Lux Novi Itineris. Tour alla scoperta di Catanzaro e Squillace

Castello di Squillace (CZ) - Image source

Castello di Squillace (CZ) – Image source

di Redazione FdS

Alla scoperta di Catanzaro e Squillace, per conoscerne le radici millenarie, amarle, preservarle. E’ la mission del tour Lux Novi Itineris che il prossimo 16 giugno si svolgerà fra Catanzaro e Squillace ripercorrendo la storia della loro fondazione successiva alla caduta della romana Scolacium per via delle invasioni saracene. Due luoghi che rappresentarono la salvezza per gli abitanti delle coste e dei territori limitrofi, che grazie alla loro fondazione, poterono organizzarsi e vivere in luoghi fortificati, situati in posizioni strategiche. Due fondazioni che aprirono la strada alla storia di due importanti centri di potere, cultura, spiritualità.

Per gli autoctoni sarà una giornata alla scoperta delle proprie radici e del fascino che da millenni li circonda, nel mutare della storia. Una bellezza di cui occorre riappropriarsi ma per farlo, occorre prima di tutto conoscerla ed amarla. Per i turisti sarà invece l’occasione per conoscere più a fondo questo angolo di Calabria, al di là di quello che raccontano le guide cartacee.

Il tour, ideato e guidato da Angela Rubino - giornalista, blogger e guida turistica autorizzata –  inizierà da Catanzaro e più precisamente dal quartiere più antico, denominato Grecìa e ripercorrerà i tratti salienti della storia cittadina, con particolare attenzione ad alcuni dei retaggi più importanti delle sue origini bizantine, come l’arte della seta. Si farà tappa al Museo Diocesano, dove sono custoditi splendidi manufatti serici della tradizione catanzarese e non solo. Si conosceranno alcuni antichi quartieri, con la loro affascinante storia e il suggestivo “gioiello” medievale, la chiesetta di Sant’Omobono, incastonata a poca distanza dai resti del castello normanno, nell’antico quartiere Paradiso.
 

I resti del Castello di Catanzaro

I resti del Castello di Catanzaro

Dopo una sosta per rifocillarsi, sulla suggestiva terrazza del San Giovanni, si partirà alla volta di Squillace. Il tour partirà da piazza Duomo, dall’imponente Cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta, per poi proseguire alla scoperta dell’antico borgo, in cui tangibili sono i segni delle passate dominazioni che si susseguirono alla guida della cittadina la quale, sul finire del XV secolo fu eretta a principato, passando sotto l’egemonia della potente casata dei Borgia. Antichi portali, abbelliti da stemmi nobiliari testimoniano questi passaggi storici, insieme all’imponente castello edificato dai normanni nel 1044 e poi rimaneggiato nei secoli seguenti. Non può mancare la visita ad une delle botteghe dei maestri ceramisti di Squillace, che da millenni praticano l’arte della ceramica, dando vita a splendide creazioni che hanno ottenuto il marchio DOC.
 

Cattedrale di Squillace - Image by Terre Joniche

Cattedrale di Squillace – Image by Terre Ioniche

PROGRAMMA

Ore 9.00: ritrovo dei partecipanti nel piazzale del Benny Hotel (incrocio Viale del Filippis – Viadotto Morandi)

Ore 9.45: inizio percorso guidato a Catanzaro

Ore 13.00: Pranzo al sacco

Ore 14.30: partenza per Squillace da piazza Matteotti

Ore 15.00: arrivo a Squiilace

Ore 15.30: inizio percorso guidato

Ore 18.00: fine dell’escursione

Ore 18.30: partenza per il ritorno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Raduno visitatori sul piazzale del Benny Hotel (incrocio Viale del Filippis – Viadotto Morandi)
Ticket: 20 euro a persona (7 euro: guida; 9 euro: autobus; 2 euro: ingresso Castello Squillace; 2 euro: ingresso Museo Diocesano)
Numero partecipanti: minimo 20; massimo 40
Prenotazioni: si accettano prenotazioni fino al 14 giugno
Per info e prenotazioni contattare il 339 6574421

I LUOGHI

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

dieci − 10 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su