Il magnifico Tesoro di San Gennaro lascia per la prima volta l’Italia ed approda a Parigi per una mostra

tsg1

Napoli – Mitra in oro rubini, smeraldi e brillanti realizzata dall’orafo Matteo Treglia (1713) – L’opera fu, insieme ad altri importanti pezzi, commissionata dalla Deputazione della Cappella del Tesoro di San Gennaro per il Busto Reliquiario del Santo – Museo del Tesoro di S. Gennaro

 

tsg31tsg2.2St_Gennaro's_bust_in_Tesoro_San_Gennaro3
1) Croce in argento e coralli (1707) – click on image to enlarge
2) Pisside gemmata in oro, rubini, zaffiri, smeraldi e brillanti (1831) donata da Re Ferdinando II – click on image to enlarge
3) Busto in argento dorato di S. Gennaro – photo by Sibeaster | Public domain – click on image to enlarge
Opere esposte al Museo del Tesoro di San Gennaro

di Redazione FdS

Secondo  una equipe di esperti che ha analizzato tutti i pezzi della sua collezione, è addirittura più ricco di quello della corona d’Inghilterra e degli zar di Russia. Parliamo del Tesoro di San Gennaro, custodito nella omonima Cappella presso il Duomo di Napoli, i cui capolavori appartenenti alla omonima Deputazione e normalmente esposti nella Cappella-museo, dopo essere approdati a Roma (a Palazzo Sciarra fino al 16 febbraio 2014) faranno tappa a Parigi per una mostra in programma dal 19 marzo al 20 luglio presso il Museo Maillol. Per la prima volta parte di questo straordinario patrimonio uscirà dall’Italia. L’esposizione, dal titolo Le tresor de Naples. Les Joyaux de San Gennaro, curata da Paolo Iorio, direttore del Museo di San Gennaro, e dallo storico francese dell’arte Jean-Loup Champion, con una raffinata scenografia firmata da Hubert Le Gall, è stata appena presentata all’ambasciata d’Italia a Parigi. L’ambasciatore Giandomenico Magliano ha ospitato Olivier Lorquin, presidente della fondation Dina Vierny, e Patrizia Nitti, direttrice del museo Maillol.

Il pubblico francese e quello straniero di passaggio nella Ville Lumière potranno ammirare in mostra circa 90 pezzi di altissimo livello (dei ben 21.610 capolavori che formano il Tesoro di San Gennaro, costituitosi attraverso 700 anni di donazioni provenienti da papi, imperatori, re, ma anche consistenti in semplici ex voto popolari. Basti pensare alla sfolgorante mitra (v. la prima foto in alto), creata nel 1713, in argento dorato, 3326 diamanti, 164 rubini, 198 smeraldi e 2 granati, o alla collana di San Gennaro, uno dei gioielli più preziosi al mondo.

Il percorso espositivo, oltre a presentare la collezione ripercorre l’evoluzione del culto del Santo patrono di Napoli e lo sviluppo dell’arte orafa partenopea che si è perfezionata nel corso dei secoli.

Musée Maillol, Parigi
59-61 Rue de Grenelle
Info: tel. 01.42.22.59.58

IL LUOGO

Visualizzazione ingrandita della mappa

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su