 17 maggio: Palazzo Ducale di Pietragalla (piazza Principe Umberto, 23 –Potenza): visita dalle ore 10:30 alle ore 13:30. Info: basilicata@adsi.it

CALABRIA
La provincia di Reggio Calabria sarà la protagonista della manifestazione con l’apertura di una splendida dimora storica costruita nel 1786, in stile barocco siciliano, ubicata nel centro di Taurianova.

- Venerdì 22 e sabato 23 maggio: Villa Zerbi (via Roma, 185 –Taurianova, Reggio Calabria): visita della villa e del parco dalle ore 10:00 alle ore 12:30 e dalle ore 17:00 alle ore 19:30. La dimora, collegandosi  al tema dell’alimentazione protagonista di EXPO2015, ha previsto un percorso di “saperi e sapori” caratterizzato da: Gastronomia -degustazioni: Olio di oliva extra vergine Radicena dell’Azienda Agricola Zerbi e prodotti tipici del territorio; Inoltre intrattenimenti:  Pittura: Adriano Fida, Giovanni Fava e Rocco Zucco;  Ceramica: Nicola Tripodi – arghillà;  Musica: Tato Barresi – Drum steel. Info:  calabria@adsi.it – info@villazerbi.it

CAMPANIA
Nella città di Napoli saranno aperti al pubblico sabato 23 maggio dalle ore 10:00 alle ore 18:00 i cortili di alcune delle più rappresentative dimore storiche, quali: Palazzo Cellamare (via Chiaia, 149/E); Palazzo de Sangro di Sansevero (via San Domenico Maggiore, 9); Palazzo Filomarino (via Benedetto Croce, 12); Palazzo Mormando (via San Gregorio Armeno, 28); Palazzo Casamassima (via dei Banchi Nuovi, 8). Info: campania@adsi.it

MOLISE
In un ponte ideale tra il Molise, regione in cui i soci A.D.S.I. conservano con devozione le antiche case di famiglia, e Roma, la loro città di residenza, la Sezione coglie l’occasione della manifestazione nazionale per organizzare nella Capitale la presentazione del libro “Passeggiate romane d’agosto nei quartieri Parioli, Salario, Trieste, Pinciano, Nomentano, Flaminio…”
scritto dalla Professoressa Nicoletta Pietravalle, fondatrice e presidente dell’A.D.S.I. Molise. La presentazione avrà luogo  sabato 23 maggio alle ore 17:30 presso la Silber Gallery (viale Regina Margherita, 92), in collaborazione con l’Associazione di Promozione Culturale Domenico Purificato di Pino e Teresa Purificato. In omaggio ad EXPO2015, seguirà una degustazione di prodotti dei Soci delle dimore storiche di campagna del Molise, in particolare del Caseificio Barone di Vinchiaturo (Campobasso) offerta da Luigi Perrella – proprietario dell’illustre Palazzo Iacampo, accompagnati dai pregiati vini della Famiglia
Di Majo Norante di Campomarino (Campobasso). Info: molise@adsi.it

PUGLIA
La Sezione come ogni anno aderisce alla manifestazione corredandola con numerosi eventi ed aperture al pubblico di splendide
dimore storiche situate nelle città di Lecce, Bitonto, Martina Franca e Monopoli.

Lecce:

Alcuni cortili  ospiteranno la degustazione di prodotti locali di grande qualità, come olio, vino e verdure,già a partire
dalla sera del venerdì 22 maggio. Nel pomeriggio di sabato 23 maggio alle ore 18:30 si terrà, nel Teatrino del Convitto Palmieri (via Benedetto Cairoli), un incontro con le istituzioni locali per approfondire le problematiche delle Dimore Storiche, quali la fiscalità, il territorio e l’alimentazione, quest’ultimo quale richiamo ad EXPO2015, che grande rilevanza assume anche per i proprietari di dimore storiche.

Nella giornata di domenica circa 30 cortili e giardini di dimore storiche saranno aperti per visite gratuite a turisti ed appassionati. In ogni cortile si terranno manifestazioni culturali, quali  mostre,  performance musicali ed  esposizioni di arte contemporanea. Saranno inoltre previste visite guidate in varie lingue (inglese – francese – tedesco). Domenica 24 maggio dalle ore 9:30 alle 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 21:00: Palazzo Casotti (via Umberto I, 28); Palazzo Elia Fazzi – oggi Memmo (via Idomenea, 66); Case a corte (via Vittorio de Prioli, 48); Casa a corte Protonobilissimo – oggi Bortone (vicolo dei Protonobilissimi, 8); Palazzo Guido (via Conte Gaufrido, 3); Palazzo Gorgoni – oggi Marati (via Idomeneo, 36); Palazzo Martirano – oggi Amabile (via F. Antonio d’Amelio, 17); Palazzo Tinelli (via Leonardo Prato, 32); Palazzo Palmieri – oggi Guarini (via Palmieri, 42); Palazzo Palombi – oggi Carrelli Palombi (via V. Emanuele II, 29); Palazzo Rollo – oggi Andretta (via V. Emanuele II, 14); Palazzo Ferrante Gravili (via Libertini, 54); Palazzo Apostolico Orsini – oggi Martirano (via Libertini, 50); Palazzo Bernardini (via M. Basseo, 25); Palazzo Guarini  – oggi Lombardi Petrucci (via M. Basseo, 26); Palazzo Sambiasi (via M. Basseo, 31); Palazzo Brunetti  – oggi Stefanizzo Scippa (via Paladini, 14); Palazzo Andretta (via Petronelli, 18); Palazzo Carrozzini (piazzetta Giambattista del Tufo, 20); Palazzo Grassi (via dei Perroni, 12); Palazzo Castromediano (vico Vernazza); Palazzo Tamborino – oggi Cezzi (via Paladini, 50); Palazzo Gasparro (via B. Cairoli, 1/c); Dimora Muratore (via Scarambone, 36); Chiesa di San Leucio (via F. Antonio d’Amelio, 5).

