La seta a Catanzaro nei secoli XVIII – XIX. Una mostra all’Archivio di Stato del capoluogo calabrese

56-aspetti_di_vita_quotidiana,abbigliamento_in_seta,Taccuino

Mercanti e artigiani della seta in un antico codice miniato

Nell’ambito dell’attività promozionale, ai fini di una sempre maggiore conoscenza e valorizzazione delle fonti archivistiche, l’Archivio di Stato di Catanzaro ha organizzato, aderendo alle Giornate Europee del Patrimonio, la mostra dal titolo “La seta a Catanzaro nei secoli XVIII - XIX” (28 settembre – 19 ottobre 2013). Partecipano all’evento le Associazioni culturali “La Ginestra” e “Calabria in armi”, che, per l’occasione, organizzano, ogni fine settimana e per la durata della mostra, visite guidate nei luoghi più significativi della città di Catanzaro, legati alla storia della produzione della seta; espongono alcuni manufatti antichi in seta (vestiti e damaschi) e faranno assistere dal vivo alla trattura della seta secondo le antiche tradizioni artigianali (dal bozzolo al filo di seta).

seta1

Bozzolo – Ph. Jan SmithLicense

Catanzaro fu il centro più importante della produzione serica in Calabria, tanto che, proprio con diploma regio del 30 marzo 1519, fu concesso alla città il Consolato dell’arte della seta, il primo nel regno dopo quello di Napoli fondato nel 1465. La ricca esposizione documentaria comprenderà anche pezzi non noti ancora e svilupperà le seguenti tematiche: produzione, commercio, tassazione e prezzi. Scopo principale della mostra è quello di avvicinare un numero maggiore di utenti all’archivio ed ai suoi documenti, che rappresentano il vissuto di un mondo che non c’è più, una testimonianza di civiltà. In modo particolare saranno incentivate, nei giorni di apertura, le visite guidate rivolte al mondo scolastico, che potrà così conoscere la straordinaria importanza delle memorie archivistiche, senz’altro tasselli importanti per la ricostruzione del mosaico della storia.

Squillace_Pianeta_Borgia_XVII

Pianeta Borgia, in seta finemente ricamata con motivi iconografici riconducibili al Pinturicchio, XVII secolo – Museo Diocesano d’Arte Sacra di Squillace (Catanzaro)

Archivio di Stato, Catanzaro
piazza del Rosario, 6
Durata: dal 28 settembre al 19 ottobre 2013
Orario: inaugurazione: ore 10,00; da lunedì a giovedì: 8,30-17,00; venerdì e sabato: 8,30 – 13,00.
Telefono: 0961726336

DOVE MANGIARE

Antonio Abbruzzino – via Fiume Savuto, Catanzaro – Telefono: 0961.799008
La vecchia posta – Viale degli angioini 81, Catanzaro – Telefono: 330.815711

DOVE DORMIRE

Hotel San Giuseppe – Salita Piazza Roma 7, Catanzaro – Telefono: 0961.726172 – 3381874791
B&B Porta di Mare - via Discesa San Francesco da Paola 21, Catanzaro – Telefono: 0961.532889 – 338.9302789

IL LUOGO

Visualizzazione ingrandita della mappa

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su