L’enigma dell’amore nell’arte contemporanea. Mostra collettiva a Palermo

Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

Momò Calascibetta, Piazza della Vergogna, acrilico e matita. Una delle opere in mostra a Palermo

Momò Calascibetta, Piazza della Vergogna, acrilico e matita, 1987. Una delle opere in mostra a Palermo

di Redazione FdS

Il prossimo 15 dicembre 2016, al Palazzo Bonocore di Palermo, si inaugura la mostra “Divino Amore – L’enigma dell’amore nell’arte contemporanea”, a cura di Alba Romano Pace. Direzione artistica di Lucio Tambuzzo.

Ispirata dal famoso quadro di Tiziano del 1514 dal titolo “Amor sacro Amor profano”, la mostra interroga, nei suoi significati ed ambivalenze, l’eterno enigma dell’amore attraverso il linguaggio visivo dell’arte contemporanea. Le opere presenti: video, installazioni, pittura e scultura intrecciano tecniche e linguaggi differenti ed innestano identità culturale ed evocazioni sensoriali focalizzando sull’interazione uomo-natura. Il proposito della mostra è quello di creare una sorta di fenomenologia dell’amore, mettendo in evidenza i contrasti e le affinità che intercorrono tra le sue due più forti espressioni, la celeste e la terrena, antitetiche solo in apparenza. Si mostra così come ogni elemento dell’amore può essere l’uno e il suo contrario, per mandare un unico messaggio di pace richiamando l’attenzione su un “patrimonio immateriale ed universale” in quanto continuum evolutivo di idee ed il linguaggi che possano portare alla comprensione ed il rispetto delle diverse culture e correnti di pensiero. 

Artisti in mostra: Giuseppe Agnello, Salvo Agria, Francesco Balsamo, Momò Calascibetta, Cinzia Conte, Rita Casdia, Gaetano Cipolla, Sergio Fiorentino, Grazia Inserillo, Carlo Lauricella, Charles Maze, Maurice Mikkers, Andreas Söderberg – Collettivo Moment22, Collettivo Studio Forward, Collettivo mammasONica, Domenico Pellegrino, Giuseppe Pulvirenti, Ignazio Schifano, Marco Stefanucci, Giuseppe Zimmardi.

Il percorso espositivo si articola in 5 stanze, ad ogni stanza è adibito un tema, una sezione, dove sono presentati i due aspetti (l’uno terreno l’altro celeste) dello stesso argomento: Il Chiarore e l’Oscurità; Corpo spirituale e corpo materiale; L’Acqua purificatrice e la Fonte della vita; L’Eden e il Giardino delle delizie; Veneri e Sante.

In occasione della mostra ci sarà la visita ufficiale dei Delegati Internazionali dell’ICCN, Inter City Cultural Network, Organizzazione Internazionale riconosciuta dall’UNESCO, che ha sede a Gangneung, Corea del Sud, città che sarà anche la sede delle prossime Olimpiadi Invernali del 2018, con la presenza di oltre 50 rappresentanti di città e ONG di vari paesi del mondo.

mostra

Palazzo Bellomo, Palermo
Piazza Pretoria n.2
Info: palazzobonocore@gmail.com
Tel. 091 6870520

IL LUOGO
Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

 
latuapubblicita2
 

  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
    Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

16 + 2 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su