Il miele di Rossano Calabro vince il Premio Internazionale Franci

Miele

Stilla di miele – Ph. Dino GiordanoLicense

“Riempie di orgoglio vedere le eccellenze rossanesi insignite di prestigiosi premi. L’azienda “Valle del Colognati”, condotta dalla famiglia Beraldi, attraverso la produzione del particolare miele autoctono, ha dimostrato di saper valorizzare le profonde radici agroalimentare del territorio. La nostra Città, ricca di diverse tipicità, ha le carte in regola per poter potenziare quella filiera produttiva artigianale che miri ad una migliore promozione culturale ed enogastronomica di qualità, sia in Italia che in Europa.” È, questo, quanto ha sostenuto il Sindaco di Rossano Giuseppe Antoniotti dopo i prestigiosi riconoscimenti riscossi dall’azienda agricola Valle del Colognati, di Carmine Beraldi, nella produzione dei Mieli di Castagno, Clementine e Millefiori.

I tre nettari, giudicati dalla giuria di esperti dell’ASGA (Apicoltori Siena Grosseto Arezzo), presieduta dal Prof. Marco Valentini, hanno ricevuto il Premio Internazionale “Roberto Franci”: Secondo classificato assoluto e menzione speciale per il miele di Clementine 2013; primo classificato 2012 nella categoria miele di Castagno.

ape

Ape che raccoglie il polline da fiore di pianta aromatica – Ph. Derek KeatsLicense

“Esprimo le mie più vive congratulazioni – ha dichiarato il Primo cittadino – per il riconoscimento ricevuto dall’azienda Valle del Colognati, che ha contribuito a dare maggiore risalto alle tipicità di questo territorio e della nostra città. Questa impresa ha creduto nel valore della famiglia, difendendo, da un lato, il prodotto artigianale e resistendo, dall’altro, alla massiccia produzione industriale dei prodotti alimentari. Siamo orgogliosi del fatto – prosegue il Sindaco – che gli aromi, i profumi ed i sapori di questa terra, amalgamati nel miele prodotto dalla famiglia Beraldi, abbiano avuto un riconoscimento così importante. Che, di fatto, ha valorizzato, ancora di più, la preziosità di luoghi incontaminati come la Sila Greca e l’oasi naturalistica dei giganti di Cozzo del Pesco. In un momento di forte crisi economica – ha concluso Antoniotti – questo evento restituisce una speranza di ripartenza ad un settore, quello dell’agricoltura, da sempre vanto per il nostro territorio.

favo

Ape nel favo – Ph. Peter ShanksLicense

(Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying).

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su