Le Invasioni Digitali sbarcano a Trebisacce. Alla scoperta di tre luoghi chiave della cittadina jonica

InvadiTrebisacce

di Redazione FdS

Il grande fermento e l’attenzione riscontrati nella cittadina calabrese di Trebisacce (Cosenza) rispetto alle tematiche dell’innovazione nel campo delle tecnologie e della creazione e fruizione dei fatti culturali, hanno sostenuto il desiderio di Startup Calabria e dell’Associazione Culturale Rizoma di organizzare per il prossimo 4 maggio 2014, alle ore 15.00, la prima invasione digitale nella cittadina jonica.

Per l’occasione sono stati selezionati tre luoghi che, nonostante il loro mancato “utilizzo”, rappresentano dei simboli identitari della cittadina dal punto di vista culturale: l’invasione digitale a cui saranno soggetti svelerà anche il loro potenziale attrattivo e come sia indissolubile il legame fra nuove pratiche di comunicazione, mezzo tecnologico e interesse culturale: l’ex Fornace Aletti, l’area archeologica di Broglio, il Bastione del centro storico.

Cos’è Invasioni Digitali e come si svolgerà Invadi Trebisacce

Invasioni Digitali è un evento condiviso che si dipana su tutto il territorio nazionale. Migliaia di invasori pacifici, armati di smartphone e tablet connessi ad internet, si riversano in tantissimi borghi, musei e luoghi della cultura italiana, fotografandoli e condividendo tali scatti sui social network. Così facendo le bellezze vincolate dalla loro fisicità ai luoghi che le custodiscono vengono condivise nella rete diventando visibili in tutto il mondo.

Il fine di questa attività è propagandare le eccellenze locali spesso non valorizzate e sconosciute, sfruttando al massimo le nuove tecnologie digitali ed imparando insieme ad usarle. Amare il proprio paese significa anche volerlo comunicare oltre i confini della propria terra. Attraverso Invasioni Digitali, ogni singolo cittadino diventa così promoter delle bellezze che gli appartengono. Amare il proprio paese significa anche condividerlo con chi non lo conosce.

Invasioni Digitali offre gli strumenti necessari a questo fine. Perché limitarsi a postare le foto del proprio paese su Facebook o Twitter quando è possibile inserirle sulla piattaforma di Invasioni Digitali dando così immediatamente un riverbero mediatico infinito, capace di raggiungere non solo chi si conosce ma anche tutti coloro che potrebbero innamorarsi di Trebisacce e dei suoi gioielli culturali?

Come si procede?

Basta avere uno smartphone dotato di connessione internet ed essere iscritti ad un social network (Facebook, Twitter, Instagram, ecc.). Col proprio smartphone in mano basta recarsi domenica 4 Maggio alle ore 15.00 presso l’Ex-Fornace Aletti sita in Trebisacce. Qui le due associazioni organizzatrici dell’Invasione Digitale – Rizoma e StartUp Calabria- condurranno i partecipanti in un tour culturale alla scoperta di tre luoghi simbolo del paese: l’Ex-Fornace Aletti, il Parco Archeologico di Broglio e le mura del Bastione del Centro Storico, dandoti anche il supporto tecnico necessario per partecipare al meglio all’evento.

La giornata inoltre sarà ricca di eventi grazie ai partner dell’invasione Trebisaccese:

• Viaggiart – Una piattaforma web che si propone di sviluppare e diffondere un nuovo modello di fruizione dei luoghi della cultura, vincitrice di Next “La Repubblica delle idee” 2014 come miglior Startup nel turismo.

• Devoloop che presentarà il virtual instrument DynaRage e allieterà la giornata con esperimenti di sound design real time grazie all’alimentazione di un pannello solare messo a disposizione di Wattmania.

• Graphidea filmerà le bellezze del territorio con dei droni radiocomandati e illustrerà le potenzialità di essi nel campo turistico e culturale.

• Arcuri Automobili che metterà a disposizione dei partecipanti delle automobili per facilitare gli spostamenti della prima invasione digitale a Trebisacce.

• Hide, prima presa elettrica a scomparsa al mondo ideata da un calabrese, metterà a disposizione di chi twitta di più con l’hashtag #InvadiTrebisacce una presa con la cover personalizzata.

• Semiografica per rendere unica la fruizione dei luoghi scelti ha stampato i Qr Code, su diversi supporti, per avere informazioni relative ai beni culturali visitati.

Insomma, si tratta di un’occasione di crescita culturale e tecnologica attraverso un’esperienza condivisa di esplorazione inedita del territorio. Si conosce davvero la propria terra? Invasioni Digitali è un’occasione per scoprirlo.

Associazione Culturale Rizoma – StartUp Calabria

Per approfondimenti

Invasioni Digitali

Invadi Trebisacce

Associazione Culturale RizomaTwitter Rizoma

StartUp CalabriaTwitter

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

Torna su