I luoghi del Cinema: l’incantevole tonnara di Scopello in “Ocean’s Twelve” (2004)

tonnara di scopello

Tonnara di Scopello, Castellamare del Golfo (Trapani) – Ph. Patrice78500License

Steven Soderbergh, regista di pellicole celebri come “Sesso, bugie e videotape” o “Erin Brockovich – Forte come la verità”, per il seguito del suo ‘Ocean’s Eleven’ (2001), ossia ‘Ocean’s Twelve’, ha allestito nel 2004 set in mezzo mondo scorazzando con troupe e attori fra Stati Uniti, Paesi Bassi, Francia, Principato di Monaco e Italia; il tutto per raccontare le peripezie di Danny Ocean e della sua squadra di ladri riuniti per tentare tre nuovi colpi, questa volta dislocati in tre città diverse: Roma, Londra ed Amsterdam. Nel nostro paese oltre ad alcune scene girate sul Lago di Como e a Roma, compare una sequenza di immagini suggestive girate in uno degli angoli più belli della Sicilia, la Tonnara di Scopello, a Castellamare del Golfo, in provincia di Trapani. Protagonisti della scena i divi hollywoodiani Brad Pitt e Catherine Zeta-Jones, affiancati nel resto del film da un cast stellare che comprende numerosi altri celebri attori come George Clooney, Matt Damon, Vincent Cassel, Peter Fonda, Albert Finney e Robbie Coltrane, solo per citarne alcuni.

La tonnara di Scopello dove si svolge la scena che vi mostriamo, è una delle più importanti e antiche di tutta la Sicilia; fu edificata e ampliata dalla famiglia Sanclemente nel corso del XV e del XVI secolo, passò quindi alla Compagnia di Gesù e infine alla famiglia Florio, alla quale si deve la sopraelevazione di uno dei corpi di fabbrica del baglio per potervi ricavare nuovi locali destinati all’amministrazione. Sulle rocce sopra la tonnara sono visibili due torri, una del XIII secolo della quale rimangono solo le rovine, e la seconda, del XV secolo, che fu progettata dall’ingegnere fiorentino Camillo Camilliani per volontà di Giovanni Sanclemente. Scopello, contrada abitata già in età ellenistica, romana e islamica, è una frazione del comune di Castellamare del Golfo caratterizzata da un tratto di litorale di incantevole bellezza situato nei pressi della Riserva Naturale Orientata dello Zingaro e adiacente ai “faraglioni di Scopello”, posti proprio di fronte alla tonnara e probabilmente all’origine dello stesso nome della località (in latino ‘scopulus’ e in greco ‘scopelos’ significa scogli).

LA SEQUENZA DEL FILM

A

IL LUOGO

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

quattordici − 12 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su