Let Be Children: parte in Calabria il primo progetto privato per aiutare bambini e ragazzi con autismo

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

autism

di Redazione FdS

Il prossimo 20 giugno 2017 si inaugura in Calabria il primo progetto della Fondazione I Bambini delle Fate volto ad aiutare i bambini e i ragazzi con autismo, l’ormai noto disturbo del neurosviluppo che colpisce sempre più bambini in tutto il mondo.

In Calabria, come nel resto d’Italia, le risorse finanziarie dedicate alla disabilità risultano inadeguate. Per reagire a questa inadeguatezza oltre 100 persone hanno scelto di donare regolarmente per un progetto comune nella provincia di Cosenza: il primo in Calabria finanziato grazie alla campagna Sporcatevi le Mani della Fondazione I Bambini delle Fate, e il primo in Italia a raggiungere l’obiettivo di 20.000 euro in soli tre mesi!

Aiutare i bambini, i ragazzi con autismo e le loro famiglie: questa è la missione di Let Be Children, Associazione non profit, nata a Trebisacce (CS) a luglio 2016 e che tra qualche giorno darà inizio alle sue attività. Martedì 20 giugno 2017 verrà infatti inaugurato ad Amendolara (CS) il Centro Socio-Educativo dell’Associazione la cui struttura è stata messa a disposizione, in comodato d’uso gratuito, dall’Amministrazione Comunale. È qui che, nel corso dell’anno, saranno organizzati percorsi ludico-educativi e laboratori progettati da una consulente esperta ABA e realizzati da volontari formati.

Nonostante gli innumerevoli tavoli di lavoro istituzionali, nonostante i fondi stanziati dall’Europa per l’inclusione sociale, la situazione nella Regione più dimenticata d’Italia è davvero preoccupante. La spesa pro-capite annua per interventi e servizi sociali (pari a 25 euro) è ampiamente inferiore alla media nazionale (che si attesta su un valore di 117 euro, dati Istat 2012). La famiglia si configura, quindi, come il soggetto centrale nella cura della persona con disabilità e finisce spesso per condividerne la marginalità e l’isolamento. Con il raggiungimento della maggiore età e il venire meno dell’inclusione scolastica, la situazione descritta tende ad accentuarsi. In questo contesto, le famiglie coinvolte vivono nell’ombra, non potendo contare né su condizioni ambientali favorevoli all’integrazione, né su politiche pubbliche e servizi che – ad eccezione della scuola – possano rappresentare un reale sostegno. L’Ambito socio-assistenziale dell’Alto Ionio Cosentino (composto da 17 comuni con capofila il comune di Trebisacce) si colloca a pieno titolo in questo difficile scenario.

Ecco allora perché è importantissimo il ruolo dei cittadini per attuare comportamenti responsabili e cambiare concretamente la situazione. Let Be Children, già dal 22 giugno, aprirà le porte del Centro due pomeriggi a settimana, ma l’auspicio è lavorare 365 giorni all’anno per coinvolgere sempre più persone che abbiano desiderio di rimboccarsi le maniche. Sono già molti coloro i quali hanno messo a disposizione le proprie competenze, per essere promotori di un reale cambiamento sociale. Perché, nonostante le mille difficoltà, cambiare lo stato attuale delle cose è possibile. A dimostrare l’esistenza di una Calabria che, se chiamata all’azione, risponde. E quello che una volta era un sogno inizia a trasformarsi in una realtà sempre più tangibile.

Martedì 20 giugno, dalle 19.00, sarà raccontata la storia di Let Be Children e di cosa si vuole costruire insieme a chi ha creduto nel progetto fin dal primo momento, come Samanta La Manna, Presidente e co-founder dell’Associazione, e Maria Rosaria La Manna, co-founder, di chi ha deciso di appoggiarlo come Antonello Ciminelli, sindaco di Amendolara e moltissimi volontari. All’inaugurazione del Centro sarà presente anche Franco Antonello, presidente delle Fondazione I Bambini delle Fate con suo figlio Andrea, e il vescovo di Cassano allo Ionio, monsignor Francesco Savino. Subito dopo il taglio del nastro, la serata terminerà con i festeggiamenti, tra buona musica e un buffet offerto dagli amici di Let Be Children.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Let Be Children
Sede Legale: Via Pietro Calamandrei, 5 
87075 Trebisacce (CS)
Info: info@letbechildren.org
samanta.lamanna@gmail.com
latuapubblicita2
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

8 + venti =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su