Recensioni | Enoteca Ristorante Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

suntrullouva

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Castello di Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Veduta della gravina di Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Veduta della gravina di Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Scorcio della gravina di Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Scorcio della gravina di Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Veduta della gravina di Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Redattori di FDS sul ponte della gravina di Massafra (Taranto) – Ph. © Valerio Giancaspro – All rights reserved

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Scorcio del centro storico di Massafra (Taranto) a strapiombo sulla gravina – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Calogero, il gatto di Vico II Santi Medici, Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Calogero, il gatto di Vico II Santi Medici, Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Vecchia legnaia a Vico II Santi Medici, Massafra (Taranto)– Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Scorcio del Vico II Santi Medici, Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Scorcio del Vico II Santi Medici, Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Fagottino di melanzana ripieno di ricotta su vellutata di pomodori – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Ricottina di latte vaccino con confettura di peperoncino – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Capocollo di Martina Franca in involtini ripieni di morbido formaggio con contorno di cicoria– Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Foglioline fritte di salvia in pastella – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Frittelle di salsiccia in pastella e rucola – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Frittelle di salsiccia in pastella e rucola – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Involtini di pancetta e fichi, impastellati e fritti – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Involtini di pancetta e fichi, impastellati e fritti – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Fette di ricotta in crosta di mais su cime di rape – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Polpette di vitello e melanzane su letto di melanzane a funghetto – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Primitivo di Manduria doc “Tradizione del Nonno” della Vinicola Savese Pichierri di Sava (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Tagliatelle di farina di Kamut con crema di ricotta, ricotta forte e fichi – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Maccheroni al ferretto con polpette di agnello al timo, pomodori appassiti, olive leccine e caciocavallo – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Filetto di vitello sfumato alla Moretti Gran Cru con patate e friggitelli – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Filetto di puledro alla senape con uva e capperi – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Cheesecake ai fichi in gelatina di uva – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Torta morbida ricotta e pere con sorbetto di fichi – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Scorcio del Vico II Santi medici, Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Valerio Giancaspro di FDS con il veicolo dei suoi sogni – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - Scorcio di massafra (Taranto) con la cupola del Duomo – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - A spasso per Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - A spasso per Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - A spasso per Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - A spasso per Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - A spasso per Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Ristorante-enoteca Falsopepe (Massafra): creatività e prezioso equilibrio di sapori

Puglia - A spasso per Massafra (Taranto) – Ph. © Ferruccio Cornicello – All rights reserved Feart ®

Rispettando la consolidata abitudine di far collimare le nostre escursioni gastronomiche con la scoperta di luoghi che valga la pena raccontare ai nostri lettori per le loro peculiarità storiche, urbanistiche e paesaggistiche, abbiamo scelto come meta della nostra nuova esplorazione la cittadina di Massafra, in provincia di Taranto, e l’Enoteca Ristorante Falsopepe situata nel cuore del suo centro storico.

Da Bari percorriamo la SS100 e in un’ora scarsa arriviamo nella località pugliese nota con il nome emblematico di Tebaide d’Italia (l’allusione è all’antica regione egiziana celebre rifugio di eremiti e anacoreti dei primi secoli del cristianesimo e al fatto che Massafra abbonda di antichissimi insediamenti rupestri, molti dei quali furono vere e proprie chiese, cappelle e monasteri di monaci basiliani in cerca di solitari ritiri spirituali). Massafra ha infatti la peculiarità di svilupparsi in modo suggestivamente irregolare negli spazi compresi fra due gravine – quella di S. Marco e quella della Madonna della Scala – profonde fenditure nel terreno semiroccioso popolate di macchia mediterranea, fichi d’India, agavi e – negli spazi sottratti alla natura selvaggia tramite appositi terrazzamenti sorretti da blocchi di tufo – anche agrumi e altre colture d’uso domestico. Ed è proprio in tali gravine che si trovano disseminati i numerosi insediamenti scavati nella roccia, di origine sia preistorica, sia attivi al tempo delle incursioni di Goti, Longobardi e Saraceni. Ce ne sarebbe già a sufficienza per fare di Massafra un museo a cielo aperto della civiltà rupestre del Sud che, a quanto ci risulta, ha iniziato ad essere oggetto di attenzione scientifica proprio in questi luoghi; senza escludere poi il fascino del paesaggio dato da una natura che sembra contendersi con l’uomo gli strapiombi e i precipizi su cui s’affaccia il paese, fra l’altro munito di un bellissimo castello d’origine normanna che – scrisse Pasolini – “appare puntato come uno sperone là dove l’abisso di Massafra si apre sulla pianura sconfinata”. Eppure l’impressione che si riporta arrivandoci è quella di una realtà che potrebbe fare ancora molto per valorizzare un ambiente davvero unico nel suo genere ma al momento lasciato un po’ a se stesso. Peccato.

