Giornata di sosta per il Grand Tour di Silvio Gatto in Calabria. Altre immagini della settimana

cgt2

di Redazione FdS

Dopo la sesta giornata di Calabria Grand Tour, l’iniziativa che per 30 giorni lo sta portando in giro per la Calabria, il giovane reporter Silvio Gatto si prende un giorno di pausa dal viaggio ma continua a condividere immagini fra le tante scattate nell’arco di questa prima settimanaVi ricordiamo che il tour è partito dalla stazione di Palizzi Marina, lido dell’omonimo borgo aspromontano di poco più di duemila abitanti in provincia di Reggio Calabria. Per un mese Silvio attraverserà la sua regione alla scoperta dei tesori nascosti, ma anche delle tante ferite inflitte al territorio soprattutto nell’ultimo cinquantennio.

Il percorso di Silvio si sviluppa per tappe, non troppo definite, lasciando così spazio anche all’inatteso. Si concentrerà sui singoli territori provinciali, portando il giovane viaggiatore a visitare i luoghi più suggestivi e le maggiori opere, interrogandosi sulla loro fruibilità e sulle loro condizioni. Silvio racconterà ed illustrerà parti importanti del suo viaggio con immagini e testi condivisi sui social network Facebook e Instagram, sul suo Blog personale e anche su Fame di Sud che darà gli aggiornamenti in tempo reale. Un modo per tentare di infrangere i tanti ed inveterati stereotipi su una regione che solo in pochi conoscono davvero e che Silvio intende raccontare con gli occhi di chi ne vive la quotidianità nei suoi aspetti positivi e negativi. Lo farà percorrendola a piedi, in macchina o in treno a seconda della situazione e della meta da raggiungere. Pernotterà a casa di amici lì dove gli sarà possibile, oppure ricorrerà a B&B situati in punti strategici lungo il suo percorso.

CALABRIA GRAND TOURGIORNATA DI PAUSA (Domenica 22 giugno)

IMMAGINI INEDITE DELLA SETTIMANA

La prima settimana di viaggio è conclusa. La giornata di oggi mi serve per rifiatare. Pubblico qualche scatto inedito, che per tempo o altro, non era stato ancora condiviso. Lunedì 24 ripartirò da Caulonia.

E così siamo ancora giunti nella terra degli olivi, tra sentieri sabbiosi e irrigati, campi di granturco, con il mare da un lato e le colline azzurre all’ovest, qua e là indugiando per disegnare delle semplici linee come Claude. Più lontano abbiamo dato uno sguardo a Motticella, un villaggio ai piedi delle colline, ma intelligentemente abbiamo pensato che non valesse la pena di visitarla; e così, piano piano, attraversando giardini e campi con casette circondate da zucche, siamo arrivati sotto Bruzzano, piazzata come se fosse stata sistemata da G. Pousin per una pittura, al margine di una grande roccia, che si eleva sopra la pianura, e costruita con quella bellezza di forme semplici e quella indipendente irregolarità che si identifica nella nostra mente con le nostre immagini delle città di Calabria. Molti incantevoli panorami si aprono attorno a Bruzzano sbirciando il mare fra i pergolati: i promontori con la scintillante Brancaleone a sud, e le colline azzurre verso nord. Dopo aver disegnato, ci siamo fermati, malgrado fosse ancora presto, alla porta di una cantina, dove trovammo il migliore vino calabrese che avessimo mai assaggiato fino ad ora.

Edward Lear, Diario di un viaggio a piedi, 1847

Il castello di Mocta Bruttiano, Bruzzano Zeffirio (RC)

(Foto di repertorio, Giorno 1)

cgt01

Uno dei tanti mosaici dell villa romana di Casignana. Le tessere, se bagnate con acqua, diventano vive e lucenti, così come secoli fa. Molte delle pietre utilizzate provengono dall’Africa del Nord.

Casignana (RC)

(foto di repertorio, giorno 3)

cgt02

Paesaggio montano visto da Gerace (RC)

(Foto di repertorio, giorno 3)

cgt03

Un esempio di ceramica attica, trovata nel Santuario della Mannella, risalente al VI secolo avanti Cristo: periodo in cui la ceramica a figure nere era presente in quantità limitate.

Parco archeologico di Locri Epizefiri, Museo Nazionale. Locri (RC)

(foto di repertorio, giorno 3)

cgt04

La Chiesa di San Pietro Apostolo, di origine seicentesca, collocata nel centro storico di Pentedattilo.

Pentedattilo (RC)

(foto di repertorio, giorno 4)

cgt05

Il nodo di Salomone: simbolo di unione profonda tra Uomo e Dio. Mosaico della stanza della preghiera, parco archeologico di San Pasquale, Bova Marina (RC)

(foto di repertorio, giorno 5)

cgt06

…WORK IN PROGRESS > segui la settima giornata  (23 giugno)

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su