Bitonto (Bari):

Nella città di Bitonto e nei suoi dintorni saranno aperti  oltre quaranta immobili pubblici e privati di  grande  rilevanza storico – artistica, collocati lungo tre differenti itinerari: Sabato 23 maggio dalle ore 18:00 alle ore 22:00 e domenica 24 maggio dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore  16:30 alle ore 22:00: aperture con visite guidate:

Nel centro storico di Bitonto:

Palazzo Sylos Sersale (piazza Sylos Sersale, 3); Chiesa di San Pietro Nuovo (vico Storto San Pietro Nuovo,6); Palazzo Cioffrese (via Amedeo,28); Arco Pinto (corte Pinto angolo via Amedeo, 21); Palazzo de Ferraris Regna (piazza Cavour, 8); Palazzo Sylos Calò (via G. Rogadeo,14); Episcopio Cattedrale (corte Vescovado, 3); Cappella Bove – Santa Maria della Pietà (via G. Rogadeo, 30); Palazzo Bove (via G. Rogadeo, 46); Palazzo Rogadeo (via G. Rogadeo, 52); Palazzo Giannone Alitti (piazza Cattedrale, 23); Cortile San Nicola (piazza Cattedrale, 35); Palazzo de Lerma (piazza Cattedrale, 34); Palazzo Barone Gentile Sisto (via Robustina, 41); Palazzo Albuquerque (via Maggiore, 19); Palazzo Gentile Labini Sylos (via Ambrosi, 42); Cappella dei Misteri (via Ambrosi, 16); Chiostro San Domenico ( via Ambrosi); Palazzo Martucci Zecca (via Termite, 41); Palazzo Bove Planelli (via Termite, 17); Palazzo Planelli Sylos (via Planelli, 37); Casa Santorelli (via V. Rogadeo, 35); Giardini Pensili (piazza Minerva – via F. Aporti, 1); Chiesa San Francesco d’Assisi (via F. Aporti, 1); Teatro Traetta (largo Teatro, 17); Torrione Angioino (piazza Marconi, 8); Cattedrale di Bitonto (piazza Cattedrale); Chiesa del Purgatorio (via G. Rogadeo); Chiesa S. Caterina d’Alessandria  (via San Rocco, 13); Chiesa San Leucio Vecchio (Corte San Leucio); Chiesa San Luca (vico San Luca, ang. Via San Luca 44); Museo civiltà contadina,  (via SS. Medici 7).

Nel borgo ottocentesco di Bitonto:

Palazzo Pannone Ferrara (piazza Marconi, 18); Cantine Palazzo Pannone Ferrara (piazza Marconi, 21); Cappella San Matteo (piazza Marconi, 28); Palazzo Ventafridda (via Traetta, 5); Palazzo de Marinis (via Traetta, 6); Palazzo de Michele Rolli Ranieri (corso  V. Emanuele, 36); Palazzo Gentile (corso V. Emanuele, 41); Museo archeologico della Fondazione De Palo – Ungaro (via Mazzini, 44); Chiostro Istituto “Sacro Cuore” (via Santa Lucia Filippini 23).

Nei dintorni di  Bitonto:

Chiostro Convento Cappuccini (via Traetta, 214); Chiostro San Leone (viale Giovanni XXIII, 121); Chiostro Santa Teresa (piazza C. Sylos, 6); Chiostro Ist. M. Cristina di Savoia (piazza Ferdinando II di Borbone, 18); Chiesa di San
Valentino (piazza Caduti del Terrorismo); Villa Sylos “la Contessa” (Via Giudici Falcone e Borsellino e relative scorte) – Bus navetta da Piazza  Marconi.

