Invasioni digitali al Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli di Rossano

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

Calabria - Antichi documenti della famiglia Amarelli, Museo della Liquirizia, Rossano (Cosenza)

Calabria – Antichi documenti della famiglia Amarelli, Museo della Liquirizia, Rossano (Cosenza)

di Redazione FdS

Invasioni digitali (22 aprile – 8 maggio 2016) approda anche al Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli di Rossano (Cosenza), in Calabria. Anche quest’anno il Museo d’Impresa più visitato d’Italia dopo quello della Ferrari sarà uno dei luoghi della cultura protagonisti degli scatti di fotografi professionisti ed amatoriali che confluiranno sulla Rete a tratteggiare un grande affresco del nostro ricchissimo patrimonio culturale. L’appuntamento (a ingresso gratuito) è per domenica 8 Maggio alle ore 16.30.

Incisioni, documenti, libri, foto d’epoca ma anche attrezzi agricoli, oggetti di vita quotidiana, ricostruzioni di momenti di vita aziendale d’epoca e splendidi abiti antichi – testimoni della vita e del lavoro di una famiglia che da sempre valorizza le radici delle piante di liquirizia spontanee sulla costa ionica – saranno presi d’assalto dagli scatti di fotografi e poi condivisi sui diversi social network.

Il Museo Amarelli è uno dei luoghi più ricchi di storia e cultura del territorio calabrese. Insignito del prestigioso Premio Guggenheim, ‘per aver saputo comunicare e trasmettere una filosofia singolare legata all’impresa e alla famiglia’, è oggi il più visitato museo d’impresa in Italia dopo quello della Ferrari.

Negli spazi storici annessi alla fabbrica, esso racconta la storia della famiglia Amarelli e del suo impegno imprenditoriale iniziato nel 1731. L’emozionante storia familiare si fonde con quella di un prodotto unico, simbolo del territorio calabrese: la liquirizia.

Invasioni Digitali al Museo Amarelli (Rossano, 8 maggio 2016)

Invasioni Digitali al Museo Amarelli (Rossano, 8 maggio 2016)

Gli ”invader” varcheranno la soglia dello storico museo in compagnia del padrone di casa Fortunato Amarelli e, insieme a lui, faranno un salto nel tempo: tra oggetti d’altri tempi scopriranno vecchi documenti, foto e libri testimoni della storia della celebre famiglia che non può essere distinta da quella della stessa liquirizia.

Ecco allora i rametti di questa pianta che nasce spontanea in Calabria e le indicazioni sulla sua lavorazione, i macchinari tradizionali, una splendida riproduzione di un punto vendita ottocentesco, fino ad arrivare alla ‘galleria della modernità’, con le più importanti innovazioni tecnologiche e i cambiamenti dell’azienda, sempre al passo con i tempi senza abbandonare mai la tradizione.

Passione, impresa, tradizione e cultura uniti in un unico luogo, specchio di una filosofia in cui l’identità di un prodotto non può disgiungersi da quella della storia e del territorio che l’ha generata.

Ai fortunati invader verranno regalate delle particolari scatoline Amarelli create appositamente per l’occasione in tiratura limitata. Inoltre, alla fine del tour, tutti i partecipanti potranno degustare deliziosi gelati alla liquirizia per concludere in dolcezza il pomeriggio.

Non è necessaria un’attrezzatura professionale, basta usare uno smartphone per immortalare dettagli e particolari. Le foto dovranno essere postate su FACEBOOK, PINTEREST, TWITTER ed INSTANGRAM. #INVADIMUSEOAMARELLI, #INVASIONIDIGITALI sono gli hashtag necessari per condividere e vedere tutte le foto.

Museo della Liquirizia ‘G. Amarelli’, Rossano
SS. 106 – Contrada Amarelli
Info: 0983.511219
info@museodellaliquirizia.it

IL LUOGO

 
aliamedia
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su