Debutto nazionale da Tropea per Invasioni Digitali 2015

def

Discovering Tropea, primo evento di Invasioni Digitali 2015

Calabria – Discovering Tropea, primo evento di Invasioni Digitali 2015

di Redazione FdS

Per la terza edizione di Invasioni Digitali (24 Aprile – 3 Maggio 2015), Cosi Mali – progetto di promozione territoriale 2.0 a 360° – con il supporto di Romano Arti Grafiche e dell’Istituto Scolastico Superiore di Tropea, ha organizzato per il 24 aprile h. 10.30 l’invasione digitale Discovering Tropea, un percorso itinerante alla scoperta del patrimonio storico-culturale tropeano e calabrese, muniti di macchina fotografica, videocamera o cellulare, pronti a condividere l’esperienza sui social network. 

Una passeggiata culturale e “digitale” per il centro storico tropeano, ammirando gli antichi palazzi nobiliari e le principale chiese, con l’aiuto di guide locali che racconteranno la storia dei vari punti d’interesse. L’invasione si concluderà al Santuario di Santa Maria dell’Isola – da poco riaperto dopo ben 9 anni di chiusura forzata – emblema di Tropea e della Calabria tutta.

 L’iniziativa, oltre a promuovere il territorio sul web, è stata strutturata anche dal punto di vista didattico coinvolgendo gli studenti dell’ISS Tropea. #InvadiTropea sarà l’hashtag ufficiale dell’evento, che sarà la prima invasione digitale del 2015 in Italia.
.
Le Invasioni Digitali sono un movimento di persone che supporta il patrimonio culturale “invadendolo” e documentando l’esperienza attraverso il web e i social media. Ogni invasione si prefigge l’obiettivo di creare nuove forme di conversazione e si basa sulla co-creazione e promozione di valore culturale attraverso la partecipazione attiva dei visitatori alla narrazione del patrimonio. Invasioni Digitali è caratterizzato da un approccio dal basso: le persone organizzano indipendentemente singoli eventi in tutto il paese in un periodo stabilito. Gli invasori sono blogger, fotografi, archeologi, instagramers, storici, esperti di comunicazione ma anche semplici amanti del proprio paese con i più svariati background. L’accelerazione della rivoluzione digitale può contribuire in maniera esponenziale allo svecchiamento delle istituzioni culturali e favorire una concezione “aperta e diffusa” del patrimonio culturale, incoraggiando la conoscenza e la partecipazione a livello educativo e creativo dell’utenza.
Per tutte le informazioni consultare il sito di Cosi Mali

aliamedia

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su