Matera. Un sogno di pietra in bianco e nero: immagini di Alex Scarcella, testo di Cesare Malpica

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

Basilicata - I Sassi di Matera - Ph. Alex Scarcella | CCBY-ND2.0

Basilicata – I Sassi di Matera – Ph. Alex Scarcella | CCBY-ND2.0

“Immaginate due valli divise fra loro da un rialto di terra, una volta a tramontana l’altra a mezzodì: due valli profonde scavate dalla natura nel tufo de’ colli. Su per le falde, e nell’imo di queste valli, seguendone la forma e il declivio, ponete delle case; su quell’altura o lingua di terra se vi aggrada, fate che s’alzino altre case, templi, palazzi, e altri grandi edifizi, ed avrete una città che siede infra due; una triplice città bizzarra per la sua forma, curiosa per le tante scene che ti offre. La città alta è la Civitas, la città primitiva, la città antichissima: le due valli che ora le son sorelle furon da prima suoi borghi, e con tal nome si chiamarono. Quando si volle ingrandir la Civitas, i borghi furon nomati Sassi, e serbandosi alla madre il suo nome matronale, chiamassi sasso Barisano, quello volto a tramontana, verso Bari, Sasso Caveoso l’altro, che è volto verso Montescaglioso. Il Duomo, i palazzi de’ notabili, la Sott’intendenza, la casa del Comune, il Seminario, la piazza, le più belle chiese decorano la Civitas, guardata a ponente da un forte castello, consistente in una cortina fiancheggiata da tre grosse, intatte, e forti torri. È dominato il Sasso Caveoso da un irto scoglio con a piedi una chiesetta scavata nel masso, in cima un faro, e una Croce. Signoreggiano il Barisano la chiesa e ’l cenobio degli Agostiniani. E le case de’ Sassi sono costruite in modo che una serva di base all’altra. Frammezzo ad esse serpeggian vie e viottoli, scendenti, ascendenti, di su, di giù, a manca, a ritta. Di talché quella casa che guardata alle spalle ha un piano solo, ne ha cinque veduta di prospetto. Vedi le botteghe su, i portoni giù; e questi superiori a’ balconi e a’ terrazzi; i quali a loro volta sono ora inferiori alle vie, ora a livello di queste. Aspetto più singolare di questo lo cercheresti invano fra le città d’Italia…”

Cesare Malpica (Capua 1801 – Salerno 1848), giornalista, scrittore, poeta
 

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Dalla mia finestra vedo una chiesa nella roccia di un monte che mi ha dato il buongiorno per ogni mattina della mia permanenza a Matera - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera, le Grotte affacciate sulla gravina - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - L'auto, una Fiat 500, contribuisce a costruire una immagine anni '70, ma il tutto si svolge nel...2008 - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Ogni fontana serviva numerose famiglie (il vicinato) che condividevano lo stesso cortile - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - L'anello per legare cavalli e somari: in pietra, come tutto del resto - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: bucato nei Sassi - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Vista panoramica. Al centro il monte all'interno del quale è stata scavata una chiesa - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - L'inizio, lungo le mura, di interminabili vicoli di scale che salgono verso la cima - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Tra rocce e pietre modellate dall'uomo nei secoli, una veduta di nuovo ed antico nei Sassi di Matera - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Un fuoco è stato acceso di recente in questo cortile abbandonato. Ci sono dei segni intorno (anche sulla porta sulla destra): forse qualche strano rito. Sembra che a distanza di decenni questo cortile abbia una vita notturna - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Tavoli di tronchi che accolgono... sassi - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - La chiesa del Purgatorio: ci sono teschi ed ossa dappertutto. Un po' inquietante. Credo raggiunga lo scopo per cui fu costruita - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: Sassi - Le case addossate le une alle altre sembrano un alveare... - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - ...una sorta di alveare in cui si muovono persone, ma anche auto e furgoni. Qualche parabola tradisce la modernità dei tempi. Le finestre si perdono a vista d'occhio. Sullo sfondo moderni casermoni. Matera ha un fascino notevole - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Entrate e salite - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Pensando alle foto di Henry Cartier-Bresson sui carretti di Matera (anni 50) - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Una processione di porte chiuse - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Rosone presente su molti muri delle case. Di piccole dimensioni, forse per favorire la circolazione dell'aria - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Giusto per essere sicuro ogni mattina: la scritta "UOMO" sui boxer potrebbe rivelarsi molto utile - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Gli antichi tetti delle abitazioni di Matera ospitano numerosi amici che ti danno il buongiorno la mattina - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Veduta panoramica dei tetti - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Scale, monti...e vicoli pieni di magia e di storia - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Tra monti e architetture. La facciata laterale della chiesta di San Pietro

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - Ogni tanto uno squarcio di luce rassicurante tra i vicoli di roccia e sassi - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera: i Sassi - S. Pietro. Purtroppo il parcheggio è figlio dei tempi moderni. Peccato... - Ph. Alex Scarcella

Matera: un sogno in bianco e nero, immagini di Alex Scarcella

Matera - Come bagliori di fuoco nella notte...Vista notturna nei Sassi - Ph. Alex Scarcella

 
Crediti immagini: Alex Scarcella | CCBY-NS2.0
 
aliamedia

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su