E’ quasi ora di pranzo e nell’attesa è bello perdersi fra piccole corti, “vicoli e stradine scoscese, che si aggrovigliano come visceri” e attraverso i quali si regredisce “fino nel cuore del tempo”, come ancora una volta ebbe a scrivere Pasolini. Lungo una di queste, scendendo per gradoni da cui la vista s’apre verso la pianura sottostante, si trova la graziosa Enoteca Ristorante Falsopepe (in vico II Santi Medici 45). Il luogo sembra un’istantanea neorealista, fra mura bianche di calce, panni stesi al sole, bambini e gatti che scorazzano allegri intorno all’albero di Schinus molle, meglio noto come Falso Pepe, che campeggia ombroso davanti al locale. A riceverci c’è una gentilissima e inappuntabile responsabile di sala che ci conduce attraverso il suggestivo saliscendi dei pochi ambienti d’una antica casa dai pavimenti a tappeto in graniglia dal tipico gusto ottocentesco. Quattro terrazzini panoramici, una sala bar, più una cantina e una sala al piano terra per attività culturali completano l’affascinante complesso. Lungo le pareti solo arredi di gusto semplice e immagini fotografiche dei set di Fellini, testimonianza della passione per il cinema del patron Vincenzo Madaro.

Il menù proposto segue l’andamento delle stagioni e la reperibilità delle materie prime, alcune della quali prodotte direttamente nell’orto di casa. Pasta, pane e dolci sono rigorosamente fatti in casa. Le carni sono locali mentre i formaggi provengono dalle masserie pugliesi dell’area jonica e del territorio che va dalla Murgia fino al Gargano.

In questa vera oasi del gusto, capace di coniugare tradizione e creatività, con combinazioni inusuali di sapori che stimolano con intelligenza il gusto della scoperta, la kermesse di portate – tutte rigorosamente frutto dell’estro di Anna Di Gregorio e del suo braccio destro Michele Romanazzi – ha previsto come entrée un delizioso Fagottino di melanzana ripieno di ricotta su vellutata di pomodori, accompagnato da un cestino di sfiziosissimo Pane bianco alle noci e Pane ai cereali e olive, gradita presenza fino alla fine del pranzo. E’ stata poi la volta di una strepitosa Ricottina di latte vaccino con confettura di peperoncino, di un piatto di Pettoline al seguito di Capocollo di Martina Franca servito a mo’ di involtini ripieni di morbido formaggio con contorno di cicoria; deliziose anche le Foglioline fritte di salvia in pastella e le Frittelle di salsiccia e rucola, sempre in pastella; sublimi gli Involtini di pancetta e fichi, impastellati e fritti; e poi ancora Fette di ricotta in crosta di mais su cime di rape e Polpette di vitello e melanzane su letto di melanzane a funghetto. Superfluo sottolineare che i piatti di frittura sono tutti d’una estrema leggerezza che non va affatto a compromettere l’appetito. Passando ai primi piatti, la scelta è caduta su due assaggi fra le varie opzioni offerte dal menu: ci hanno positivamente sorpreso per intensità di gusto le Tagliatelle di farina di Kamut con crema di ricotta, ricotta forte e fichi prima di passare ai più soft ed entusiasmanti Maccheroni al ferretto con polpette di agnello al timo, pomodori appassiti, olive leccine e caciocavallo.

Doppio virtuoso assaggino anche per i secondi di carne, entrambi di equilibratissima cottura, con un intrigante Filetto di vitello sfumato alla Moretti Gran Cru con patate e friggitelli e un memorabile Filetto di puledro alla senape con uva e capperi. Il tutto è stato annaffiato con dell’eccezionale Primitivo di Manduria doc “Tradizione del Nonno” della Vinicola Savese Pichierri di Sava (Taranto) – un magnifico rosso che dopo la fermentazione, viene lasciato a maturare in contenitori di creta detti “capasoni” e finisce in bottiglia dopo aver completato l’invecchiamento in barriques di rovere francese – e dell’ottimo Negramaro “Il Nobile” della Vinicola Mediterranea di S. Pietro Vernotico (Brindisi): due etichette scelte fra una ben assortita selezione di vini regionali, nazionali ed esteri, integrata da una interessante selezione di birre artigianali e da un discreto numero di distillati. Squisiti i due assaggi di dessert, una Cheesecake ai fichi in gelatina di uva e la Torta morbida ricotta e pere con sorbetto di fichi, trionfale chiusura di un pranzo che oltre alle sue virtù gastronomiche ha offerto anche un eccellente rapporto qualità/prezzo (prezzo medio: 35 euro, vini esclusi). Menzione speciale per il servizio: impeccabile.

Enoteca-Ristorante Falsopepe, Massafra (Taranto)
Vico II Santi medici, 45
Chiusura: il mercoledì
Ferie: 20 ottobre – 10 novembre
Prezzo medio: 35 euro vini esclusi
Carte di credito:
Telefono: tel. 099.8804687
Sito web: www.falsopepe.it

 IL LUOGO

Visualizzazione ingrandita della mappa

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su