Giornate Europee del Patrimonio 2014. Gli appuntamenti in programma in Sicilia

sicilia_gep

Il logo delle Giornate Europee del patrimonio 2014. Nella foto a destra veduta della costa palermitana di Mondello – Ph. SebageePublic domain

di Redazione FdS

Il 20 e il 21 settembre 2014 si celebrerà la 31a edizione delle Giornate Europee del Patrimonio, manifestazione ideata nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. Si tratta di un’occasione di straordinaria importanza per riaffermare, presso l’opinione pubblica, il ruolo centrale della cultura nelle dinamiche sociali italiane.

Ecco il calendario di aperture straordinarie, eventi e iniziative gratuiti in Sicilia.

CATANIA

Catania, Centro storico – Il 20 settembre 2014 i n occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, indetta dal MIBACT per il 20 settembre 2014, il Sindaco Enzo Bianco ha promosso l’adesione della Città di Catania, aprendo ai visitatori dalle ore 19,00 – alle ore  24,00 i seguenti siti culturali ad   ingresso gratuito: – Chiesa Monumentale di San Nicolò l’Arena; – Palazzo della Cultura; – Terme Achilleane; – Archivio Storico. Ad ingresso a pagamento di 1 euro: – Castello Ursino; – Museo Belliniano ed Emilio Greco. Ad ingresso a pagamento: Chiesa Monumentale di San Nicolò l’Arena (per gli spettacoli dalle ore 19,00 alle ore 23,00) . Orario: 19,00-24,00 – Telefono: 095 7428008

RAGUSA

Ragusa, Archivio di Stato – Mostra: Celluloide:Il Cinema nelle carte d’Archivio - Dal 20 settembre 2014 al 31 ottobre 2014- Il 20 e il 21 settembre 2014 si celebra la 31a edizione delle Giornate Europee del Patrimonio cui partecipa l’Archivio di Stato di Ragusa con la mostra documentaria Celluloide: Il Cinema nelle carte d’Archivio.  La mostra ripercorre il periodo di utilizzo della celluloide (materiale usato per la fabbricazione di pellicole e diventato negli anni sinonimo di Cinema, il mondo, i divi della celluloide) che va dai primi film privi di supporto sonoro, ovvero il cinema muto, sino agli anni ’50 quando la celluloide non viene più utilizzata in quanto estremamente pericolosa per la sua alta infiammabilità. Ricordando il film di Tornatore, Nuovo Cinema Paradiso, ci si ricorderà di cosa succede all’operatore Alfredo nella cabina di proiezione. L’idea della mostra sul cinema nasce dalla presenza di vecchie riviste custodite presso il nostro Archivio che vanno dagli anni ’30 agli anni ’50. La mostra non vuole raccontare dettagliatamente la storia del cinema e dei suoi generi attraverso la ricerca di immagini ma le nostre immagini raccontano il cinema di quegli anni.  Il “racconto” parte dal muto, con le immagini di attori riprese da un vecchio almanacco del cinema e del teatro italiano in cui abbiamo ritrovato nomi e volti che i non più giovanissimi ricorderanno  come Emma Gramatica, Lydia Borrelli, Irma Gramatica e così via, passando per il cinema americano dei Valentino, Keaton, Garbo, l’Italia dei telefoni bianchi, saltando il periodo del secondo conflitto mondiale per mancanza di materiale in nostro possesso (anche se in quegli anni si trattò quasi esclusivamente di cinema di guerra) sino a giungere al nostro neorealismo e agli anni d’oro di Hollywood, al mito di Marilyn e alla rinascita di Cinecittà. Le riviste Eva, Epoca, Tempo, Grazia dal 1934 al 1958 si sono rivelate strumenti preziosissimi, con divi del cinema mondiale riportati in copertina e con straordinari contenuti all’interno, per poter ripercorrere questo affascinante viaggio nella Celluloide. Orario: Lunedì e Sabato 9:00-13:00 Martedì – Venerdì 9:00-13:00 e 15:00-17:00 – Telefono: 0932 622200

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su