La Sicilia del Commissario Montalbano conquista la Disney ed è subito…Topalbano

topalbano

La copertina delle avventure di Topalbano – Image source

«Onorato e felice, è come prendere un Nobel !»
(Andrea Camilleri)

Andrea Camilleri, papà del più celebre commissario italiano, è felice della notizia che il suo personaggio sia stato scelto dalla Disney per ispirare una nuova figura dei fumetti più amati del pianeta. Con i testi di Francesco Artibani e i disegni di Giorgio Cavazzano (colori di Mirka Andolfo), è nato infatti poco più di una settimana fa il commissario Salvo Topalbano. Ad incontrarlo, durante un viaggio romantico in Sicilia, sarà Topolino che a lui si rivolgerà per ritrovare la sua amata Minnie rapita da una banda di balordi. Per collaborare con il commissario Topalbano, Topolino sarà costretto a trasferirsi temporaneamente nella sua «Vigatta». Qui entrambi condurranno le indagini, ognuno a modo proprio, coadiuvati dai fidati collaboratori di Topalbano: Giuseppe Strazio, Quaquarella e Ninì Cardillo, tutti evidentemente modellati sui personaggi originali di Camilleri. A Vigatta Topolino imparerà a parlare il vigattese e ad apprezzare la pasta con le sarde oltre all’ospitalità del signor Patò, il proprietario di una pensione dalla fisionomia molto simile a quella di Camilleri. L’episodio si ambienta fra la Valle dei Templi e e Punta Secca (dove si trova la casa di Montalbano) ed è l’occasione per un confronto fra due personaggi mitici, che hanno in comune intuito, integrità morale, e anche…una eterna fidanzata. Ovviamente, la frase-tormentone del commissario a fumetti sarà “Topalbano sono!”.

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su