Etna, la montagna di fuoco, nello scatto del calabrese Francesco Cucinotta

ph. francesco cucinotta

L’Etna al tramonto visto da Palmi (Reggio Calabria)  – Ph. Francesco Cucinotta – FdS: courtesy dell’Autore

L’azzurro cielo dello Stretto sfuma in tenue rossore e i monti di Sicilia si levano dall’ombra con inattesi profili. Su tutti svetta maestoso l’Etna, arcano monolite che cela nelle viscere il segreto della vita e della morte. Suo è il tempo del sole, della luna, degli astri, e nè la folgore, nè le meteore, nè la pioggia  o le tempeste lo smuovono. L’arcobaleno a volte lo sfida in altezza, ma lui lo supera con le sue perenni colonne di fumo e, alto più di ogni cosa, sta lì a ricordarci la potenza del fuoco, vera, immortale anima della Sicilia.

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su