In Francia inutile l’embargo contro la Puglia. Xylella individuata su pianta di caffé sudamericana

def

Pianta e frutti del caffé - Ph. Larry Jacobsen | CCBY2.0

Pianta e frutti del caffé – Ph. Larry Jacobsen | CCBY2.0

di Redazione FdS

La Francia, convinta che imporre un embargo alle piante provenienti dalla Puglia – vietandone l’importazione – la ponesse al riparo dallo ‘sbarco’ sul suo territorio della Xylella fastidiosa, presunto parassita killer degli ulivi del Salento, aveva fatto male i suoi conti. Non è stato sufficiente  bandire dal paese ben 102 specie di piante a rischio Xylella per poter dormire sonni tranquilli.  Il batterio è stato infatti individuato per la prima volta in territorio francese, nel mercato all’ingrosso di Rungis, nei pressi di Parigi. A riferirlo è una nota stampa del ministero dell’Agricoltura. Il parassita – a seguito dei controlli capillari posti in opera da alcune settimane - è stato intercettato su una pianta di caffé arrivata dal Sudamerica attraverso l’Olanda.

Le autorità francesi hanno informato del ritrovamento la Commissione europea che ora attende “la notifica ufficiale”. Il commissario alla Salute Vytenis Andriukaitis, tramite il suo portavoce ha già annunciato che l’Ue “indagherà sul caso” e qualora dovesse emergere con certezza l’origine dell’infezione da un paese terzo, proporrà “misure a breve”.

Nel frattempo in Italia  il Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina ha appoggiato su Twitter la giornata di buone pratiche contro la diffusione dell’insetto vettore della Xylella attraverso applicando ai terreni lavorazioni come fresature, erpicature e trinciature nei comuni interessati delle province di Lecce, Brindisi e Taranto: “Grazie a tutti quelli che promuovono #buonepraticheday contro la diffusione della Xylella. Avanti insieme per contrastare il batterio”.  A Lecce prosegue la grande mobilitazione di opinione pubblica contro l’eradicazione degli ulivi. In particolare un gruppo di attivisti sta presidiando giorno e notte, a Veglie come a Leverano, quegli gli alberi che rischiano l’abbattimento secondo il piano del commissario straordinario Silletti.

 

aliamedia

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su