Millennium Bug. Arte e inquietudini digitali. Mostra a Fiumefreddo Bruzio

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

computer-1231889_1920_opt

di Redazione FdS

L’attesa di un mutamento. Una rielaborazione di un processo. Millennium bug: secondo appuntamento di Camera 237 che controlla attraverso l’arte questa sincronia dei tempi della paura. Al Castello Della Valle di Fiumefreddo Bruzio (Cosenza) una mostra riflette da una parte sul tempo informatico generato dall’uomo e dalla sua esistenza, dall’altra sul tempo della natura e della creatività artistica che si presta a rappresentare e dare immagine di queste percezioni. L’esposizione, a cura di Roberto Sottile, si inaugura il 4 giugno alle ore 19.00 e rimane aperta fino al 24 giugno.

Un percorso che sotto traccia si sviluppa partendo dal racconto del sentimento di smarrimento e allarmismo da parte dell’opinione pubblica di ritrovarsi privata di quell’intelligenza artificiale. Year 2000 problem! Dal 31 dicembre 1999 al 1° gennaio 2000 il tempo di attesa in cui l’umanità intera ha scoperto, forse per la prima volta, il limite della macchina informatica. Da questa idea diffusa di paura nasce il progetto di Camera 237. Una quotidianità di tempi che hanno segnato e continuano a segnare ancora oggi diversi millennium bug della nostra esistenza.

Gli artisti

Francesco Barilaro

Giuseppe Salvatore Barilaro

Leonardo Fiuto Cannistrà

Carmela Cosco

Delia Dattilo

Angelo Gallo

Elda Longo

Francesco Cisco Minuti

Costantino Rizzuti

Jaqueline Gisele Rodriguez

Lucrezia Siniscalchi

Valentina Siniscalchi

saranno chiamati a raccontare, a dare forma a queste inquietudini, a queste domande mediate dall’immagine dell’arte. Tempi infiniti, paure condivise o private. Custodite nel segreto o urlate alla collettività. Un percorso quasi antropologico che non fa distinzione di territorio, di etnia ed orientamenti sociali. È l’uomo al centro con le sua fragilità e la sua intelligenza. I suoi limiti e la sua forza. Il pensiero che supera la realtà e si trasforma in concretezza.

Una mostra innovativa costruita in un luogo storico, Il Castello Della Valle di Fiumefreddo Bruzio, per sancire ancora di più il legame del tempo contemporaneo con il tempo della storia e della nostra identità. Un percorso fluido che ci racconta questo “cortocircuito” col quale ognuno di noi fa i conti. Uno spazio dove riflettere, dove condividere e ritrovarsi. Dove interrogarsi. Dove scontrarsi. Il nostro Millennium Bug (forse) è appena iniziato?

Castello della Valle, Fiumefreddo Bruzio
Inaugurazione 4 giugno ore 19.00
Orario visite: dalle 10.00 alle 13.00 – dalle 16.00 alle 19.00
Ingresso libero

IL LUOGO

 
latuapubblicita2
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

quattro × 3 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su