Eventi
- Palazzo Sylos Calò – Galleria Nazionale della Puglia “G. e R. Devanna”Sabato 23 alle ore 18:00, il  pianista José Ignacio Gonzàlez eseguirà musiche di: J.S. Bach, J. Haydn, F.  Liszt, S. Rachmaninov. Guida all’ascolto: M.  Stefania Gianfrancesco. Sabato 23 e Domenica 24 dalle ore 9:00 alle 19:15, nella Galleria Nazionale si  potranno ammirare  cinque sezioni con 170 opere d’arte ordinate cronologicamente dal 1500 al 1900.
- Museo Archeologico  – “Fondazione Depalo – Ungaro”: sabato 23 dalle ore 18:00 alle 22:00 e  domenica 24 dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 22:00: dimensioni parallele “…germogliava in lei la luce…”, opere di Maestri e Allievi della Accademia di Belle Arti di Bari.
- Torrione Angioino: sabato 23 dalle ore 18:00 alle 22:00 e domenica 24 dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 22:00, sarà visitabile la mostra documentaria sulla Prima Guerra Mondiale, a cura dell’Amministrazione Comunale, dell’Università dell’Anziano e della Fondazione “De Palo –Ungaro”.

- Chiesa San Pietro Nuovo: sabato 23 dalle ore 18:00 alle 20:00 “Sylosemozionando… a spasso per la Divina Commedia”,
Performance – lectura Dantis e mostra pittorica degli alunni delle classi II dell’I.C. Sylos di Bitonto  – Dirigente A. M. Mangini a cura di M. C. Napoli.
- Giardini Pensili: sabato 23 dalle ore 20:30 alle ore 23:00 “… e quindi usciamo a riveder le stelle …”,  osservazione astronomica a cura dell’Associazione Molfettese Studi Astronomici (AMSA) e della Cooperativa ReArTù.
- Torrione Angioino: sabato 23 e domenica 24 alle ore 21:00, proiezione mapping in 3D prevista sulla  facciata del Torrione su “La battaglia di Bitonto” dell’Accademia di Belle Arti, curata dal prof. Antonio Rollo.
- Piazza Cavour: sabato 23 alle ore 22:00, “Esiste un modo per volare – Meraviglioso!”  – concerto spettacolo su musiche di Domenico Modugno

Martina Franca (Taranto)

A partire da sabato 23 pomeriggio, dalle ore 17:00 alle ore 21:00, saranno aperte alcune residenze storiche, visitabili nell’ambito di un itinerario nel centro storico studiato per consentire ai visitatori  di apprezzare la  grande eredità culturale dei Palazzi del Barocco – Rococò di Martina Franca e di ammirare e fotografare i  “Mascheroni” apotropaici, tipici degli scalpellini e dell’arte della “polvere bianca” di Martina. Le visite proseguiranno nella giornata di domenica 24 dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle ore 17:00 alle ore 21:00.  Negli androni dei palazzi saranno inoltre allestite mostre d’arte e fotografiche, con concerti ed intrattenimenti culturali serali nei giardini, presentazione di libri, dibattiti e coinvolgimento delle scuole e delle associazioni  culturali. Le visite saranno guidate e curate dallo IAT (ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica) e dalla Società Cooperativa Sistema Museo.

Monopoli (Bari)

Sabato 23 e domenica 24 dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle ore 16:00 alle ore 18:00: Complesso della Masseria Spina (viale Aldo Moro, 27): visita e proiezione di“Percezioni di un Turismo Slow”, a cura dell’architetto Bernardo Bruno, nella Sala Mangiatoie.

Domenica 24 maggio: Abbazia di San Vito (porticciolo di San Vito – Polignano a Mare):  Santa Messa alle ore 9:00, seguita alle ore 10:00 dalla presentazione presso le Scuderie di cenni storici/artistici sull’abbazia stessa a cura della professoressa Bianca Tavassi La Greca; dalle ore 11:00 alle ore 12:00è prevista inoltre la visita di scorci dell’abbazia e delle zone limitrofe; Torre Incina (Polignano a Mare): ore 12:30, brindisi tra “Cielo/Terra/Mare”. Info: puglia@adsi.it

SICILIA
La sezione organizza la XX edizione dei Cortili aperti a Palermo, con un itinerario incentrato sull’affascinante percorso storico-naturalistico della Piana dei Colli. Domenica 24 maggio saranno aperti i seguenti cortili dalle ore 10:00 alle ore 18:30: Villa Bordonaro (via del Fante, 64); Villa Castelnuovo (viale del Fante, 70); Teatro di Verdura (viale del Fante, 70); Villa Niscemi (piazza Niscemi); Villa Lampedusa (via dei Quartieri, 104); Palazzina cinese (via Duca degli Abruzzi, 1).

Per tale occasione, gli alunni della Scuola media “Florio”, grazie anche all’aiuto dei volontari della sezione,  guideranno i visitatori durante il percorso, ed il coro della Scuola “Pecoraro” si esibirà in un evento musicale di  apertura e chiusura della manifestazione.  Inoltre, si esibiranno in un assolo strumentale, anche gli allievi del Conservatorio “V. Bellini” di Palermo per il  concorso  “Solo…nei cortili aperti” con l’assegnazione del  Diapason d’Argento, donato dall’A.D.S.I. Sicilia al primo classificato. La sezione sta definendo anche EXPA (Esposizione Palermo), richiamo ad EXPO2015, momento in cui i Soci  produttori esporranno il meglio della loro produzione agricola all’interno dei cortili. Info: sicilia@adsi.it

aliamedia

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su