La calabrese Caterina Ceraudo vince il premio “Chef under 35 dell’Anno” ai Food Community Awards

La chef Caterina Ceraudo - Ph. Brambilla Serrani

La chef Caterina Ceraudo – Ph. Brambilla Serrani

di Redazione FdS

Già vincitrice del premio “Donna Chef” 2017 della Guida Michelin, per la sua “cucina moderna e allo stesso tempo non complicata, in cui il sapore è spesso bilanciato da giuste dosi di acidità e dolcezza”, la giovane chef calabrese Caterina Ceraudo è tornata di recente a fregiarsi di un prestigioso riconoscimento vincendo a Milano il premio “Miglior Chef Under 35 dell’Anno” ai Food Community Awards, l’iniziativa che punta a far emergere le eccellenze imprenditoriali nel mondo della ristorazione e del food & beverage presenti sul territorio nazionale.

Il premio le è stato assegnato con questa motivazione: “E’ un esempio di imprenditoria al femminile. Alla guida del ristorante di famiglia Dattilo, al centro di un’azienda agricola, ha saputo valorizzare e promuovere la regione Calabria”. A Strongoli (Crotone), Ceraudo conduce infatti la cucina di un ristorante stellato (1 * Michelin) che è il cuore di un’azienda agricola biologica in cui orti, vigneti e uliveti forniscono le materie prime per creazioni gastronomiche semplici e ricche di sapore ispirate al territorio. La chef fa inoltre parte di Cooking Soon, il collettivo costituito insieme ad altri valenti colleghi allo scopo di fare squadra per far diventare la Calabria una tendenza nello scenario nazionale e internazionale del food e per mettere in rete i piccoli produttori di eccellenze gastronomiche.

Caterina ha ritirato il premio nel corso della IIa edizione dei Food Community Awards che, davanti a una platea di 700 persone, ha visto protagoniste 36 figure imprenditoriali di spicco del mondo del food & beverage e della ristorazione particolarmente distintesi nell’ultimo anno. All’evento milanese erano presenti alcuni tra i principali attori della filiera del gusto, fra chef e imprenditori, che con il loro impegno contribuiscono ad incrementare la reputazione della cucina di alto profilo in Italia e all’estero, creando valore per il proprio territorio. Le altre figure femminili sul podio, insieme a Caterina Ceraudo: Cristina Bowerman, alla quale è andato il premio Chef Donna dell’Anno, e Viviana Varese, vincitrice del Premio Diversity, per aver saputo valorizzare nel suo ristorante la diversità in tutte le sue forme, anche in cucina. Fra gli altri premiati: Andrea Berton, Premio Chef Imprenditore dell’Anno; l’azienda Berlucchi, Premio Eccellenza Italiana nel Mondo; Giancarlo Perbellini, Premio all’Internazionalizzazione; Federico Gordini, Premio Best Practice Manifestazioni Enogastronomiche; Alessandro Negrini e Fabio Pisani, Premio per la Diversificazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

9 + 13 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su