Prossimamente in mostra a Piazza Armerina i reperti inediti provenienti dalla Villa romana del Casale

PIAZZARMERINA

Sicilia – Uno dei mosaici scoperti a Piazza Armerina (Enna) nell’area di scavo presso la celebre Villa del Casale, IV sec. d.C.

Prossimamente in mostra a Piazza Armerina i reperti inediti provenienti dalla Villa romana del Casale. Probabili date: dicembre 2014 o marzo 2015

di Redazione FdS

villacasale2

Sicilia – Particolare di uno dei più celebri mosaici della Villa del Casale di Piazza Armerina: le fanciulle romane in ”bikini” – Ph. Richard Whitaker | CCBY2.0

«Una nuova Villa per Piazza Armerina – marmi, ceramiche e monete tra il IV ed il XII secolo»: già l’estate scorsa era stata annunciata per fine anno con questo titolo provvisorio la mostra di inediti reperti archeologici della celebre Villa romana del Casale, in programma presso il nobiliare Palazzo Trigona a Piazza Armerina (Enna). La notizia era stata comunicata dal direttore della Villa, arch. Rosa Oliva e dal prof. Patrizio Pensabene, docente di archeologia classica dell’Università La Sapienza di Roma nonchè direttore scientifico dell’ultima serie di scavi che, dal 2004, si vanno svolgendo nelle vicinanze della Villa. Obiettivo dell’iniziativa è quello sia di creare un ”ponte” fra la Villa e il centro della città siciliana, instaurando un più ampio circuito di visita, sia quello di illustrare il nuovo assetto planimetrico della Villa, risultato in parte diverso da quello finora conosciuto. Oltre alla esposizione in prima assoluta di reperti ritrovati in questi anni di scavi,  ci saranno anche alcuni fra i più pregiati reperti provenienti in gran numero dal museo di Agrigento e restituiti nel 2010.

Stando ad una nuova conferma proveniente dal direttore del parco archeologico della Villa del Casale, l’architetto Rosa Oliva, la mostra sarebbe ormai imminente – si parla del prossimo dicembre o al più di marzo 2015 – con il definitivo titolo di “La nuova Villa Romana del Casale: marmi, ceramiche e monete dal IV al XII secolo” e molto probabilmente ospiterà – oltre ai reperti già annunciati questa estate – anche una scultura attualmente sottoposta a sequestro dopo il tentativo di ricettazione e il suo ritrovamento. In programma, come corollario all’evento, anche la pubblicazione di un catalogo didattico-scientifico. In molti si aspettano che la mostra possa diventare permanente, almeno fino a quando non sarà varato l’atteso Museo Archeologico.

vilalcasale1

Sicilia – Altro celebre mosaico della Villa del Casale di Piazza Armerina, con vivaci scene di caccia – Ph. Jos Dielis | CCBY2.0

L’architetto Oliva è tornato a parlare della mostra in occasione della presentazione delle nuove recenti scoperte fatte dagli archeologi nella zona sud e nord dell’area di scavo nei pressi della Villa e anche nella vicina area di Sofiana dove sta emergendo un centro urbano che mostrerebbe di aver avutostrette  relazioni con la vicina Villa Romana del Casale.

Ricordiamo ai lettori che la Villa del Casale è una dimora rurale tardo-romana (IV sec.) i cui resti sono situati nell’immediata periferia di Piazza Armerina e dal 1997 fanno parte del Patrimonio dell’umanità UNESCO. Ai bellissimi mosaici della villa lavorarono maestranze africane (e forse anche romane, come testimoniano alcuni motivi di derivazione sicuramente urbana) per una estensione pavimentale di circa 3500 m².

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su