Un mito nel mito. Jacqueline Kennedy a Capri negli scatti di Settimio Garritano in mostra a Roma

Mostra-Jacqueline-Kennedy

di Redazione FdS

Dal 16 dicembre al 19 gennaio Splendor Parthenopes, in via Vittoria Colonna a Roma, ospita una straordinaria mostra composta da circa 60 scatti che ritraggono Jacqueline Kennedy immortalata da Settimio Garritano. La mostra, promossa e organizzata da La Conchiglia Libri&Edizioni e da Splendor, sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle 7 di mattina alle 2 di notte.

Jacqueline che cammina in mezzo alla folla tra i vicoli capresi o sola in trattoria mentre sfoglia un quotidiano con la naturalezza di una donna “qualunque”. Sono solo alcune delle istantanee che ritraggono Jacqueline Kennedy durante i suoi soggiorni capresi. Scatti di vita le fotografie di Settimio Garritano, raccolte nel libro “Un mito nel mito. Jacqueline a Capri” delle Edizioni La Conchiglia diventato poi mostra. Una rassegna di circa 60 foto – scelte tra centinaia eseguite nell’arco di cinque anni dal 1969 a tutto il 1973 – che saranno esposte all’interno del locale Splendor Parthenopes. “Nacque tutto per caso – raccontano gli editori Ausilia Veneruso e Riccardo Esposito – Un giorno incontrammo nella nostra libreria di Capri Settimio. Dopo aver visto quelle splendide immagini, sintesi perfetta del cosiddetto ‘stile Capri’ basato su sobrietà, eleganza ed eccentricità, decidemmo immediatamente di farne una mostra che si tenne nell’estate del 2011 presso il Grand Hotel Quisisana di Capri e un libro. La mostra, sostenuta da Tod’s, ebbe un successo straordinario e fu poi esposta anche a Seul e Singapore con altrettanto successo”.

A-passeggio-in-via-V.-Emanuele Jacqueline-in-Piazzetta-a-Caprui

Settimio Garritano, scomparso due anni fa, ha seguito Jacqueline come un’ombra in giro per il mondo e durante i suoi viaggi a Capri. Scatti che ritraggono Jackie nella sua semplicità, in un equilibrio perfetto tra sobrietà ed eleganza, icona di moda e raffinatezza. “Splendor è il luogo ideale per questa mostra – spiega il proprietario Luca D’Angelo – perché rappresenta la capacità di Napoli, della Campania e di Capri in particolare, d’esser luoghi centrali nella cultura mediterranea e, nel contempo, profondamente cosmopoliti. Forse per questo tali luoghi erano così amati da Jacqueline, donna dalla cultura raffinata ed europea e nello stesso tempo alla ricerca di una profonda e ritrovata spontaneità”.

E allora eccola Jacqueline camminare per via Roma affianco a Garritano o sulla seggiovia che la porta verso Monte Solaro. Impeccabile con i tipici sandali e i pantaloni capresi passeggiare in via Vittorio Emanuele con la figlia o tra la calca, mai invadente, di via Camerelle. Mai fuori luogo, perfettamente a suo agio anche quando gli mettono tra le braccia una bambina per un bacio che non si dimentica. E poi il sorriso indecifrabile che non negava a nessuno e mai alla pellicola di Garritano. E’ lui che la immortala nella sua semplicità seduta negli storici caffè della Piazzetta, dietro gli occhialoni neri, fedeli compagni nei rari momenti in cui nascondeva all’obiettivo i suoi grandi occhi, forse per nascondere una sofferenza interiore che l’ha accompagnata per tutta la vita.

Jacqueline-Kennedy-e-il-fotografo-Settimio-Garritano

“Nessuno meglio di lei sapeva ricordare che la vita è uno spettacolo in cui non bisogna lasciare indovinare a nessuno i propri veri pensieri”, scrive Giuseppe Scaraffia nella prefazione al libro: ora la mostra arriva a Roma, e Splendor Parthenopes la ospiterà per oltre un mese con un particolare allestimento che permetterà al pubblico di vivere le foto in maniera unica … come unica era Jacqueline.

Settimio Garritano

Nasce nel 1933 in provincia di Salerno e vi resta fino a 19 anni. Dopo il congedo militare decide di rimanere a Roma dove incontra la famosa fotografa Elda Luxardo che lo assume come apprendista nel suo studio. A Roma realizza i primi foto-reportage e comincia la sua collaborazione con le agenzie foto-giornalistiche italiane più importanti. Verso la metà degli anni Sessanta, da free-lance realizza reportage fotografici in Sud America, in America del Nord, nel Medio ed Estremo Oriente, in Africa. Nel 1965 si trasferisce a Madrid, e nel 1969 torna in Italia e fonda l’agenzia fotografica giornalistica Str Press. Nei primi anni Settanta segue, in Grecia, la celebre coppia Jacqueline Kennedy e Aristotele Onassis, realizzando degli scoop fotografici esclusivi e pubblicati in tutto il mondo. Muore il 16 dicembre 2011 a quasi 79 enne a Roma dove viveva con la moglie Katia.

La Conchiglia Libri&Edizioni

La sigla “La Conchiglia” racchiude tre realtà imprenditoriali distinte aventi tutte lo stesso logo: una conchiglia bivalve che accoglie due sirene dormienti. Le Librerie, le Edizioni e l’Associazione condividono la tensione etica a fondere il “fare impresa” e il “fare cultura”, la radicata coscienza del ruolo di Capri quale centro e laboratorio artistico e culturale internazionale e l’assoluta certezza che l’isola custodisca un’anima da curare, preservare e alimentare. Le tre realtà de La Conchiglia sono, quindi, riconducibili ad un unico progetto rivolto al recupero e alla valorizzazione dello straordinario passato, della letteratura e del patrimonio naturale e artistico di Capri e Anacapri e proiettato verso il futuro, attraverso l’esaltazione di una precisa vocazione e identità dell’isola.

Splendor Parthenopes

Splendor nasce da l’idea di creare un luogo destinato a ospitare le eccellenze campane con uno stile fuori dai cliché, per restituire alla tradizione napoletana il respiro internazionale che merita, rileggendo in veste moderna i grandi caffè parigini piuttosto che i club inglesi. Attraverso queste suggestioni, dopo un anno di vita, Splendor Parthenopes è diventato un luogo aperto a un consumo “contemporaneo”: servizio attento, ma disinvolto; l’orario continuato dall’alba alla notte fonda; l’offerta varia, dalla caffetteria, alla gastronomia, dalla pizzeria al ristorante, senza dimenticare il cocktail bar e la pasticceria. Splendor è il luogo di riscoperta della tradizione napoletana andando oltre la sua vocazione di ristorazione.

Splendor Parthenopes, Roma
Via Vittoria Colonna 32/c
Info: Tel. 066833710
www.splendorparthenopes.com

capri

La magia dei Faraglioni di Capri – Photo by Mark Peters | CC BY 2.0

 IL LUOGO

Visualizzazione ingrandita della mappa

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

Torna su