I Bronzi di Riace celebrati dalla Zecca dello Stato con una moneta commemorativa da 10 euro

dieci_euro_bronzi_riace

Due schizzi della nuova moneta commemorativa dedicata dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato ai celebri Bronzi di Riace – Fonte immagine: Numistoria

di Redazione FdS

Con Decreto del 27 gennaio 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 30 gennaio 2015, il Direttore Generale del Tesoro ha autorizzato l’emissione di una moneta d’argento da euro 10 della serie “Italia delle Arti” dedicata alla Calabria e ai Bronzi di Riace, in versione proof, millesimo 2015, da cedersi, in appositi contenitori, ad enti, associazioni e privati italiani o stranieri. La coniazione è a cura dell’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato.

Come tutti sanno, i Bronzi di Riace sono due statue bronzee (altezza: 197 cm e 198 cm) conservate presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, sono di provenienza greca o magnogreca, databili al V secolo a.C. e pervenute fino ai nostri giorni in eccezionale stato di conservazione. Le due statue – rinvenute il 16 agosto 1972 nel mare di Riace, in provincia di Reggio Calabria – sono considerate tra i capolavori scultorei più significativi dell’arte greca, e tra le testimonianze dirette dei grandi maestri scultori dell’età classica. Le ipotesi sulla provenienza e sugli autori delle statue sono diverse, ma non esistono ancora elementi che permettano di attribuire con assoluta certezza le opere ad uno specifico scultore.

Le caratteristiche tecniche della moneta appena coniata:

Dritto: testa barbata, con fascia che cinge i capelli fluenti, di tre quarti a sinistra: particolare della “statua A” (bronzo, V sec. a.C.), rinvenuta nel 1972 nelle acque di Riace Marina, esposta nel Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria; alla base, il nome dell’autore “CASSOL”; intorno, cornice decorativa di ispirazione classica; nel giro, la scritta “REPUBBLICA ITALIANA” e stella.

Rovescio: testa barbata, con elmo rialzato, di profilo a destra: particolare della “statua B” (bronzo, V sec. a.C.), rinvenuta nel 1972 nelle acque di Riace Marina, oggi al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria; nel campo di sinistra, “R”, “10 EURO” e “2015”; ad arco, “ITALIA DELLE ARTI”; alla base, “RIACE”; in giro, cornice decorativa di ispirazione classica.

Tema: Bronzi di Riace Calabria

Valore nominale: 10 euro

Metallo: argento 925/1000

Finezza: legale 925 – tolleranza ± 3 ‰

Peso: 22 g – Tolleranza ± 5 ‰

Diametro: 34 mm

Finitura: Proof

Bordo: godronatura spessa discontinua

Designer: Maria Angela Cassol

Zecca: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

Data emissione: 2015

Il catalogo della Collezione Numismatica 2015 (a cura dell’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato)

Fonte info: Gazzetta Ufficiale e Collezionieuro

 

2 commenti

  1. dove posso trovare la moneta dei Bronzi di Riace???

    • Gentile Domenico, le consigliamo di andare sul sito dell’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato (www.ipzs), di cercare nei CONTATTI il Numero Verde oppure quello dell’ufficio Relazioni con la Clientela. Cordiali saluti.

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su