Cultura e tecnologia, binomio vincente per riscoprire i ”Luoghi Ideali” del Sud: si comincia da Castiglione di Paludi

Calabria  - Scorcio della monumentale cinta muraria della città brettio-ellenistica di Castiglione di Paludi (Cosenza) – Ph. © Ferruccio Cornicello

Calabria – Scorcio della monumentale cinta muraria della città brettio-ellenistica di Castiglione di Paludi (Cosenza) – Ph. © Ferruccio Cornicello

di Redazione FdS

LOCANDINA_Paludi_optLa consapevolezza del patrimonio archeologico e la sua fruizione informata sono tappe obbligate in un percorso finalizzato a una corretta valorizzazione del territorio. Tali elementi trovano un valido aiuto nelle nuove tecnologie e nelle metodologie ad esse legate relative all’archiviazione e alla diffusione dei dati archeologici.  Partendo da questa considerazione, il progetto Luoghi Ideali di Fabrizio Barca e l’Associazione Culturale Rizoma hanno organizzato, per giorno 21 marzo 2015, dalle ore 9.30, la Giornata Archeologica a Castiglione di Paludi, lo straordinario sito brettio-ellenistico (IX-III sec. a.C.) in provincia di Cosenza del quale Famedisud vi ha parlato proprio di recente.

Questo primo evento, relativo all’Azione Siti Archeologici “Minori” dell’asse Sibari-Pollino, verrà realizzato grazie al supporto tecnico di Startup Calabria e al patrocinio, il sostegno e la collaborazione della Soprintendenza Archeologica della Calabria e del Comune di Paludi. A supportare l’iniziativa anche il Club Unesco – Provincia di Cosenza – e G.A.L. – Sila Greca Basso Ionio Cosentino.

Il focus dell’evento, ospitato nel sito archeologico fortificato brettio di Castiglione di Paludi, sarà concentrato su un nuovo metodo di fruizione dei beni culturali e di organizzazione della conoscenza legata ad essi che passa attraverso le nuove tecnologie della comunicazione.

Nel corso della giornata, l’interazione tra tecnologia e cultura evidenzierà come le due realtà non sono contrapposte, bensì integrabili e in grado di garantire il pieno sviluppo delle potenzialità di entrambi gli aspetti.

Durante l’evento, i partecipanti seguiranno un percorso archeo-digitale, suddiviso in tre segmenti, basato sull’utilizzo dei sempre più diffusi QR Code posti in corrispondenza delle evidenze archeologiche di rilievo. Gli utenti, scansionando i QR Code con il proprio smathphone o tablet potranno scoprire le informazioni riguardanti il bene culturale che si troveranno di fronte.

Ogni evidenza archeologica individuata all’interno del Parco Archeologico sarà inserita all’interno di una mappa del sito realizzata in OpenStreetMap disponibile online e che verrà illustrata nel corso dell’evento.

Durante la mattinata, inoltre, il Direttore del Museo di Sibari, il dott. Alessandro D’Alessio, il Sindaco di Paludi Domenico Baldino e l’architetto Paolo Vitti presenteranno il progetto di valorizzazione del nascente Parco Archeologico di Castiglione di Paludi, mentre il Club Unesco Provincia di Cosenza celebrerà la Giornata mondiale della Poesia UNESCO.

La giornata si concluderà con un momento di “green action” attraverso la piantumazione di piante grasse nell’area antistante il teatro, e con un rinfresco offerto dal Comune di Paludi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:

Risveglio di interesse per Castiglione di Paludi. Sopralluogo di due sindaci: «Va recuperato grande gap storico di conoscenza e comunicazione»

Castiglione di Paludi: conoscenza remota di un sito archeologico, fra antiche mappe e cronache d’epoca

Castiglione di Paludi: in Calabria, una ”perla” archeologica sconosciuta e trascurata

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su