Il Presepe Napoletano fra storia cultura e tradizione, in mostra al Quirinale

Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

Natività, presepe napoletano

Natività, presepe napoletano, XVIII sec.

di Redazione FdS

Ricco di una tradizione plurisecolare, il presepe napoletano al 15 dicembre 2017 al 5 gennaio 2018 sarà in mostra a Roma, presso la Palazzina Gregoriana del Quirinale.  L’esposizione, intitolata “Il Presepe Napoletano. Tra storia, cultura, religiosità e tradizione”, è stata inaugurata questa mattina dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella; all’inaugurazione era presente anche il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. La Mostra è curata dall’Associazione Presepistica Napoletana.

VIDEO – INAUGURAZIONE

Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

 

L’esposizione è dedicata al presepe cortese, rappresentazione della nascita di Cristo nata negli ambienti laici, colti e aristocratici, di inizio XVIII secolo. Dalle Chiese l’evento sacro per definizione, oggetto di devozione popolare, entra dunque nelle case dell’aristocrazia dove diviene oggetto di un gusto prevalentemente estetico che raggiunge il periodo di massimo splendore alla metà del ‘700. Le cronache del tempo ci parlano di grandi allestimenti presepiali caratterizzati da un impianto compositivo che, dalla scena principale della nascita di Cristo, si sviluppava poi in paesaggi d’ogni genere e in scene di vita quotidiana riprese dalla realtà di Napoli e di altri luoghi campani. Eventi, mode e tendenze del Regno di Napoli stupivano l’osservatore attraverso l’accuratezza e la finezza dei dettagli, al punto che il presepe napoletano del ‘700 finisce con l’assumere una indiscutibile rilevanza sotto il profilo documentale. Un “archivio tridimensionale” fatto di personaggi e avvenimenti legati alla tradizione e animato da un profondo sentimento religioso del popolo napoletano. I manufatti esposti sono stati realizzati dai membri dell’Associazione Presepistica Napoletana, ente culturale no profit nato nel 2002 e distintosi nel corso degli anni per la qualità artistica e la ricerca storica, promuovendo l’arte presepiale tramite manifestazioni, convegni e mostre, e tenendo corsi di formazione per la costruzione del presepe.
 

Presepe napoletano al Quirinale

Presepe napoletano: scena popolare di mercato - Fonte immagine: Quirinale

Presepe napoletano al Quirinale

Presepe napoletano: scena popolare fra rovine romane - Fonte immagine: Quirinale

Presepe napoletano al Quirinale

Presepe napoletano: scena con chiesa, devoti, osteria e suonatore di liuto - Fonte immagine: Quirinale

Presepe napoletano al Quirinale

Presepe napoletano: scena con processione sacra, venditori di salumi, frutta e verdura, anguria - Fonte immagine: Quirinale

Presepe napoletano al Quirinale

Presepe napoletano: scena popolare con pescatori, acquarellista e popolane - Fonte immagine: Quirinale

Presepe napoletano al Quirinale

Presepe napoletano: angelo con ghirlanda di fiori - Fonte immagine: Quirinale

Presepe napoletano al Quirinale

Presepe napoletano: venditore di agrumi - Fonte immagine: Quirinale

Presepe napoletano al Quirinale

Presepe napoletano: liuteria - Fonte immagine: Quirinale

Presepe napoletano al Quirinale

Presepe napoletano: uomo orientale - Fonte immagine: Quirinale

 
nell’ambito delle iniziative legate alle prossime festività, due Alberi di Natale, che provengono da zone terremotate del centro Italia, sono stati collocati al Palazzo del Quirinale e a Castelporziano e potranno essere ammirati dal pubblico che quotidianamente visita le sedi presidenziali. La Presidenza della Repubblica, infatti, grazie al lavoro di PEFC Italia e di Federforeste, ha ricevuto un Abete rosso dalla Comunanza agraria di Monte Acuto di Acquasanta terme (Ascoli Piceno), destinato all’abbattimento nel rispetto del naturale ritmo di crescita della foresta e, dal Comune di Norcia, una Picea pungens, anch’essa destinata all’abbattimento in quanto adiacente a una abitazione gravemente danneggiata dal sisma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Palazzina Gregoriana del Quirinale, Roma
P.zza del Quirinale
Orario visite: dal 15 dicembre al 20 dicembre 2017: martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica, dalle 10.15 alle 15.15; dal 22 dicembre 2017 al 5 gennaio 2018: 22, 23, 27, 28, 29, 30 dicembre 2017 e 2, 3, 4, 5 gennaio 2018, dalle 10.00 alle 15.00
Giorni di chiusura: 24, 25, 26, 31 dicembre 2017 e 1°, 6, 7 gennaio 2018.
Ingresso gratuito
Occorre prenotarsi con le seguenti modalità: on line sul sito http://palazzo.quirinale.it, tramite Call Center, tel. 06 39.96.75.57, o presso l’Infopoint, salita di Montecavallo 15.

IL LUOGO
Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

 
latuapubblicita2
 

  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
    Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

due + quindici =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su