Sfornata al Gambrinus di Napoli la pastiera più grande del mondo

Lo staff del Gran Caffé Gambrinus di Napoli con la più grande pastiera del mondo

Lo staff del Gran Caffé Gambrinus di Napoli con la più grande pastiera del mondo – Image by Gran Caffè Gambrinus

di Redazione FdS

Riconosciuto come “prodotto agroalimentare tradizionale campano”, la pastiera napoletana è uno dei dolci tipici del periodo pasquale a Napoli e nel resto della Campania. Buono da mangiare, con le sue molteplici e seducenti sfumature di gusto, ma anche ideale da regalare ad amici e parenti in un periodo dell’anno in cui acquista valenze simboliche di “rinascita” grazie al grano cotto nel latte e alle uova che compaiono nella ricetta tradizionale accanto a ricotta, frutta candita, zucchero, cannella e acqua di fiori d’arancio, ingredienti che compongono il morbido ripieno e l’involucro di croccante pasta frolla che lo contiene. La ricetta attuale parrebbe provenire dai conventi di suore e risalire almeno al XVI secolo, mentre nel XVII° la presenza della pastiera risulta attestata nel celebre Pentamerone di Giambattista Basile; esiste tuttavia anche una tradizione leggendaria che farebbe risalire il dolce ai riti primaverili della dea Demetra/Cerere d’ambito greco-romano. Qualsiasi siano le origini, certo è che la pastiera è ormai un dolce d’uso comune, reperibile tutto l’anno nelle migliori pasticcerie partenopee. E proprio da una di esse, quella dello storico Gran Caffè Gambrinus - monumento ottocentesco alla socialità mondana partenopea marcato dall’allure e dalla personalità di avventori come Oscar Wilde, Gabriele D’Annunzio, Benedetto Croce, Matilde Serao, Eduardo Scarpetta, i De Filippo, Ernest Hemingway, Jean Paul Sartre – arriva l’iniziativa della pastiera più grande del mondo, con i suoi 2,10 metri di diametro per 306 kg di peso, da oggi in esposizione per la gioia visiva e olfattiva di napoletani e stranieri, e offerta gratuitamente a chiunque voglia degustarla, a partire dal prossimo 13 aprile.
 

Pastiera da guinness al Gambrinus di Napoli

Preparazione della pastiera 'gigante' - Image by Gran Caffè Gambrinus

Pastiera da guinness al Gambrinus di Napoli

Preparazione della pastiera 'gigante' - Image by Gran Caffè Gambrinus

Pastiera da guinness al Gambrinus di Napoli

Preparazione della pastiera 'gigante' - Image by Gran Caffè Gambrinus

Pastiera da guinness al Gambrinus di Napoli

Preparazione della pastiera 'gigante' - Image by Gran Caffè Gambrinus

Pastiera da guinness al Gambrinus di Napoli

La pastiera 'gigante' viene infornata - Image by Gran Caffè Gambrinus

Pastiera da guinness al Gambrinus di Napoli

Cottura della pastiera 'gigante' - Image by Gran Caffè Gambrinus

Pastiera da guinness al Gambrinus di Napoli

La pastiera 'gigante' è pronta - Image by Gran Caffè Gambrinus

 
A realizzarla, secondo la ricetta in uso al tempo dei Borboni, i maestri pasticceri dello storico locale, che insieme a tutto lo staff, al consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e allo speaker radiofonico di Radio Marte Gianni Simioli, l’hanno presentata alla stampa. Del peso totale (306 kg) – hanno fatto sapere – ben 265 kg sono di ripieno (60 ricotta, 60 zucchero, 60 grano, 600 uova pari a 36 kg, 25 litri di latte, 25 kg di arancia candita a cubetti), mentre 40 kg è il peso della pasta frolla che lo racchiude (ottenuta impastando 20 kg di farina, 7,5 kg di zucchero, 7,5 kg di burro, 65 uova pari a 4 kg, 100 gr. di sale). Quattro sono stati i pasticceri impegnati nella realizzazione, 10 le persone addette al trasporto. La cottura, a 190°, è durata 3 ore e mezza. Sarà distribuita da sabato in porzioni da circa 50 grammi in modo da garantirne l’assaggio a oltre 600 persone.

Il particolare legame fra il Gran Caffè Gambrinus e la pastiera non è nuovo, se si pensa che esattamente due anni fa il locale, dopo la già pluriennale usanza di offrire il caffè sospeso, ha istituito la pastiera sospesa con la possibilità per chi non ha la possibilità di acquistarla di prendere un dolce tipico napoletano gratuitamente, grazie alla generosità dei clienti e dei titolari dello storico caffè napoletano, Arturo e Antonio Sergio e Massimiliano Rosati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Scorcio dello storico Gran Caffé Gambrinus, since 1860, Napoli

Scorcio dello storico Gran Caffé Gambrinus, since 1860, Napoli – Image by Gran Caffè Gambrinus

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su