Racconta il tuo SUD | Badolato, profumo di storia e tradizioni, immagini e testo di Giulio Polisicchio

Badolato1.jpg

Calabria – Veduta panoramica di Badolato (Catanzaro) – Ph. Giulio Polisicchio per Racconta il tuo Sud

Badolato, profumo di storia e tradizioni

E’ una caldissima e afosa mattina di fine Luglio quando decido che Badolato sarà la scoperta della mattinata. La strada tortuosa che sale dal mare, offre sempre di più una vista incredibile fino a quando le curve d’asfalto portano al borgo, che sembra come poggiato su di una collina verdissima.

Arrivato nella piazza centrale spicca un monumento che simboleggia l’emigrazione, fenomeno da tempo e ancora oggi purtroppo presente in questa difficile terra, e armato di fotocamera appesa al collo “modalità turista”, inizio ad inoltrarmi per i vicoli stretti del borgo antico. E’ ancora presto, e gli anziani “custodi” che vi abitano, riposano e trascorrono il tempo al fresco dell’ombra sulle gradinate delle proprie abitazioni.

Oltre a me, c’è qualche visitatore tedesco che scatta foto e guardandosi intorno stupito rimane colpito dal fascino dei borghi del Sud Italia, difatti anche la mia attenzione è attirata dagli antichi palazzi e delle numerose chiese. C’è una bella torre campanaria costruita nel 1539, incastonata fra gli edifici nel cuore del Paese articolato in vicoli che nascondono storia nelle loro salite e discese, così come qualche piccolo negozio per metà tabacchi e per metà bottega di souvenir.

Rimango colpito e vengo invaso da una strana emozione, forse mai provata prima, quando ogni abitante di questo luogo, che facilmente si incontra durante la visita, contento ed orgoglioso ti sorride e saluta.

Davanti a me l’indicazione Chiesa dell’Immacolata (rappresenta uno degli esempi più importanti di architettura del Seicento in Calabria), che decido di seguire, percorrendo la strada all’improvviso più contorta e ripida, fin quando appare “un fiore di pietra” raggiungibile grazie ad un piccolo sentiero, ai piedi del Paese e distaccato dalle abitazioni.

L’atmosfera è davvero magica…un fitto silenzio contrastato solamente dal canto delle tortore avvolge la Chiesa che sorge su un poggio situato a 250 m di altitudine dal quale si gode un magnifico panorama: il Golfo di Squillace. Qui cielo e mare si fondono diventando un tutt’uno, ed è impossibile non fermarsi per diversi minuti a riflettere sulla propria esistenza e sul contrasto tra pace assoluta e caos del frenetico stile di vita quotidiano.

E’ il momento perfetto per scattare qualche foto ricordo, che allieterà la sofferenza della nostalgia, quando si sarà lontani da questa cittadina ammaliante.

Badolato, borgo incantato posto su di una collina color verde speranza, illuminato dal sole e dal sorriso dei suoi abitanti; credo sia il luogo giusto e perfetto per ritrovare la tranquillità e la serenità del proprio animo, oggi purtroppo sempre più lontana.

Giulio Polisicchio- Sud Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PHOTOGALLERY

Badolato di Giulio Polisicchio

Scorcio di Badolato (Cz) - Ph. Giulio Polisicchio per Racconta il tuo SUD

Badolato di Giulio Polisicchio

Scorcio di Badolato (Catanzaro) - Ph. Giulio Polisicchio per Racconta il tuo SUD

Badolato di Giulio Polisicchio

Scorcio di Badolato (Cz) - Ph. Giulio Polisicchio per Racconta il tuo SUD

Badolato di Giulio Polisicchio

Il Golfo di Squillace visto da Badolato (Cz) - Ph. Giulio Polisicchio per Racconta il tuo SUD

Badolato di Giulio Polisicchio

Chiesa dell'Immacolata, Badolato (Cz) - Ph. Giulio Polisicchio per Racconta il tuo SUD

>PARTECIPA ANCHE TU al grande racconto del SUD ITALIA  (EN)

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su