SOUTH CULTURAL ROUTES | Badolato: da borgo in abbandono a comunità internazionale

 
Torna l’appuntamento settimanale con le video-storie di South Cultural Routes. Questa volta tocca a Badolato, borgo medievale calabrese con meno di 3 mila abitanti in provincia di Catanzaro, un esempio di innovazione sociale con alle spalle ormai più di 30 anni. Era il 1986 quando il sindaco del piccolo paese lanciò una proposta provocatoria per far fronte all’inesorabile fenomeno del suo spopolamento, quella di ”mettere in vendita” l’intero paese, con case e palazzi storici resi disponibili a prezzi poco più che simbolici. La notizia, apparsa sulle testate nazionali, fece il giro d’Europa e in breve cominciarono a piovere richieste dai luoghi più disparati d’Italia e dell’intero continente. Situato in posizione suggestiva su una collina panoramica a pochi chilometri dalla costa ionica, con alle spalle le Pre-Serre Calabresi, si è rivelato per molti il luogo ideale dove creare un buen retiro per l’estate o anche per un trasferimento definitivo.

Badolato ha poi avuto una seconda stagione di rilancio nel 1997 a seguito dell’approdo sullo Jonio della nave turca Ararat con quasi 900 profughi per lo più di etnia curda, ospitati in ampia parte nel borgo antico. Il processo di rinascita del paese ha così guadagnato ancora una volta l’attenzione della stampa internazionale, consolidando l’interesse generale nei suoi confronti. Teatro di uno straordinario melting pot etnico-culturale oggi Badolato ospita persone provenienti da Paesi come Olanda, Germania, Galles, Svezia, Danimarca, USA, solo per citarne alcuni, oltre a immigrati-rifugiati di varia origine geografica, uniti in una realtà di convivenza che si è accompagnata anche a un significativo fenomeno di recupero storico-architettonico e di rinascita economica. Non a caso qui nel 2010 il regista tedesco Wim Wenders ha girato il cortometraggio Il Volo, ispirato proprio alla storia della rinascita del paese.

In tutto questo cosa ne è stato dei badolatesi? Quelli rimasti hanno deciso di investire nel proprio paese restaurando le case abbandonate, per trasformarlo in una residenza, temporanea o permanente, per visitatori provenienti da tutto il mondo. Oggi Badolato fa parte della Riviera e Borghi degli Angeli, associazione che ha l’obiettivo di promuovere il turismo nella zona del basso Jonio calabrese, creando un distretto in grado di offrire una serie di servizi rivolti a viaggiatori amanti del turismo lento. Ed è proprio il responsabile comunicazione/marketing di questa associazione, Guerino Nisticò, a raccontare davanti all’obiettivo di South Cultural Routes, gli sviluppi di un esperimento sociale che, nato dallo sconforto di vedere un paese in agonia, è riuscito non solo ad attrarre visitatori ma spesso a trasformare turisti occasionali affascinati dal luogo in abitanti innamorati di una terra con antica vocazione all’ospitalità.

South Cultural Routes sono gli itinerari culturali del Sud Italia che il giornalista, fotografo e globetrotter pugliese Lorenzo Scaraggi ha percorso attraversando Puglia, Molise, Campania, Basilicata e Calabria alla ricerca di storie di innovazione sociale, di interesse antropologico, etnografico, storico, nonché di tradizioni e di tutti quei beni culturali immateriali di cui il Sud Italia è ricco.

Lorenzo Scaraggi è autore, fra l’altro, di reportage in Bosnia, Iraq, Striscia di Gaza, Cina. Nel cuore, e nei piedi, una grande passione per i viaggi e per ogni piccola o grande storia che ciascun viaggio porta con sè, come quello che lo ha condotto fra le contrade del Sud Italia alla ricerca di storie uniche da raccontare; un lungo viaggio che Lorenzo Scaraggi ha intrapreso sul suo Vostok, un camper dell’ ’82 chiamato come la missione del primo uomo nello spazio e protagonista del progetto Vostok100K nel quale l’esperienza del viaggio si traduce in appassionato storytelling.

South Cultural Routes è un progetto d’eccellenza del MIBACT in collaborazione con le Regioni Puglia, Molise, Basilicata, Calabria e Campania.

GUARDA I VIDEO n. 1, n. 2

Immagine di anteprima di Fiore Silvestro Barbato | ccby-sa2.0

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su