Capicollo grecanico con cavatelli in salsa di fave verdi sgusciate e gamberi dello Jonio

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

Capicollo grecanico con cavatelli in salsa di fave verdi sgusciate e gamberi dello Jonio

Capicollo grecanico con cavatelli in salsa di fave verdi sgusciate e gamberi dello Jonio

Su Fame di Sud torna l’appuntamento periodico con la Gastronomia di Ricette d’Autore che ha come primo curatore lo Chef Pietro Acciardi della Masseria Bio-agriturismo Torre di Albidona, ad Albidona (Cosenza), sulla costiera jonica cosentina. Ancora una volta, grazie al suo estro creativo, il maestro ci propone un piatto che attinge alle migliori materie prime del territorio, secondo la filosofia della ristorazione a Km 0. Prima di lasciarvi alla nuova ricetta, un primo piatto, pensata espressamente per i lettori di Fame di Sud, torniamo a segnalarvi le altre ricette da noi pubblicate.

Capicollo grecanico con cavatelli in salsa di fave verdi sgusciate e gamberi dello Jonio

Ingredienti per 4 persone:

16 fettine di capicollo grecanico azze anca (oppure tradizionale comune)
300 gr. di cavatelli freschi
300 gr. di fave verdi sgusciate
200 gr. di gamberi bianchi sgusciati
Olio extravergine di oliva qb
Sale qb
Timo fresco qb

Preparazione:
Prendete una padella, versate dell’olio extravergine, unite le fave verdi sgusciate e un po’ di timo. Salate a fate cuocere per circa 5 minuti. Mettete da parte un po’ di fave, dopodiché aggiungete nella padella i gamberi facendoli cuocere per pochi minuti. Nel frattempo prendete una casseruola e mettete a bollire dell’acqua già salata. Preparate dei cestini aiutandovi con un coppapasta o delle formelle di alluminio (di quelle che si usano per il crem caramel), che andrete a rivestire con delle fettine di capicollo grecanico (capicoddho azze anca, Presidio Slow Food) ed infornate a 180 gradi per circa 5/8 minuti. Appena l’acqua bolle fate cuocere i cavatelli per almeno 5 minuti, scolateli e fateli insaporire nella salsa di gamberi e fave. Prendete le fave messe da parte, aggiungete un po’ di olio extravergine e frullare il tutto con un frullatore ad immersione. Prendete un piatto di portata, adagiatevi al centro la crema di fave, il cestino di capicollo e i cavatelli. Guarnite il piatto con del timo fresco e delle fave sgusciate ed il piatto è pronto. Volendo, per guarnizione potete aggiungere una riduzione di vino magliocco calabrese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

aliamedia

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su