Idee e progetti per la fotografia. Nella Città dei Sassi il Matera European Photography MEPH

Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

facebook twitter instagram vimeo youtube google+ linkedin

Matera European Photography 2017 (25-26 febbraio 2017)

Matera European Photography 2017 (25-26 febbraio 2017)

di Angela Capurso

La fotografia è linguaggio, iconico e scevro da traduzioni, universale e destinato a competere con il tempo. Non ammette più ignoranza, oggi, né trascuratezza o discontinuità. Nelle antiche società aurali, Gorgia rifletteva sulla natura e le tecniche della parola come veicolo della conoscenza, invitando i suoi interlocutori a coglierne il potere, in quanto il logos, pur con un corpo piccolo e invisibile, sapeva compiere cose straordinarie e più che divine: placare le paure, eliminare il dolore, suscitare la gioia e aumentare la pietà. Analogamente la comunicazione visiva delle società attuali richiede un approccio semiotico che permetta di superare l’immediata e spontanea percezione soggettiva e indirizzi lo sguardo a spingersi verso più compiute capacità interpretative, necessarie a discernere le sensibilità e gli apporti personali qualificati nel diluvio di immagini cui siamo sottoposti, responsabile di alti indici di disorientamento. Se dunque il rapporto parola/fotografia nasce dall’esigenza di raccontare, di farsi “testo”, il lavoro fotografico rivela contatti con il lavoro filologico e può declinarsi all’interno di un ampio spettro che va dalla alfabetizzazione delle tecniche alle più alte potenzialità espressive e sperimentali di ogni linguaggio.

Di cultura fotografica, pertanto, è opportuno parlare tanto quanto di cultura artistica, anche a livello di educazione e formazione all’immagine fotografica e ai suoi risvolti etici. I territori si toccano e spesso s’intrecciano. La fotografia non ha conosciuto stagioni così fiorenti e dinamiche come negli ultimi anni. E all’esigenza sempre più sentita di dialogo e di confronto tra quanti la praticano in modo crescente rispondono le proposte artistico-culturali dei festival fotografici che alimentano circuiti di divulgazione partecipativa, forme di riflessione e di confronto, nascita e scoperta di nuovi talenti. Per restare solo alle regioni limitrofe segnalo a titolo indiziario iniziative di grande portata culturale come il Bitume Photofest di Lecce, il PhEST di Monopoli e il Corigliano Calabro Fotografia, il festival più longevo tra tutti, che ha celebrato lo scorso anno la XIV edizione. Il vuoto in Basilicata si avvia ad essere colmato con il progetto Matera European Photography MEPH, ideato dalla sinergia collettiva dei componenti la direzione artistica, Cosmo Laera e Antonella Pierno, insieme ai direttori tecnici Roberto Linzalone e Antonello Di Gennaro, sostenuta dai membri dell’Associazione di cultura fotografica Materaw.

Nei giorni 25 e 26 febbraio 2017 Matera ospiterà in più sedi del centro storico, l’Anteprima del Progetto con un Forum di proposte e interventi, alla presenza di fotografi, esperti e critici, che, con le loro specifiche competenze nel settore e il contributo di idee e progetti inaugureranno un percorso destinato a sfociare in un grande evento che si propone di far divenire Matera un punto di riferimento della fotografia contemporanea internazionale, dando voce tanto alla comunità ospitante, paradigma dell’intera comunità del meridione d’Italia a seguito della designazione di capitale europea 2019, quanto alle realtà plurime e complesse del nostro tempo. La documentazione fotografica d’archivio sulla città di Matera, insieme alle personali letture che gli scatti dei maestri del Novecento hanno lasciato dei paesaggi, dei volti, delle storie e delle tradizioni, potrebbe rappresentare il lavoro preliminare di conservazione e la dimensione iniziale della conoscenza fotografica del luogo. Alla ricerca fotografica autoriale dei fotografi che hanno aderito al progetto è destinata la prima sessione di lavoro (25/02 ore 9.30- 13.00), mentre la riflessione e la discussione sui percorsi possibili saranno il punto essenziale del dibattito a seguito degli interventi e delle proposte degli iscritti.

Il momento più atteso sarà il dialogo tra gli esperti della ricerca fotografica e le istituzioni: solo attraverso un accordo e una comunione d’intenti le proposte potranno trovare concretezza. Alle istanze progettuali teoriche si prevede una rete di azioni capace di imprimere slancio alla struttura vitale della città e del suo territorio.

Durante le giornate del Forum saranno presenti ospiti e autorità istituzionali:

Avv. Raffaello De Ruggeri – Sindaco di Matera, Dott. Paolo Verri – Direttore Fondazione Matera–Basilicata2019, Dott.ssa Marta Ragozzino – Direttore del Polo Museale Regionale della Basilicata, Arch. Dora Capozza – Responsabile Commissione Cultura Ambiente e Turismo dell’Ordine degli Architetti, Dott.ssa Patrizia Minardi – Dirigente Sistemi culturali e turistici cooperazione internazionale, Cosmo Laera – Fotografo, Antonella Pierno – curatore e Docente Accademia di Belle Arti di Brera, Giovanna Calvenzi – Curatore / Consulente di Donna Moderna, Denis Curti – Curatore – Direttore Artistico della Fondazione Tre Oci di Venezia / Direttore della rivista Il Fotografo, Matteo Luigi Balduzzi – Curatore / Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo / Forma Meravigli, Sergio Camplone – Fotografo, Paola De Pietri – Fotografo, Antonio Di Cecco – Fotografo e responsabile del Progetto Confotografia, Giorgio Barrera – Fotografo e Direttore Artistico Ragusa Foto Festival, Massimo Vitali – Fotografo, Claudio Sabatino – Fotografo, Marco Zanta – Fotografo, Filippo Romano – Fotografo, Andrea Botto – Fotografo, Gianpaolo Arena – Fotografo e direttore della rivista Landscapestories e del Progetto Calamità, Francesco Radino – Fotografo, Massimo Siragusa – Fotografo, Salvatore Picciuto – Responsabile della piattaforma Myphotoportal, Pierangelo Laterza – Fotografo, Giuseppe Goffredo – Scrittore e Editore / Editrice Poiesis, Roberta Fiorito – Curatrice e Responsabile Scuola di Fotografia FProject, Michela Frontino – Ricercatrice visuale e redattrice de Il Fotografo, Sandro Iovine – Direttore responsabile di FPmag, Luca Campigotto – Fotografo, Tiziano Doria – Fotografo, Zacharie Gaudrillot–Roy – Fotografo, Melania Avanzato – Fotografo, Marco Introini – Fotografo e docente al Politecnico di Milano, Fabrizio Bellomo – Curatore, regista, fotografo, scrittore, video–artista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

INFO:

Le due giornate di studio sono aperte al pubblico che potrà partecipare previa iscrizione alla segreteria dell’evento ai seguenti indirizzi:
info@materaeuropeanphotography.org
Facebook, MateraEuropeanPhotography

25 Febbraio 2017
Palazzo Viceconte
Via San Potito, 7 – 75100 Matera, Italia
Ore 9.30

26 Febbraio 2017
Casa Cava
Via San Pietro Barisano, 47 – 75100 Matera, Italia
Ore 9.30

I LUOGHI
Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

CON GLI OCCHI, CON LE MANI Blog
 
latuapubblicita2
 

  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
  • Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  
    Questo contenuto è bloccato perche potrebbe utilizzare cookie per i quali occorre il tuo consenso. Pertanto leggi l'informativa sui cookie nel banner in alto. Se chiudi questo avviso acconsenti all'uso dei cookie.  

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

diciotto + 11 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su