Canti e Disincanti: il Mediterraneo di Terrae in scena al Castello di Mola di Bari

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

Terrae, Canti e Discanti, Bari (Mola di Bari, 11 Luglio 2016) - Ph. Nicola Amato

Terrae, Canti e Disincanti, Bari (Mola di Bari, 11 Luglio 2016) – Ph. Nicola Amato

di Redazione FdS

Lunedì 11 luglio 2016 ore 21.00 presso il Castello Angioino di Mola di Bari,  nell’ambito della rassegna Kantun Winka di Isa Colonna, va in scena il concerto-spettacolo dell’ensemble Terrae, Canti e Disincanti – Tradizioni e Tradimenti. Interpreti: Rocco Capri Chiumarulo (voce, chitarra battente, percussioni), Paolo Mastronardi (chitarra, percussioni), Alessandro Pipino (fisarmonica, organetto), Loredana Savino (voci, percussioni).

“Canti e Disincanti – Tradizioni e Tradimenti è un atto di continuità con la fortunata formula de Le Terre Del Rimorso il concerto-spettacolo con il quale Terrae vanta oltre duecento repliche in Italia ed all’estero. In Canti e Disincanti, invece, il campo d’azione si allarga anche verso quadri sonori di terre più lontane e variegate, ma unite da un comune, istintivo, ancestrale sentire: Mezzogiorno (Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna), Corsica, Grecia, Portogallo, Spagna…Scegliere ancora di muoversi lungo una certa direttrice non significa per noi accettare incondizionatamente qualunque materiale folklorico. Tutt’altro, anzi: perseguiamo quello che si continua, talora con furbe scorciatoie, a definire popolare con uno spirito contemporaneo, vivo ed infedele, orientando le nostre scelte secondo criteri puramente musicali. La musica, continuiamo a credere, può solo piacere o non piacere, ed altre distinzioni non sapremmo farne. La tradizione, e tutto ciò che essa stimola per il repertorio di composizione stesso di TERRAE, è ricca di musica di altissimo pregio: i tradimenti a cui si riferisce il sottotitolo della nostra proposta, paradossalmente, ne garantiscono nuova vita e rinnovata pulsione. Suonarla, cantarla e divulgarla è uno dei nostri obbiettivi, perché la irresistibile bellezza di questi canti possa uscire dai recinti di genere e perché il popolare ritorni ad essere coerente con la radice etimologica della parola.”

Terrae

L'ensemble Terrae - Ph. Nicola Amato

L’ensemble Terrae – Ph. Nicola Amato

Castello Angioino, Mola di Bari
Lungomare
ore 21.00
Ingresso: 7 euro
Info: www.progettoterrae.com

IL LUOGO

 
latuapubblicita2
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su