Conferito al critico d’arte e curatore Roberto Sottile il prestigioso Premio ”Bronzi di Riace”

Il critico d'arte e curatore Roberto Sottile riceve il Premio Bronzi di Riace 2022 da Carmelo Malacrino (a dx, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria) e da Pietro Sacchetti (direttore dell'Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria)

Il critico d’arte e curatore Roberto Sottile riceve il Premio Bronzi di Riace 2022 da Carmelo Malacrino (direttore del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, a dx.) e da Pietro Sacchetti (direttore dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria)

di Redazione FdS

Segnaliamo con piacere il conferimento del prestigioso Premio “Bronzi di Riace” al critico d’arte e curatore Roberto Sottile, che oltre a svolgere il suo intenso lavoro critico e curatoriale, promuove da alcuni anni sul nostro magazine le nuove leve meridionali dell’arte contemporanea curando il blog REPLAY. Il riconoscimento – conferito presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria nell’ambito della sezione  “Arte Contemporanea e Territorio” della edizione 2022 e nel contesto delle celebrazioni del 50° anniversario della scoperta dei Bronzi di Riace – è stato assegnato da una apposita commissione scientifica presieduta da Carmelo Malacrino, Direttore del MArRC, e composta dai proff. Eligio Daniele Castrizio (Università degli studi di Messina), Tommaso Manfredi (Università Mediterranea di Reggio Calabria), Valeria Parisi (Università degli studi della Campania “Luigi Vanvitelli”) e Maurizio Paoletti (Università della Calabria). Il premio – si legge tra l’altro nella motivazione – è stato conferito a Roberto Sottile ” per la sua opera di valorizzazione della Calabria e del Sud Italia con linguaggi artistici inseriti in una più vasta visione d’insieme, dove non esiste più Nord e Sud, ma percorsi unici capaci di fondersi e di generare nuovi incontri artistici…per la sua capacità curatoriale che si è contraddistinta verso la riscoperta di nuovi giovani talenti, nonché verso la riscoperta dei grandi artisti del Novecento italiano e straniero. Per aver saputo far emergere una generazione di artisti calabresi di cui promuove e sostiene l’opera, ottenendo riconoscimenti nella critica d’arte contemporanea. Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria – continua la motivazione – conferisce questo premio al Dott. Roberto Sottile, quale punto di riferimento fondamentale per l’arte contemporanea e per il territorio calabrese, nell’ottica della valorizzazione e della ricerca e promozione di artisti.”
 

Carmelo Malacrino, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, legge la motivazione del premio a Roberto Sottile

Carmelo Malacrino, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, legge la motivazione del premio a Roberto Sottile

Il percorso curatoriale di Roberto Sottile si contraddistingue per una particolare attenzione verso gli artisti del Novecento Italiano, con riferimento soprattutto agli artisti della “Scuola Romana”, e per l’approfondimento dei grandi autori del XXI secolo. La sua ricerca critica e curatoriale comprende anche la valorizzazione, la ricerca e promozione di artisti contemporanei con particolare attenzione all’area meridionale. Attualmente collabora con l’Amministrazione Comunale di Rende, Assessorato alla Cultura, nello specifico con il Museo del Presente, di cui è responsabile Artistico e Curatore, per il quale ha ideato e cura la rassegna d’arte contemporanea “Intrecci Contemporanei” realizzando nell’ultimo anno ben 18 esposizioni. Dal 2021 è direttore artistico del Centro Studi d’Arte – Archivio Vinicio Berti di Bologna per il quale ha curato insieme a Claudio Crescentini le mostre del Centenario di Vinicio Berti, fondatore dell’Astrattismo Classico Italiano, presso la Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale e presso il Museo del Presente. Sempre nell’ultimo anno è stato curatore dell’importante mostra storica presso il Museo del Presente sull’artista astrattista Gualtiero Nativi e Luigi Montanarini artista della Scuola Romana celebrato oltre che presso il Museo del Presente anche a Palazzo Pretorio di Certaldo (Firenze). La sua attività critica e curatoriale lo ha visto impegnato con gallerie d’arte e istituzioni museali pubbliche a Roma, Napoli, Firenze, Bologna, Cesena, Milano.
 

Un momento del conferimento del Premio ''Bronzi di Riace" 2022 a Roberto Sottile

Un momento del conferimento a Roberto Sottile del Premio ”Bronzi di Riace” 2022

“Ringrazio – ha dichiarato Roberto Sottilela prestigiosa Istituzione del Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria, il suo direttore Carmelo Malacrino e la commissione scientifica che mi hanno tributato questo riconoscimento, stimolo per continuare con impegno e passione il mio lavoro che porto avanti ormai da 13 anni. Un premio che in realtà è condiviso con tante altre persone: gli artisti che danno fiducia al mio lavoro e che con la loro creatività e la loro arte rappresentano il motore della mia attività critica e curatoriale. Mi piace – ha aggiunto – condividere questo premio con l’amministrazione comunale della mia città, Rende; con il Sindaco Marcello Manna e l’Assessora alla Cultura Marta Petrusewicz. Cinque anni fa abbiamo iniziato insieme questa avventura per dare un nuovo impulso alle attività culturali della città di Rende. Questo riconoscimento gratifica questo lungo lavoro che ci vede impegnati quotidianamente con progetti importanti per la crescita della nostra comunità e non solo. Il Museo del Presente è diventato un punto di riferimento capace di valicare i confini regionali, un luogo dove in questi anni più di 500 artisti provenienti da tutt’Italia si sono incontrati e hanno fatto conoscere la loro arte. Un Museo capace di diventare attrattore di grandi esposizioni storiche, realizzando nell’ultimo anno le mostre di Luigi Montanarini, celebrato anche a Palazzo Pretorio, Certaldo (Firenze), Gualtiero Nativi, celebrato anche a Palazzo Fabroni a Pistoia, e Vinicio Berti, celebrato anche presso la GAM Galleria d’Arte Moderna di Roma e presso lo spazio espositivo Carlo Azeglio Ciampi della Regione Toscana a Firenze. Un premio che - ha concluso Sottile - condivido con il Centro Studi d’arte Archivio Vinicio Berti con Claudio Crescentini, Giuseppe Chiarello e Nicola Nozzoli della Galleria d’arte Nozzoli di Empoli. Per ultimi, ma non ultimi, questo premio è per tutto il personale del Museo del Presente e del Polo Museale di Rende e il personale degli uffici comunali del settore cultura, con i quali lavoro e mi confronto quotidianamente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su