Beatrice Rana in concerto al Petruzzelli di Bari. Il 19 l’incontro con gli allievi del Conservatorio

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

La pianista Beatrice Rana - Ph. © Marie Staggart

La pianista Beatrice Rana – Ph. © Marie Staggart

di Redazione FdS

Il prossimo 21 marzo per la Stagione Concertistica 2018 del Teatro Petruzzelli sarà in concerto a Bari la pianista salentina Beatrice Rana. In programma, musiche di Robert Schumann (Blumenstück, op. 19), Robert Schumann (Symphonisch Etüden, op. 13), Maurice Ravel (Miroirs), I. Stravinskij / G. Agosti (Suite per pianoforte dal balletto “L’uccello di fuoco”).

A soli 24 anni Beatrice Rana è ormai una delle figure di spicco del pianismo internazionale, avendo rivelato il suo grande talento nelle sale da concerto fin dall’adolescenza. La vittoria a soli diciotto anni del Concorso di Montréal, nel 2011, e la conquista della medaglia d’argento e del Premio del pubblico al Van Cliburn 2013 hanno definitivamente attirato su di lei le attenzioni della critica internazionale. Il suo straordinario talento e una personalità gioviale e determinata, l’hanno portata ad affrontare sempre nuove sfide: la si è infatti vista far tappa nelle più prestigiose sale del mondo, dalla Wigmore Hall al Théâtre des Champs-Elysées, dalla Konzerthaus di Berlino alla Toppan Hall di Tokyo. Di grande rilievo anche i festival nei quali si è esibita in concerto: dal Festival di Verbier al  Festival Pianistico Internazionale della Ruhr, Ferrara Musica, Rencontres Musicales d’Evian, Festival de La Roque d’Anthéron, Festival di Radio-France a Montpellier, Festival Enesco di Bucarest, Festival Tongyeong in Sud Corea, Lugano Festival e molti altri. Ospite frequente di diverse orchestre internazionali, Beatrice Rana si è esibita con la Los Angeles Philharmonic, la Detroit Symphony Orchestra, la London Philharmonic, la City of Birmingham Symphony Orchestra, la BBC Philharmonic, l’Orchestre National de France, la Sinfonica di Lucerna, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, l’Orchestra di Philadelphia, l’Orchestra Sinfonica Nazionale RAI di Torino, la Filarmonica di Helsinki, la Dresdner Philharmonie, la Deutsche Radio Philharmonie, la Düsseldorfer Symphoniker, la NHK di Tokyo, la Filarmonica di Seoul, la Filarmonica della Scala di Milano e il Maggio Musicale Fiorentino con direttori del calibro di Riccardo Chailly, Antonio Pappano, Yannick Nézet-Séguin, Fabio Luisi, Gianandrea Noseda, James Conlon, Emmanuel Krivine, Jun Märkl, Trevor Pinnock, Mirga Grazinyte-Tyla, Lahav Shani, Andrés Orozco-Estrada, Susanna Mälkki, Yuri Temirkanov and Zubin Mehta.

Artista esclusiva Warner Classics, nel 2015 è stata nominata New Generation Artist della BBC mentre nel 2016 si è aggiudicata la Borletti-Buitoni Trust e il premio della critica Franco Abbiati. Il Presidente Mattarella l’ha insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana per particolari meriti artistici. Ha studiato con Arie Vardi alla Hochschule für Musik di Hannover ma a Roma, dove vive, continua gli studi con il suo primo maestro e mentore di sempre, Benedetto Lupo.

L’INCONTRO CON GLI ALLIEVI DEL CONSERVATORIO ”PICCINNI” DI BARI

Il 19 marzo prossimo, pochi giorni prima del concerto al Teatro Petruzzelli di Bari, Beatrice Rana incontrerà gli allievi del Conservatorio Musicale ”Niccolò Piccinni” di Bari. L’incontro si svolgerà dalle ore 15.00 alle 19.00 nella Sala dell’Auditorium Nino Rota. Sarà possibile accedervi (fino ad esaurimento posti) prenotandosi via mail esclusivamente all’indirizzo prenotazioni.br19marzo@gmail.com

Beatrice Rana - Ph. © Marie Staggart

Beatrice Rana – Ph. © Marie Staggart

Teatro Petruzzelli, Bari
Corso Cavour
Ore 20.30
Biglietti al botteghino del teatro e sul circuto www.bookingshow.it
Info: 080 9752810

IL LUOGO

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su