Cooking Soon: la rivoluzione parte dal piatto e dal Sud col nuovo format di promozione dell’agroalimentare calabrese

Gli 8 chef del progetto Cooking Soon - Ph. Manuela Laiacona

Gli 8 chef del progetto Cooking Soon – Ph. Manuela Laiacona

di Redazione FdS

La Calabria è una terra in divenire, capace di emozionare e sorprendere con grandi progetti. Grazie a otto giovani talenti dell’alta cucina, la regione adesso può vantare anche un primato. Si tratta di Cooking Soon, il nuovo progetto di comunicazione gastronomica e promozione del territorio che vede in prima linea un team coeso e compatto e dall’età media di 27 anni. Nato dalla voglia di fare squadra per far diventare la Calabria una tendenza nello scenario nazionale e internazionale del food e con l’obiettivo di mettere in rete i piccoli produttori che fanno eccellenza. L’ensemble virtuoso di questi ragazzi è anche una storia di amicizia profonda e di amore per la propria terra. Insieme si faranno esponenti di un fermento creativo in continuo divenire, che vuole definire percorsi mai battuti fino ad ora nella regione, legare le tradizioni, le innovazioni, le produzioni non solo in opere e lectio gastronomiche ma anche in chiave di marketing turistico.

Il format culinario, ideato e coordinato da Giovanni Gagliardi di Vinocalabrese.it e dalla giornalista e videomaker Manuela Laiacona, è stato presentato lo scorso 24 maggio nell’Antica Segheria del centro visite del Cupone del Corpo Forestale dello Stato, alla presenza di centinaia di operatori di settore, giornalisti, opinion leader, ristoratori, associazioni e produttori vitivinicoli accorsi nel cuore del Parco Nazionale della Sila per conoscere la nuova realtà di stakeholder regionale.

I FANTASTICI 8

L’evento ha visto esibirsi il team che ha cucinato per gli ospiti stuzzichini gourmet con i prodotti del territorio: Caterina Ceraudo del Ristorante Dattilo di Strongoli (27 anni); Luca Abbruzzino di Alta Cucina Locale di Catanzaro (26 anni); Antonio Biafora del Biafora Restaurant di San Giovanni in Fiore (29 anni); Gennaro Di Pace di Osteria Porta del Vaglio di Saracena (30 anni); Emanuele Lecce de La Tavernetta di Camigliatello Silano (22 anni); Nino Rossi di Villa Rossi di Santa Cristina d’Aspromonte (34 anni); Emanuele Strigaro del Novezerodue di Crotone (26 anni); Bruno Tassone del San Domenico di Pizzo (25 anni). Otto piatti per raccontare il loro legame con la terra di origine, le materie prime, l’identità della loro cucina territoriale che affonda le radici in una tradizione gastronomia oggi vissuta in chiave moderna ed essenziale, intelligente e accattivante, eroica e propositiva.
 

Cooking Soon: i fantastici 8

Luca Abruzzino - Ph. Manuela Laiacona

Cooking Soon: i fantastici 8

Antonio Biafora - Ph. Manuela Laiacona

Cooking Soon: i fantastici 8

Caterina Ceraudo - Ph. Manuela Laiacona

Cooking Soon: i fantastici 8

Gennaro Di Pace - Ph. Manuela Laiacona

Cooking Soon: i fantastici 8

Emanuele Lecce - Ph. Manuela Laiacona

Cooking Soon: i fantastici 8

Nino Rossi - Ph. Manuela Laiacona

Cooking Soon: i fantastici 8

Emanuele Strigaro - Ph. Manuela Laiacona

Cooking Soon: i fantastici 8

Bruno Tassone - Ph. Manuela Laiacona

Cooking Soon: i fantastici 8

Gli otto chef di Cooking Soon - Ph. Manuela Laiacona

Cooking Soon: i fantastici 8

Il team al completo di Cooking Soon - Ph. Manuela Laiacona

 
STUZZICHINI D’AUTORE

Tartare di gambero rosso, olio al bergamotto, mandorle e passion fruit per Bruno Tassone, Ciabatta, fegato di podolica e cicoria con maionese di inflorescenza di cipollina per Antonio Biafora, Paninello patate e timo, hamburger di suino nero, caciovallo podolico e maionese per Emanuele Lecce, Panino gamberi, insalatina di campo e maionese acida per Caterina Ceraudo, Animella calda con ciliegia sottaceto e stracchino di bufala per Luca Abbruzzino, mentre Nino Rossi ha proposto il Panino “asprocubano” con spalla di maiale sfilacciata, giardiniera, caciocavallo di Ciminà e maionese di sangue di maiale, Gennaro Di Pace un Panino con farina di grano saraceno, farina di canapa “sativa” e uva moscatello con tartare di manzo, salsa emulsionata al Moscato di Saracena, ed Emanuele Strigaro il Panino ai cinque cereali e semi di girasole, salame di tonno affumicato, maionese alla sua bottarga e pomodorini semicanditi.
 

Cooking Soon: la rivoluzione parte dal piatto e dal Sud col  nuovo format di promozione dell'agroalimentare calabrese

Bruno Tassone - Tartare di gambero rosso, olio al bergamotto, mandorle e passion fruit

Cooking Soon: la rivoluzione parte dal piatto e dal Sud col  nuovo format di promozione dell'agroalimentare calabrese

Antonio Biafora - Ciabatta, fegato di podolica e cicoria con maionese di inflorescenza di cipollina

Cooking Soon: la rivoluzione parte dal piatto e dal Sud col  nuovo format di promozione dell'agroalimentare calabrese

Emanuele Lecce - Paninello patate e timo, hamburger di suino nero, caciovallo podolico e maionese

Cooking Soon: la rivoluzione parte dal piatto e dal Sud col  nuovo format di promozione dell'agroalimentare calabrese

Caterina Ceraudo - Panino gamberi, insalatina di campo e maionese acida

Cooking Soon: la rivoluzione parte dal piatto e dal Sud col  nuovo format di promozione dell'agroalimentare calabrese

Luca Abruzzino - Animella calda con ciliegia sottaceto e stracchino di bufala

Cooking Soon: la rivoluzione parte dal piatto e dal Sud col  nuovo format di promozione dell'agroalimentare calabrese

Nino Rossi - Panino “asprocubano” con spalla di maiale sfilacciata, giardiniera, caciocavallo di Ciminà e maionese di sangue di maiale

Cooking Soon: la rivoluzione parte dal piatto e dal Sud col  nuovo format di promozione dell'agroalimentare calabrese

Gennaro Di Pace - Panino con farina di grano saraceno, farina di canapa “sativa” e uva moscatello con tartare di manzo, salsa emulsionata al Moscato di Saracena

Cooking Soon: la rivoluzione parte dal piatto e dal Sud col  nuovo format di promozione dell'agroalimentare calabrese

Emanuele Strigaro - Panino ai cinque cereali e semi di girasole, salame di tonno affumicato, maionese alla sua bottarga e pomodorini semicanditi

 
Ad avere sposato il mood Cooking Soon ben 29 produttori vinicoli calabresi che hanno partecipato, come co-protagonisti alla serata, portando le magnum: ’A Vita, Baroni Capoano, Barone Macrì, Cantine Viola, Caparra & Siciliani, Casa Comerci, Casa Vinicola Gialdino, Cataldo Calabretta, Ceraudo, Colacino Wines, Dell’Aquila, Donnici 99, Du Cropio Wines, Giuseppe Calabrese, iGreco, Ippolito 1845, L’Acino, La Peschiera, La Pizzuta del Principe, Lento, Librandi, Malena, Masseria Falvo, