Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Calabria - Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Calabria – Parco Nazionale del Pollino – Ph. © Stefano Contin | Photo gallery a fondo pagina

di Rocco Mazzolari

Con i suoi 192.565 ettari, di cui 88.650 sul versante lucano e 103.915 in quello della Calabria, è il parco naturale più grande d’Italia. Disteso lungo il massiccio montuoso calabro-lucano del Pollino e dell’Orsomarso, l’area protetta si staglia fra le vette del Dolcedorme e di Cozzo del Pellegrino e gli orizzonti marini del Tirreno e dello Jonio. Da cime di oltre 2200 metri si possono cogliere ad ovest le coste tirreniche di Maratea, Belvedere Marittimo e Praia a Mare mentre ad est lo sguardo abbraccia il litorale ionico da Sibari a Metaponto. Qui la Natura, presente con una ricchissima biodiversità, e l’Uomo, con le sue attività, operano da millenni fianco a fianco in un connubio che nel 1993 si è deciso di conservare e tutelare sotto l’emblema del pino loricato, meraviglioso relitto botanico dell’età glaciale. Tutto questo, a partire dallo scorso 17 novembre, è stato posto sotto la tutela dell’UNESCO che ha riconosciuto la Rete Globale dei Geoparchi quale suo Progetto prioritario. Infatti i 195 Stati membri della celebre organizzazione internazionale, nell’ambito della 38° Sessione Plenaria della Conferenza Generale tenutasi a Parigi, hanno assegnato a 120 parchi il riconoscimento di Unesco Global Geopark creando una nuova apposita sezione dedicata ai geoparchi. Fra questi è presente anche il Parco Nazionale del Pollino il cui territorio è quindi entrato a far parte del Patrimonio tutelato dall’UNESCO. L’ingresso nell’UNESCO Global Geoparks contribuirà ad aumentare la consapevolezza della Geodiversità e la promozione delle migliori pratiche di protezione, istruzione e turismo. La Rete Globale dei Geoparchi (Global Geoparks Network: GGN), già istituita nel 2004 in occasione della prima Conferenza Internazionale sui Geoparks, tenutasi in Cina – sulla base di un programma UNESCO varato nel 1998 – e gestita attraverso la Divisione di Scienze della Terra, ricerca infatti da sempre la promozione e conservazione dell’eredità geologica del pianeta ed incoraggia lo sviluppo sostenibile delle comunità interessate [segue dopo l’immagine].
 

Calabria - Timpa San Lorenzo e a destra, sullo sfondo, Timpa Falconara, San Lorenzo Bellizzi (Cs), Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Gianni Termine

Calabria – Timpa San Lorenzo e a destra, sullo sfondo, Timpa Falconara, San Lorenzo Bellizzi (Cs), Parco Nazionale del Pollino – Ph. © Gianni Termine

 
“Tale straordinario risultato – ha commentato il presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterrarappresenta oltre che motivo di orgoglio per il nostro territorio, anche un fondamentale impulso alla corretta gestione, tutela e valorizzazione della Geodiversità e del sistema ambientale-culturale del Parco del Pollino, in quanto Patrimonio UNESCO. Devo esprimere un sentito ringraziamento - ha aggiunto il Presidente - a chi ci ha accolto nella famiglia mondiale e in particolare ai coordinatori globale Nicholas Zoros e nazionale Aniello Aloia, dirigente del Parco Nazionale del Cilento; al Direttore dell’Ente e ai funzionari Luigi Bloise, Egidio Calabrese e Carmelo Pizzuti per il prestigioso lavoro svolto.”

Insieme con i siti del Patrimonio Mondiale (World Heritage List) e le Riserve della Biosfera (fra le quali, lo ricordiamo, è compreso il Parco Nazionale della Sila, in Calabria), UNESCO Global Geoparks forma una gamma completa di strumenti di sviluppo sostenibile e dà un prezioso contributo alla realizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2030, combinando le prospettive globali e locali.

Intanto – anticipa Pappaterra – “il Pollino ha già espresso al Presidente della Commissione Nazionale UNESCO la volontà di organizzare nel 2016 il Forum Nazionale dei Geoparchi al quale è stata invitata l’ambasciatrice italiana dell’UNESCO dott.ssa Vincenza Lomonaco”.
 

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Paesaggio primaverile sulle Gole del Raganello, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Caprioli, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Paesaggio primaverile, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Sulle vette del Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Paesaggio primaverile, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Volo di grifoni, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Paesaggio primaverile, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Scoiattolo nero, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Fioritura di croco, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Poiana in volo, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Bosco di Faggi, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Cavalli allo stato brado, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Serra Dolcedorme, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Lupo, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Faggeta nella nebbia, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Pini loricati, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Pino loricato, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Cavalli allo stato brado, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Cavallo allo stato brado, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Paesaggio autunnale, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Paesaggio autunnale, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Paesaggio autunnale, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Cavalli allo stato brado, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Pollino innevato, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Pollino innevato, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Pollino innevato, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Pollino innevato, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Cavalli nella neve, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

Il Parco Nazionale del Pollino entra nel patrimonio UNESCO attraverso la Rete Mondiale dei Geoparchi

Pini loricati al tramonto, Parco Nazionale del Pollino - Ph. © Stefano Contin

 
latuapubblicita2
 

Un commento

  1. Finalmente una ottima notizia made in Calabria

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su