A Lagonegro la VIa edizione del Premio letterario “Donata Doni”

La poetessa Donata Doni

La poetessa Donata Doni (1913-1972)

“Sarà come incontrarti per le strade della Galilea / e sentire il battito di luce delle Tue pupille divine / riscaldare il mio volto./ Sarà la tua mano / a prendere la mia / con un gesto d’amore / ignoto alla mia carne. / Sarà come quando parlavi / a chi era respinto / per i suoi peccati,/ sarà come quando perdonavi. / Dimmi che non sarà la morte, / ma soltanto un ritrovo di amici / separati da catene di esilio…”
Donata Doni

di Redazione FdS

Il 22, 23 e 24 Novembre 2018 a Lagonegro (Pz), in Basilicata, si terrà una tre giorni di iniziative in onore di Donata Doni poetessa nata nella cittadina lucana proprio il 24 novembre del 1913 e vissuta prima a Forlì e poi a Roma. Promotrice della manifestazione patrocinata dal Comune di Lagonegro, è la presidente del Salotto letterario “Donata Doni”, la prof.ssa Agnese Belardi, in collaborazione con la Fondazione “Marco Tullio Cicerone”, la parrocchia Tursi-Lagonegro, le scuole di ogni ordine e grado e il “Monna Lisa” Museum di Palazzo Corrado dove avranno luogo alcuni degli appuntamenti.

Il 22 novembre presso il Centro Sociale, i dirigenti scolastici proff. Pongitore, Santarsiero, Oddato, i docenti, gli studenti e ospiti qualificati come la psicologa Nicoletta Labanca, la criminologa Raffaella Grisolia e l’assistente sociale Simona Amoruso, affronteranno il tema “Educare e rieducare ai sentimenti” contro ogni forma di violenza e in particolare contro la violenza sulle donne. In programma anche una serie di performance artistiche e la lettura di testi poetici. “Riteniamo doveroso spiegare ai giovani – ha dichiarato Agnese Belardil’importanza della memoria, soprattutto quella riferita al pensiero e all’opera di persone che sono state importanti per la nostra comunità. Abbiamo scelto di farlo attraverso il ricordo della parola, della voce della poetessa lucana Donata Doni, a cui sarà intitolata una strada, e della scrittrice Angela Ferrara, di Cersosimo, recente vittima di femminicidio. Un’occasione propizia per accendere i riflettori sull’universo femminile e per sensibilizzare i giovani alla non violenza. La manifestazione, che sarà arricchita anche da una mostra, vuole essere infatti uno sguardo sulla figura della donna nella società del passato e in quella attuale, attraverso la poesia, l’arte, la canzone e la drammaturgia”.

La giornata del 23 novembre si svolgerà presso il Palazzo Corrado, e si aprirà con la mostra d’arte “La Classicità e l’Amore” omaggio dell’architetto Pietro Semeraro alle donne (inaugurazione alle ore 17.00). Interverranno Pasquale Mitidieri, sindaco di Lagonegro, e numerosi ospiti del mondo dell’arte. Attraverso questa personale, Semeraro ha voluto rappresentare il mondo femminile ispirandosi alla storia dell’arte e a figure come la pittrice Artemisia Gentileschi e la Gioconda di Leonardo. Seguirà un omaggio alla poetessa Donata Doni attraverso un reading di poesie, coordinato dalle prof. Ione Garrammone e Lucia Viceconti-Coringrato con autori provenienti da diverse regioni italiane. Un’installazione di coloratissimi ombrelli curata dai volontari del Salotto letterario “Donata Doni” animerà il giardino di Palazzo Corrado.

Nel pomeriggio del 23 novembre, a partire dalle ore 17.00, le associazioni del lagonegrese e delle regioni limitrofe, rappresentanti del movimento “Se non ora quando” e delle istituzioni daranno voce ai poeti. Insieme ripercorreranno un itinerario lungo la storia della poesia, dal 1200 a Jacques Prevert: un viaggio insieme al pubblico per tenere alto il valore della parola e dell’arte. Seguirà la lettura della silloge “Bruciare la sete” del giovane studente Lorenzo Pataro che scrive dell’amore, vissuto da un adolescente come fuoco che brucia i sensi, assenza, solitudine, egoismo ma anche amore tenero, ingenuo e felice. L’abbraccio nel ballo del Sirtaki, con la scuola del maestro Gianni Mazzillo, sarà un momento di amicizia che concluderà la manifestazione. Poeti, pubblico e ospiti si saluteranno con una degustazione di tisane calde e pasticcini.

Il 24 novembre, alle 18.00, presso la Chiesa del Carmine, avrà luogo la cerimonia di consegna del Premio “Donata Doni” VIa edizione. L’appuntamento sarà preceduto dalla celebrazione di una santa Messa in suffragio delle poetesse Doni e Ferrara. Per l’edizione 2018 verranno premiati Antonio Arenella (chirurgo-scrittore), Eva Immediato (attrice e regista), Oreste Roberto Lanza (giornalista), Gianpaolo Mastropasqua (psichiatra, poeta e musicista) e Angela Ferrara (poetessa e cantante) per la quale ritira il premio ‘in memoriam’  il sindaco di Cersosimo Armando Loprete. L’artista Davila Ciancia è l’autrice dei premi di questa edizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

IL LUOGO

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

dieci + undici =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su