Il Forum Ambiente e Salute promuove sit-in in difesa degli ulivi del Salento a richio taglio: «Vogliamo l’intervento della Magistratura»

ulivi tagliati2

Puglia – In Salento è iniziata la strage degli ulivi

di Redazione FdS

Appena dodici giorni fa vi avevamo dato notizia della decisione di tagliare un centinaio di ulivi salentini presa nell’ambito del programma regionale di difesa contro il batterio Xylella fastidiosa accusato da circa un anno di essere all’origine di uno strano fenomeno di disseccamento degli alberi. La comunicaizone dell’iniziativa era stata fatta nel corso della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica svoltasi nella Prefettura di Lecce alla presenza dell’assessore regionale all’agricoltura Fabrizio Nardoni, e relativa alle fasi operative sulla presunta emergenza fitosanitaria in Salento. All’origine del provvedimento ci sarebbe la richiesta di intervento da parte dell’Unione Europea che avrebbe autorizzato misure diverse dall’eradicazione solo per quattro alberi centenari. Da alcuni giorni la decisione è entrata nella fase esecutiva e già stanno circolando le immagini agghiaccianti di ulivi decapitati a dispetto della loro chioma apparentemente verdissima. La vicenda sta sollevando una vera e propria ondata di indignazione popolare che negli ultimi giorni si è tradotta, oltre che in una petizione on line volta a far dichiarare gli ulivi secolari pugliesi Patrimonio Unesco, anche in una serie di sit-in, il primo dei quali, di carattere organizzativo, è previsto per domani pomeriggio 18 aprile alle 17.00 davanti alla Prefettura di Lecce (in via Umberto I°). Ad promuoverlo è l’agguerritissimo Forum Ambiente e Salute che raccoglie cittadini sensibili alle tematiche ambientali, il quale ha diffuso una nota stampa di seguito riportata integralmente:

“I cittadini schierati in difesa dell’agroforesta degli ulivi del Salento si danno convegno, domani venerdì 18 aprile alle ore 17.00, sotto il palazzo della Prefettura di Lecce, per un primo sit-in organizzativo, volto a coordinare la mobilitazione civica levatasi al fine di fermare l’eccidio del nostro patrimonio olivicolo. La grave minaccia della sua cancellazione è costituita oggi dall’irresponsabile azione regionale nel nome del patogeno da quarantena Xylella Fastidiosa.

La Regione Puglia ha inaugurato, all’indomani della domenica delle Palme, la mattanza dei primi 104 esemplari di olivi secolari, la maggior parte dei quali senza alcun sintomo del malanno. Non pochi i dubbi che avvolgono l’intera vicenda, sia sotto la procedura utilizzata per comunicare l’ attuazione delle direttive fitosanitarie, che sotto il profilo della profilassi stessa. Anomalie che si aggiungono alle tantissime accumulatesi nel corso dei mesi intorno alla questione del disseccamento.

L’incontro di domani è volto a dare voce al territorio rimasto totalmente inascoltato ed a sottolineare l’ importanza e l’urgenza di un’indagine sulla vicenda da parte della magistratura e degli organi inquirenti. Si chiede di fermare gli abbattimenti nonché gli interventi che dovessero prevedere irrorazione di prodotti chimici o di sintesi sempre e comunque nocivi per l’ecosistema e per la salute dei cittadini. Si auspica che l’eco di questa crescente mobilitazione giunga ai commissari europei i quali possano indicare allo Stato membro una via di cura agroecologica dell’intero patrimonio olivicolo del Salento, poiché le esperienze pregresse hanno largamente dimostrato che eradicare le piante non serve a debellare il batterio ed inoltre, essendo carenti gli studi in materia, tutti gli istituti di ricerca dovrebbero far luce sulla vicenda. Gli ulivi del Salento sono alberi millenari, patrimonio dell’umanità, non permetteremo che vengano sterminati!

Info: Associazione Spazi Popolari, associazione per la promozione dell’agricoltura organica rigenerativa e dei principi dell’agroecologia, della sovranità alimentare e del rispetto del territorio – via Regina Elena 81, 73017 Sannicola, Lecce.

http://spazipopolari.blogspot.it/

spazipopolari@gmail.com

https://www.facebook.com/groups/421893727923961/?fref=ts

Coordinamento Civico apartitico per la Tutela del Territorio e della Salute del Cittadino, rete d’azione apartitica coordinativa di associazioni, comitati e movimenti locali e non, ambientalisti, culturali e socio-assistenziali – sede c/o Tribunale Diritti del Malato – CittadinanzAttiva c/o Ospedale di Maglie “M.Tamborino” – Via N. Ferramosca, c.a.p. 73024 Maglie (LECCE) email:coordinamento.civico@libero.it  – coordinamentocivico@yahoo.it

Forum Ambiente e Salute del Grande Salento, rete apartitica coordinativa di movimenti, comitati ed associazioni a difesa del territorio e della salute delle persone – Lecce, c.a.p. 73100 , Via Vico dei Fieschi – Corte Ventura, n. 2e-mail: forum.salento@yahoo.it, forumambientesalute@gmail.com , gruppo facebookSito web: http://forumambiente.altervista.org/

 

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su