Bif&st: pronta l’edizione 2016, dedicata a Marcello Mastroianni. Lezioni di Cinema con attori di fama mondiale

L'attore Marcello Mastroianni ritratto dal fotografo lucano Pino Settanni. Sarà l'immagine ufficiale del Bif&st 2016

L’attore Marcello Mastroianni ritratto sulla spiaggia di Trapani dal fotografo lucano Pino Settanni. Sarà l’immagine ufficiale del Bif&st 2016

di Redazione FdS

Al termine della mattinata con Nanni Moretti e dopo le ultime conferenze stampa con alcuni dei protagonisti di questo 6° Bif&st – Bari International Film Festival, Felice Laudadio e Ettore Scola – direttore artistico e presidente della manifestazione – hanno comunicato i risultati dell’edizione in chiusura e fornito alcune anticipazioni su quella del 2016. All’incontro con la stampa e col pubblico erano presenti anche l’Assessore al Mediterraneo alla Cultura e al Turismo della regione Puglia, Silvia Godelli, l’Assessore alla Cultura del Comune di Bari, Silvio Maselli, ed il presidente di Apulia Film Commission, Maurizio Sciarra.

Il regista Ettore Scola durante la conferenza di quest'oggi. In primo piano l'immagine di Mastroianni che apparirà sull'edizione 2016 del Bif&st – Ph. © Ferruccio Cornicello

Il regista Ettore Scola durante la conferenza di quest’oggi. In primo piano l’immagine di Mastroianni che illustrerà l’edizione 2016 del Bif&st – Ph. © Ferruccio Cornicello

I numeri di quest’anno confermano il successo di uno dei festival cinematografici italiani più prequentati dai giovani. Anzi, a dire di Ettore Scola, sarebbe il più frequentato in assoluto dal pubblico giovanile, sia a livello nazionale sia europeo, come confermano anche gli entusiastici commenti del celebre regista tedesco Edgar Reitz, ospite nei giorni scorsi a Bari. Anche sotto il profilo organizzativo – dice Scola – “il Bif&st costituisce un unicum visto che con un budget pari a meno di un decimo di quello del Festival di Roma (peraltro in piena crisi, pur con i suoi oltre 17 milioni di euro, a causa di sbagliate politiche di gestione) è riuscito ad ottenere risultati inauditi per il festival della Capitale…e vi dirò che anche la Mostra di Venezia non è più quella di una volta…”

Il Bif&st è dunque una realtà consolidata (quest’anno + 2500 spettatori per un totale di oltre 75 mila presenze, con lunghe code ed il tutto esaurito al cinema Galleria per le retrospettive dedicate a Francesco Rosi e a Fritz Lang ed affollatissime proiezioni per i film di tutte le sezioni) di cui la prossima amministrazione regionale dovrà tener conto: “non spetta a me, assessore ormai uscente, far rilevare questo dato – ha detto Silvia Godelli – ma a tutti i cittadini che fin dalla prima ora hanno amato questo Festival. Una manifestazione che è di tutti e non della sottoscritta o della amministrazione Vendola. Mi auguro che i baresi sappiano prendersi cura per il futuro di questo patrimonio culturale che, visto il successo, è entrato a far parte con forza della vita cittadina. Ecco perchè ritengo che il Bif&st non abbia bisogno della raccomandazione di nessuno. Ovviamente le amministrazioni – regionale e comunale,  di qualunque orientamento politico esse siano –  proprio perchè hanno gli strumenti necessari per far nascere e crescere un progetto culturale, avranno l’onere di continuare ad occuparsi del Bif&st, intercettando i fondi necessari – e vi garantisco che ci sono – affinchè esso possa continuare ad esistere”.

Dello stesso avviso anche il presidente dell’Apulia Film Commission Maurizio Sciarra : “Possiamo dire che quest’anno si è ripetuto il grande afflusso di pubblico dello scorso anno con chiari segni di ulteriore crescita, così come in città è tornato a ricrearsi quel grande spirito di accoglienza che da sei anni caratterizza la manifestazione. Ritengo che un festival importante abbia bisogno di un tessuto in cui il cinema sia di casa e da questo punto di vista la Puglia è ormai ben indirizzata. Ad ogni modo, l’Apulia Film Commission sta lavorando affinchè ciò accada sempre di più…”

L’assessore alla cultura del Comune di Bari, Silvio Maselli, ha a sua volta sottolineato l’importanza del Festival: “Sebbene prestato alla politica – ha dichiarato – continuo a sentirmi un uomo di cinema. Quando da ragazzino andai a Venezia, una delle cose che mi colpì fu il volumetto del programma, denso di titoli in progammazione, e allora mi chiesi se a Bari si sarebbe mai potuto realizzare qualcosa di simile. Ebbene, dopo anni ci siamo finalmente riusciti e sarebbe davvero un peccato se dovessimo perdere quanto conquistato con impegno e fatica. Io ritengo che il Bif&st debba essere considerato una attività produttiva a tutti gli effetti e il Comune, da parte sua, intende difenderla come qualcosa che produce reddito, valore, senso. Uno strumento di crescita collettiva che va salvaguardato.”

Puglia - Felice Laudadio, direttore artistico del Bif&st, mostra l'immagine ufficiale dell'edizione 2016 – Ph. © Ferruccio Cornicello

Puglia – Felice Laudadio, direttore artistico del Bif&st, mostra l’immagine ufficiale dell’edizione 2016 – Ph. © Ferruccio Cornicello

Felice Laudadio è quindi passato ad illustrare alcune anticipazioni sulla edizione 2016 che si svolgerà dal 2 al 9 aprile e si annuncia ricchissima di novità. Innanzitutto sarà concentrato sulla figura degli attori e chi meglio di Marcello Mastroianni – icona mondiale del cinema – può rappresentare l’intera categoria. Una sua immagine – uno scatto firmato dal fotografo Pino Settanni, al quale fra l’altro la sua città, Matera, ha dedicato un museo inaugurato proprio oggi – sarà sul manifesto della prossima edizione del Festival, mentre una ricca retrospettiva ripercorrerà  – a vent’anni dalla scomparsa – cinquanta degli oltre cento film che lo hanno visto protagonista. Per quanto concerne le Lezioni di Cinema, dopo i grandi registi a tenere banco saranno alcuni degli attori più prestigiosi del panorama internazionale. Le stesse giurie del Festival saranno composte da attori e attrici, così come sul tema dell’acting saranno impostati i laboratori del prossimo anno. Come sempre, ben assortita sarà anche la sezione delle anteprime internazionali serali al Teatro Petruzzelli, mentre per la sezione Panorama Internazionale l’intenzione è quella di trasformarla in un focus sul cinema di singoli paesi del mondo.

Da sin.: Felice Laudadio, Maurizio Sciarra, Ettore Scola, Silvia Godelli, Silvio Maselli – Ph. © Ferruccio Cornicello

Da sin.: Felice Laudadio, Maurizio Sciarra, Ettore Scola, Silvia Godelli, Silvio Maselli – Ph. © Ferruccio Cornicello

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su