Storie di Creazione di Valore: Il Pane di Laterza. Nella cittadina pugliese conferenza del professor Francesco Lenoci

Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
1280px-PaneDiLaterza-Formato1Kg

Puglia – Forma tradizionale da 1 kg di Pane di Laterza

di Redazione FdS

Sabato 9 agosto 2014, alle ore 20,00, a Laterza “Città del Pane” (Taranto), la Masseria Cappotto (Strada Provinciale 8 km 2,8), ospiterà la Conferenza “Storie di Creazione di Valore: Il Pane di Laterza” del professor Francesco Lenoci, Docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Vicepresidente dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano.

La Conferenza, che si avvale del patrocinio del GAL “Luoghi del Mito” e dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano, è organizzata da Masseria Cappotto Bed & Breakfast, Fornerie Laertine e Sistema Italia.

La base della Conferenza sarà costituita dal Libro di Francesco Lenoci, disponibile anche in versione digitale, “Nuovo Bilancio Integrato”, Ipsoa, 2014. Interverranno: l’ingegner Gianfranco Lopane, Sindaco di Laterza, il dottor Paolo Nigro, Presidente del GAL “Luoghi del Mito” e il maestro Vincenzo Perrone, Musicista.

Seguiranno una conversazione e una degustazione di prodotti a km 0.

Il Pane di Laterza è un prodotto di panetteria tradizionale. È ottenuto dall’impiego di farina di semola di grano duro rimacinata, delle varietà coltivate nei territori del comune di Laterza o in quelli dei comuni limitrofi (ad esempio Simeto, Appulo, Arcangelo, ecc.), mescolata con acqua, sale e lievito madre. Nel 1998, grazie ad un’intesa tra Comune di Laterza e i più antichi panificatori locali, è nato il Consorzio Pane di Laterza, per tutelare, valorizzare e promuovere il prodotto laertino. La città di Laterza fa parte dell’Associazione nazionale città del pane, che ha tra i suoi scopi quello di promuovere il riconoscimento e la valorizzazione dei pani e di tipologie specifiche di pane legate a determinati territori. Cotto nei tradizionali forni a legna, riscaldati con legna aromatica di bosco o di ulivo, o altri prodotti come nocciolino di albicocca o buccia di mandorle, secondo la disponibilità stagionale,il pane di Laterza si distingue per il suo profumo di cereale e per il suo sapore ben definito, tendente all’acidulo. La pezzatura tradizionale prevede forme di pane (dette panelle o panédd in dialetto laertino) da uno, due e quattro kg di peso, con un diametro rispettivamente di circa 25, 35 e 45 cm. Il colore della crosta, spessa circa 3 mm, è tendente al marrone, mentre la mollica è di colore bianco avorio.

Masseria Cappotto, Laterza
Strada Provinciale 8 km 2,8
ore 20.00
Ingresso libero

IL LUOGO

Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
    Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

Un commento

  1. giovanna storaci

    Buonissimo! ho avuto modo di assaggiare il pane di Laterza … e..quanto mi manca! vivendo al nord mi manca moltissimo e quando torno nella mia terra d’origine ne faccio scorta.. purtroppo non è fresco come appena comprato. ogni tanto faccio scorta su qualche portale che vende prodotti tipici..mi trovo bene con http://www.madeinmasseria.it/

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

4 + 2 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su