Ralph Oggiano: una mostra a Oria celebra uno dei ”maghi” del ritratto fotografico moderno

Saluti da New York (Oria, 15 luglio - 15 dicembre 2022)

Saluti da New York (Oria, 15 luglio – 15 dicembre 2022)

È stato uno dei fotoritrattisti più ricercati della prima metà del XX secolo. Originario di Oria ed emigrato giovanissimo negli States, seppe costruire una brillante carriera internazionale esplorando le possibilità espressive del ritratto fotografico tra pittorialismo, uso pionieristico delle luci e del colore, fino alla sperimentazione surrealista e all’approdo a uno stile ”pop” ante-litteram 

di Redazione FdS

È stato uno dei fotoritrattisti più ricercati della prima metà del XX secolo. Originario di Oria (Brindisi) ed emigrato giovanissimo negli USA, seppe costruire una brillante carriera internazionale esplorando le possibilità espressive del ritratto fotografico tra pittorialismo, uso pionieristico delle luci e del colore, fino alla sperimentazione surrealista e all’approdo a uno stile ”pop” ante-litteram. Parliamo del fotografo Ralph Oggiano, ritrattista di artisti, intellettuali, politici, nobili, magnati e gente comune, divenuto celebre per la sua ricerca sulla carica espressiva dei volti. Tra i tantissimi personaggi noti passati davanti al suo obiettivo si possono ricordare il dittatore Benito Mussolini, il pugile Primo Carnera, il tenore Tito Schipa, la danzatrice Martha Graham. Lo scorso dicembre Famedisud gli ha dedicato un ampio ”focus” e tre video che mostravano in anteprima assoluta numerose sue opere oltre a foto private d’archivio custodite a Oria e a New York. Ora, a 60 anni dalla morte, la sua città natale, Oria, lo celebra con la mostra retrospettiva “Saluti da New York – L’Arte e il sogno di un pugliese d’America”, che si inaugura il prossimo 15 luglio alle 19.00 nelle sale al secondo piano dello storico Palazzo Martini - sede anche del Museo Archeologico – e rimane aperta fino a metà dicembre. Alle 21.00 dello stesso giorno, presso il Chiostro Parco Montalbano, si terrà invece la proiezione di un documentario dedicato alla figura di Ralph Oggiano e realizzato con numerosi materiali inediti. L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Oria-Assessorato Cultura e Turismo e organizzata da Raìz Italiana e Insite Architetture, è ad ingresso libero.

Emigrato da Oria nel 1920, alla giovane età di 17 anni, in poco tempo Ralph Oggiano diventò uno dei ritrattisti più noti di New York per poi approdare al successo internazionale (ricevette committenze e tenne mostre in Inghilterra, Austria, Germania, Italia, Yugoslavia). Il suo lavoro si caratterizza per l’espressività, a tratti monumentale, del volto umano, raggiunta attraverso un innovativo e magistrale utilizzo della luce. Simbolo di coraggio e determinazione, esempio di riscatto sociale, la sua vita rappresenta in maniera emblematica la storia dell’emigrazione pugliese nel mondo, ricalcando i passi di migliaia di italiani partiti dal loro paese natale con una valigia piena di sogni e speranze, alla ricerca di una vita migliore, ma allo stesso tempo privati del conforto della famiglia e del legame con la propria terra. Data l’ampia disponibilità di opere e cimeli di questo artista – custoditi dalla famiglia tra Oria e New York – c’è da augurarsi che questa mostra sia il primo passo verso la realizzazione di un museo che costituisca un permanente tributo al grande oritano d’oltreoceano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su