Biccaresi illustri

depalma

Il grande pilota Ralph De Palma, originario di Biccari, borgo dove nacque nel 1882. Vinse la 500 miglia di Indianapolis nel 1915

di Enzo Garofalo

Stemma_mons._Gentile Nel rinnovarvi il nostro invito a visitare Biccari (Foggia) e l’intera area dei Monti Dauni, terminiamo il nostro viaggio rievocando alcune figure di suoi cittadini illustri, dei quali certamente torneremo ad occuparci nella nostra rubrica “Gente del Sud”. Procedendo in ordine cronologico, ricordiamo innanzitutto che Biccari ha dato i natali nel XVIII secolo al vescovo Filippo Gentile, teologo e giureconsulto, filologo e poeta, fine conoscitore del latino, del greco e dell’ebraico (nella foto lo stemma del prelato).

depalma Nell’Ottocento nasceva invece nel borgo dauno Ralph De Palma (nella foto a sin. e in alto), affascinante figura di sportivo, in fase di recentissima riscoperta, a cui il Comune ha dedicato una sala con relativa mostra documentaria (nelle foto seguenti alcuni dei pannelli illustrativi – Ph. © Ferruccio Cornicello) che ne narra l’epopea vissuta negli Stati Uniti. Noto come pilota automobilistico, in realtà si cimentò fin da ragazzo anche nel ciclismo e nel motociclismo. Su 2889 gare a cui partecipò nelle tre discipline, ne vinse ben 2557, probabilmente un record mondiale assoluto.

DSC_5941 DSC_5943 DSC_5949

Tramite il giornalista Maurizio De Tullio (nella prima foto sopra), autore del volume “Ralph De Palma – Storia dell’uomo più veloce del mondo” (ed. Agorà), prima biografia italiana dedicata al personaggio, e portavoce del “Comitato Promotore per le celebrazioni di Ralph De Palma”, abbiamo appreso che il pilota biccarese fu un mito ispiratore per il grande Enzo Ferrari e che si distinse per il suo spessore umano oltre che sportivo: sempre solidale verso i suoi rivali, è rimasto storico il suo rifiuto di accettare i 13 mila dollari raccolti dai suoi fans per risarcirlo della mancata vittoria, a causa di un’avaria meccanica, alla 500 Miglia di Indianapolis nel 1912. Il pilota riuscì a classificarsi, spingendo a mano con l’aiuto del suo meccanico l’auto fino alla linea del traguardo, ma avrebbe poi vinto la prestigiosa corsa nel 1915: fu l’unica vittoria di un italiano. Di essa ricorre il centenario il prossimo anno, occasione imperdibile per celebrare un uomo e uno sportivo meritevole di grande attenzione.

DonatoMenichella Altro biccarese illustre è infine Donato Menichella (1896-1984), direttore generale dell’IRI dal 1934 al 1944 e Governatore della Banca d’Italia dal 1947 al 1960 (nella foto a lato). E’ stato tra i fondatori dell’Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno (SVIMEZ), che ha elaborato l’idea di un “nuovo meridionalismo” fondato sull’intervento straordinario nel Mezzogiorno. Scaduto il Piano Marshall, e sull’esempio dell’americana Tennessee Valley Authority, Menichella suggerì il progetto della Cassa per il Mezzogiorno (1950), intesa come agenzia temporanea destinataria delle disponibilità della Banca Mondiale a finanziare con prestiti in dollari programmi di investimento nelle aree depresse del mondo.

Leggi anche:

> ALLA SCOPERTA DI BICCARI. NEL CUORE DEI MONTI DAUNI LA PUGLIA CHE NON T’ASPETTI

> BICCARI: UN BORGO ‘’BIO’’ FRA SENTIERI NATURA E SPORT ECOSOSTENIBILI

> BICCARI: IL SECOLARE PATRIMONIO CULTURALE DI UN BORGO APERTO AL FUTURO

> GASTRONOMIA: SAPORI UNICI CHE PARLANO DEL TERRITORIO

Scarica | INDIRIZZI UTILI A BICCARI (FG)

IL LUOGO

2 commenti

  1. Maurizio De Tullio

    Cari colleghi,
    vorrei ringraziarvi non solo per avermi citato quale autore del libro sul pilota biccarese Ralph De Palma e per aver tracciato una breve ma significativa cornice del ‘nostro’ campione (‘nostro’ perché nel 2013 il Comune di Biccari mi ha conferito la Cittadinanza Onoraria).
    Vi ringrazio, soprattutto, per l’eccellente qualità del lavoro svolto nella “tre giorni” di press tour a Biccari e sui Monti Dauni. Il vostro reportage – supportato da una bella scelta e, soprattutto, da una qualità eccezionale di foto – descrive con minuziosità, precisione, competenza e – non ultimo – vero amore questa ancora poco nota ma bellissima porzione di territorio pugliese.
    Vi ho apprezzato, conoscendovi di persona nelle poche ore di contatto registrato nella prima giornata del press tour, vi apprezzo ancor più adesso, dopo aver letto – “cibandomi” con gusto – le vostre descrizioni e impressioni.
    Complimenti davvero sinceri per il vostro lavoro, non facile, e per la mission alla base della vostra sfida giornalistica, culturale e imprenditoriale che – sono certo – saprà gratificarvi tagliando traguardi ancora più alti.
    Un saluto ai bravissimi Enzo Garofalo, Ferruccio Cornicello e alla collega di cui mi sfugge il nome, esempio plastico e corretto di ottimo lavoro giornalismo d’equipe per la scoperta e valorizzazione del territorio pugliese.
    Un cordialissimo saluto e un augurio di buon lavoro.
    Maurizio De Tullio – Foggia

    • Caro Maurizio grazie innanzitutto per i complimenti ma soprattutto grazie per aver fatto parte dell’ospitalissimo staff di accoglienza che ha reso il nostro soggiorno a Biccari motivo di grande interesse e piacere. Il ‘tuo’ Ralph De Palma è stato davvero una bella scoperta per noi ed il tuo volume a lui dedicato sarà uno strumento prezioso per raccontarlo in modo più completo ai nostri lettori in un prossimo servizio del nostro magazine. Mi auguro che ci siano altre occasioni per incontrarci nuovamente: fa sempre piacere fare la conoscenza di colleghi come noi animati dalla passione e dal gusto per la scoperta di tutto ciò che riguarda questo nostro sud, ancora ricco di storie da raccontare.
      Saluti cordialissimi da tutti noi e buon lavoro anche a te.
      Enzo Garofalo e Ferruccio Cornicello

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su