Favella Lab: un’azienda calabrese lancia un progetto video sul tema della libertà. Otto creativi esperti di viaggi e innovazione in full immersion per nove giorni sul territorio

favella

Calabria – Borgo Favella, villa del XVII sec. in agro di Corigliano Calabro (Cosenza)

di Redazione FdS

Sono gentili e socievoli, hanno una grande propensione per la scoperta, comunicano in modo innovativo, sono viaggiatori che vengono da Paesi diversi, sventolano la bandiera della libertà, si propongono come un esempio per un mondo migliore. Sono gli otto creativi che dal 18 fino al 26 luglio saranno protagonisti del Favella Lab, ospiti di Borgo Favella, una splendida villa del 1600 immersa in ettari ed ettari di terreno, nel cuore della Sibaritide, e sede principale dell’omonima azienda operante nel settore  agroalimentare fin dagli anni ’30.

Favella ha voluto associare il proprio brand ad un’iniziativa di marketing territoriale mediante la realizzazione di 8 video affidata ad altrettanti creativi che per nove giorni saranno ospitati presso la sua affascinante sede. Ad essi vengono pagati viaggio, vitto e alloggio, forniti strumenti tecnici, mezzi e supporto di professionisti per una cifra totale di 50.000 dollari messa a disposizione da un gruppo di sponsor di cui Favella è capofila. Scopo dell’operazione è quello di realizzare un video a testa che abbia il tema: “Liberi di…”. Durante il soggiorno i viaggiatori-creativi al centro di questo progetto potranno – oltre che strutturare e realizzare i video loro richiesti – divertirsi, bere, fare skate, surf, fumare, condividere in vario modo la quotidianità.  Del resto, dicono gli organizzatori “il nostro intento è quello di riunire le migliori menti libere contemporanee e metterle in condizioni di creare insieme idee positive che siano un esempio di libertà e di ispirazione.”

Per quanto riguarda il vitto, ai creativi saranno serviti pasti preparati utilizzando prodotti locali coltivati nei campi dell’Azienda Favella, specializzata in prodotti caseari derivati da latte di bufala e prodotti agricoli di alta qualità. Per realizzare invece lo sviluppo delle idee, verranno messi a loro disposizione diverse figure professionali, come: grafici, operatori video, sviluppatori web, avvocati e professionisti generici. Inoltre saranno a disposizione degli ospiti: attrezzature video professionali (computer, videocamere, droni, camere subacquee), attrezzature sportive (skate, surf, sup, canoe, mountain bike), veicoli di diversa tipologia (Jeep, van, quad, moto da cross) e tutto quello che riterranno necessario (entro il limite del budget offerto dal gruppo Favella).

L’AZIENDA FAVELLA

Nata come azienda pastorale, Favella ha negli affiancato alla cultura dell’allevamento quella della produzione agro-alimentare e nel 1970 è stata premiata con la medaglia d’oro dal Ministero dell’agricoltura per la superiorità dell’allevamento di bovini da latte. E’ un’azienda in costante evoluzione che, forte di una esperienza consolidata e guidata dall’amore per il territorio e il rispetto dell’ambiente ha saputo crescere adeguandosi alle richieste dei consumatori fino ad arrivare, oggi, a produrre tre linee di prodotti unici Made in Calabria. Nei luoghi che millenni fa videro risplendere la cività di Sibari, Favella possiede 5 ettari di orti per la produzione di verdure e spezie, 45 di risaie, 55 di agrumeti, 16 di uliveti e 250 ettari di terreni seminativi per la produzione dei diversi foraggi per gli animali. In questa cornice unica 800 bufale possono pascolare mentre sotto le serre fotovoltaiche, senza alcuna emissione di CO2, si coltivano profumatissime erbe aromatiche, teneri funghi e ortaggi prelibati. Più recentemente Favella ha anche dato vita a una linea di cosmetici di alta qualità realizzati con ingredienti selezionati e coltivati all’interno dell’azienda.

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su