Cosenza sempre più smart city con il primo Distretto di Cyber Security. Recuperato allo scopo il Palazzo delle Poste Vecchie

csppv1

Calabria – Il palazzo delle Poste Vecchie a Cosenza, ora sede del Distretto tecnologico di Cyber Security

cspv2 csppv3

di Redazione FdS

“La pregevole iniziativa di Poste italiane sul primo Distretto tecnologico di Cyber Security, con il recupero e la rifunzionalizzazione di quel magnifico edificio che si trova in piazza Crispi e che oggi è sede della Polizia Postale, si inserisce perfettamente nella riqualificazione che l’Amministrazione comunale intende attuare anche in quell’area”. Lo dichiara il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto che, com’è noto, martedì ha ricevuto una delegazione di Poste italiane S.p.a. in merito al progetto finanziato dal PON ‘Ricerca e competitività 2007-2013’.

Alle spalle del Municipio, sorge una zona suggestiva fatta di vicoletti, locali caratteristici e, su tutto, il lungofiume che costeggia da una sponda il cineteatro Tieri e dall’altra il teatro Morelli. Nel mezzo, tanti edifici antichi da preservare, fra i quali proprio quello di piazza Crispi che oggi, grazie ai finanziamenti intercettati da Poste italiane, e in partenariato istituzionale con il Comune di Cosenza, riceverà nuova vita. Un restauro da cui nascerà una ‘Teknocity’ all’avanguardia, appunto in uno storico edificio all’interno del quale si svolgeranno però servizi innovativi all’avanguardia.

“Prosegue così – continua Occhiuto – quell’opera di rivitalizzazione del nostro centro antico che per quanto ci riguarda inizia addirittura dal centro-città con un percorso culturale che dal Museo all’aperto Bilotti conduce fino al futuro Museo di Alarico che faremo sorgere alla confluenza dei fiumi. Il palazzo di piazza Crispi, che un tempo ospitava le cosiddette ‘Poste vecchie’, è un gioiello architettonico che adesso potrà essere valorizzato sia dal punto di vista estetico che da quello funzionale. Insieme all’importanza della ristrutturazione, infatti, c’è quella delle ricadute occupazionali che daranno senza dubbio respiro a un’area del passato che viene fortemente calata nel presente anche in termini di produttività”.

In sintesi, l’Amministrazione comunale punta a sostenere quelle attività che si collegano con il progetto di Smart city e che, in special modo, hanno sede nel centro storico (dove fra le altre cose è stata attuata la Zona franca urbana con sgravi fiscali per chi decide di aprire qui un esercizio commerciale).

Gli obiettivi sono: rilanciare i quartieri della zona ‘vecchia’ di Cosenza, crearvi servizi e relativa occupazione favorendo la presenza di giovani competenze e avviarvi, infine, idee innovative quali quelle che verranno ospitate nell’edificio di palazzo Crispi, con uno spazio dedicato al Distretto di Cyber security, laboratori di ricerca e di formazione.

 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

diciannove − 2 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su