«Un trésor caché et méconnu»: la Calabria vista dai blogger francesi Pauline Juliano e Florent Tamet

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

 

Pauline Juliano e Florent Tamet

Pauline Juliano e Florent Tamet

Magellan: ispirato al celebre esploratore portoghese, è il nome sotto il quale si ‘celano’ i due viaggiatori e blogger francesi Pauline Juliano e Florent Tamet, entrambi cultori dei nuovi linguaggi multimediali, sebbene il loro motto, come sintetizza Florent, sia “digital mind, analog soul” (mente digitale, anima analogica), frase che allude a un uso della tecnologia quale strumento per veicolare emozioni vissute nel mondo reale. Sull’omonima pagina Facebook amano pertanto condividere le loro esperienze di viaggio attraverso l’Europa, e lo fanno tramite brevi video con cui puntano a restituire al pubblico della Rete le suggestioni raccolte strada facendo. Una delle loro tappe più recenti è stata la Calabria terra che, come recita il testo che accompagna il video, si è mostrata ai loro occhi come “un trésor caché et méconnu, au bout du bout de la botte italienne, qui se révèle plus sublime encore vue du ciel” (un tesoro nascosto e sconosciuto, alla fine dello Stivale italiano, che si rivela ancora più sublime visto dal cielo). Da Cleto a Tropea, passando per Crotone, Pizzo, Capo Vaticano con sullo sfondo le isole Eolie, due minuti circa di riprese a volo d’uccello, realizzate attraverso un drone Phantom 4 pro, ci mostrano infatti una terra ricca di contrasti e di colori che mutano col mutare del suo incredibile paesaggio [di Redazione FdS].

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

quattro × uno =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su