La grande mostra per il 400° anniversario di Mattia Preti si trasferisce a Venaria Reale

Picture 2 of 10

Piemonte - Reggia di Venaria Reale (Torino): la Galleria Grande - Ph. Twice25 & Rinina25 - License

DOPO TAVERNA, GLI USA E MALTA, IL PITTORE CALABRESE CELEBRATO NELLA PRESTIGIOSA REGGIA PIEMONTESE

Cinquanta opere, 40 delle quali del cavaliere Calabrese Mattia Preti di cui ricorre quest’anno il quarto centenario della nascita, affiancate a capolavori di Caravaggio, di Luca Giordano e di altri artisti vicini al suo stile (nella photogallery alcune delle opere esposte). E’ la mostra “Il Cavalier calabrese Mattia Preti. Tra Caravaggio e Luca Giordano” che dallo scorso 16 maggio e fino al 15 settembre la Reggia di Venaria Reale dedica al grande pittore seicentesco. ”Un rivoluzionario in servizio permanente-effettivo’, capace di ”proporre il Caravaggismo in chiave veneziana”: così Vittorio Sgarbi, curatore della mostra, ha presentato Mattia Preti, aggiungendo la definizione de ”il piu’ grande dei caravaggeschi”.

Prosegue così il tour da superstar che il pittore calabrese sta percorrendo attraverso le sue magnifiche opere, dopo la mostra inaugurale tenutasi con grande successo presso il suo paese di nascita, Taverna (Catanzaro), poi passata a Malta ed in corso fino al 7 luglio, e quella organizzata negli USA dal prof. John T. Spike, uno dei massimi esperti mondiali dell’artista.

La mostra di Venaria Reale propone un’importante selezione di opere del pittore calabrese, uno dei maggiori esponenti dell’arte italiana del Seicento, nominato “Cavaliere di Malta” da papa Urbano VIII. L’evento apre in concomitanza con il Salone Internazionale del Libro di Torino, dove la Regione Calabria è ospite d’onore.

Come accennavamo sopra, il percorso espositivo della mostra, ideato da Vittorio Sgarbi e da Keith Sciberras, professore di Storia dell’Arte all’Università di Malta, si snoda attraverso oltre 40 capolavori provenienti da circa 25 prestigiose collezioni pubbliche e private, italiane, maltesi e inglesi, presentati insieme ad importanti dipinti di Caravaggio e Luca Giordano che documentano le fonti, le influenze e gli esiti dell’originale ricerca pittorica di Preti.

La mostra è infatti aperta da una delle opere più note di Caravaggio: il Riposo durante la fuga in Egitto, proveniente dalla Galleria Doria Pamphilj di Roma, datata al 1595-1596. Quest’opera giovanile realizzata dal genio lombardo da poco arrivato a Roma, di straordinaria novità e qualità inventiva, contiene in nuce il “naturalismo” che tanta influenza avrà sulla pittura successiva. In occasione della mostra di Preti, La Venaria Reale presenta al suo pubblico questo straordinario capolavoro di Caravaggio proveniente da una delle collezioni private più famose al mondo che è stata esposto nella grande antologica dedicata a Caravaggio tenutasi alle Scuderie del Quirinale nel 2010 per il quattrocentesimo Anniversario della morte del Merisi.

La mostra di Venaria Reale è in collaborazione con Regione Calabria e il Comitato per le celebrazioni del IV Centenario della nascita di Mattia Preti. Realizzata dal Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale, con il supporto della Repubblica di Malta. A cura di Vittorio Sgarbi e Keith Sciberras.

REGGIA DI VENARIA REALE (TORINO)
Sale delle Arti, I piano
Da martedì a venerdì: dalle ore 9 alle 17 (ultimo ingresso 1 ora prima circa)
Sabato e domenica: dalle ore 9 alle 20 (ultimo ingresso 1 ora prima circa)
Lunedì: chiusura
Per informazioni e prenotazioni: tel. + 39 011 4992333

preti1

Mattia Preti – Un soldato (XVIII sec.)

IL LUOGO


Visualizzazione ingrandita della mappa

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su