In treno d’epoca fra le meraviglie archeologiche e naturalistiche della Campania

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

locomotive-2180625_1280_opt

Locomotiva di treno d’epoca – Ph. Jorge Arturo Luna

di Redazione FdS

Un’estate in treno d’epoca per scoprire una delle zone più belle della Campania: è l’iniziativa ArcheoTreno, un viaggio in carrozze vintage fra natura e archeologia ideato dalla Regione Campania per incentivare il turismo in luoghi ricchi di storia e di bellezze naturali. Si parte dalla stazione Napoli Centrale alla volta del Cilento, alla scoperta di una terra che annovera, fra le altre meraviglie, uno dei siti italiani eletti dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, il Parco Nazionale del Cilento e il Vallo di Diano. Il treno sarà in servizio da giugno a dicembre, ogni quarta domenica del mese, e prevede 7 corse giornaliere dalle 7.30 alle 24.00. Da Napoli arriverà ad Ascea (Salerno) comprendendo fermate intermedie nelle splendide località di Paestum, Pompei e Velia anch’esse incluse nella prestigiosa lista del World Heritage UNESCO: qui sarà possibile visitare le aree archeologiche prima di riprendere il viaggio verso la meta finale.

ArcheoTreno fa parte del piano di mobilità turistica della Regione Campania, che prevede un investimento di circa 6 milioni euro. I fondi vanno a finanziare anche altri due treni turistici che permetteranno di raggiungere ulteriori mete di interesse culturale. Oltre all’ArcheoTreno Napoli-Ascea, sempre da giugno a dicembre, ogni seconda domenica del mese sarà infatti in funzione il Capua Express, a cura di Fondazione Fs e Trenitalia. La linea permetterà ai viaggiatori di scoprire i tesori culturali di Capua, come il Museo Archeologico dell’antica Capua, l’Anfiteatro ed il Museo dei Gladiatori.

Infine, sulla scia del successo del 2016 (lo scorso anno sono stati venduti circa 50mila biglietti) torna su rotaia anche il Campania Express, gestito da Eav, con partenza dalla stazione della Circumvesuviana di Porta Nolana, a Napoli, e destinazioni Ercolano, Pompei e Salerno.

SERVIZI INTERMODALI TRENI + BUS E PROLUNGAMENTO ALTA VELOCITA’

Il piano di mobilità turistica prevede anche la formula treni più bus per raggiungere le località turistiche del Cilento. I collegamenti di servizio intermodale saranno attivi dal prossimo 15 giugno al 15 settembre. Sei servizi Italobus giornalieri da e verso le località del Cilento, a integrazione dei treni Italo provenienti da Torino, Milano, Reggio Emilia, Bologna , Roma e Napoli saranno istituiti da Ntv 7 giorni su 7, per un totale di 558 corse. Trenitalia ha infine attivato, dal 15 giugno al 19 settembre, per i soli giorni di sabato e domenica, una coppia di treni Av Frecciarossa sulla tratta Milano-Napoli che estende il servizio fino a Sapri con fermate nelle stazioni di Agropoli e Vallo della Lucania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
latuapubblicita2
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su