Ricette d’Autore | Anelli di calamari fritti con peperoncino su crema di spinaci e polvere di liquirizia Amarelli

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

Anelli di calamari fritti con peperoncino su crema di spinaci e polvere di liquirizia Amarelli

Anelli di calamari fritti con peperoncino su crema di spinaci e polvere di liquirizia Amarelli

Su Fame di Sud torna l’appuntamento periodico con la Gastronomia di Ricette d’Autore che ha come primo curatore lo Chef Pietro Acciardi della Masseria Eco-agriturismo Torre di Albidona, ad Albidona (Cosenza), sulla costiera jonica cosentina. Ancora una volta, grazie al suo estro creativo, il maestro ci propone un piatto che attinge alle migliori materie prime del territorio, secondo la filosofia della ristorazione a Km 0. Prima di lasciarvi alla nuova ricetta, un secondo piatto di pesce, pensata espressamente per i lettori di Fame di Sud, torniamo a segnalarvi le altre ricette da noi pubblicate.

Anelli di calamari fritti con peperoncino su crema di spinaci e polvere di liquirizia Amarelli

Ingredienti per 4 persone:

16 calamari freschi

gr 200 farina di grano duro (semola)

gr 500 di spinaci freschi

2 cucchiai di olio di oliva extravergine per la crema di spinaci

1 litro di olio di oliva extravergine, per friggere

Polvere di liquirizia Amarelli (si trova in commercio)

4 peperoncini rossi di media grandezza

sale qb

Preparazione:

Pulite i calamari. Mettete da parte i tentacoli e tagliate i calamari ad anelli (almeno di 3 cm) provvedendo ad asciugarli con un canovaccio morbido o con un po’ di carta assorbente.

Nel frattempo prendete una padella, versatevi due cucchiai di olio di oliva extravergine e fatelo riscaldare leggermente; aggiungete quindi gli spinaci e i tentacoli dei calamari; salate e coprite con un coperchio lasciando cuocere fino a quando gli spinaci ed i tentacoli non saranno cotti e l’acqua di vegetazione ben consumata.

Prendete quindi una padella col bordo alto; aggiungete l’olio di oliva extravergine e fatelo riscaldare ad una temperatura di circa 160 gradi, dopodiché infarinate con la semola gli anelli di calamari, facendo attenzione a far cadere la farina in eccesso e friggeteli fino a quando non avranno raggiunto un colore dorato; infine metteteli ad asciugare su della carta assorbente. Nella stessa padella, già in fase di frittura degli anelli, aggiungete i peperoncini sui quali avrete praticato una incisione a croce nel senso della lunghezza, e fateli ‘scottare’ leggermente, evitando che la loro superficie si annerisca.

Prendete gli spinaci che avete già cotto insieme ai tentacoli dei calamari e frullate il tutto con un frullatore ad immersione.

Prendete un piatto di portata, adagiate un cucchiaio di crema di spinaci al centro ed in modo uniforme spolverare con la liquirizia; quindi adagiatevi sopra gli anelli di calamari, il peperoncino “a fiore” ed il piatto e pronto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 
latuapubblicita2
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su