Karaoke One: arriva dal Salento la app che ha sedotto i manager di Facebook

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

I co-founders della startup Lisari Srl. produttrice della app Karaoke One

I co-founders della startup Karaoke One

di Alessandro Novoli

E’ già disponibile nello store di Microsoft per pc, tablet e smartphone ed è stata scaricata da oltre 280 mila utenti. Presto presto sarà scaricabile anche dai device Android, iOS, Mac e Xbox. Si tratta di Karaoke One, la app gratuita (per l’upgrade esiste la versione Premium a pagamento) che consente di registrare le proprie performance canore trasformando il karaoke in un’esperienza social, fra gaming e condivisione. A crearla un gruppo di giovani salentini che, accomunati dalla passione per la musica e dotati delle competenze tecniche necessarie, hanno fondato la startup Lisari Srl. e sviluppato un dispositivo che si appresta ad integrare l’offerta del social network più celebre del mondo. I manager di Facebook hanno infatti selezionato la startup salentina, insieme ad altre quattro fra le 100 candidate su tutto il territorio italiano, consentendole di entrare a far parte di FbStart, il programma lanciato dal colosso di Menlo Park nel 2014 per guidare le giovani aziende nella crescita del proprio business. Le cinque fortunate imprese facevano già parte del portafoglio di Luiss Enlabs, l’acceleratore di startup romano nato dalla joint venture tra EnLabs, società della holding di partecipazioni quotata LVenture Group, e l’Università Luiss Guido Carli. FbStart, che promette di essere una prestigiosa pista di decollo per i giovani pugliesi, offre alle startup strumenti gratuiti per un valore di 80 mila dollari oltre al sostegno di manager, ingegneri e partner di Facebook. A meno di due anni dal suo esordio, ha già distribuito 100 milioni di dollari sostenendo in tutto il mondo 7.200 startup operanti nel campo dell’app mobile.

Ma scopriamo qualcosa in più sui componenti del team salentino: la geniale intuizione porta le firme di Antonio Vecchio, 29 anni, di Francavilla Fontana, laureando in Ingegneria informatica, della sua fidanzata Chiara Parato, 27 anni, di Salice Salentino, studentessa in Ingegneria industriale, del fratello Giovanni Parato, 25 anni, studi in Giurisprudenza e uno spiccato piglio creativo, di Marco Grasso, 40 anni, anch’egli di Salice Salentino, ingegnere informatico e direttore d’orchestra, e di Domenico Rosito, 28 anni, di Bari, anche lui con il pallino dell’informatica. Tutto inizia pochi anni fa con l’incontro fra Antonio, Chiara e Giovanni all’Università di Lecce, poi si aggregano Marco e Domenico conosciuto dagli altri a Milano durante un contest internazionale su tecnologia e innovazione, ma l’idea di creare qualcosa di nuovo che desse corpo alle loro idee è nata a Londra durante un summit di tecnologia. Il 2015 ha visto quindi il loro ingresso nel programma di accelerazione Luiss-Enlabs, trampolino di lancio verso il FbStart che ora li porterà nella Silicon Valley alla corte di re Mark Zukerberg.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
latuapubblicita2
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su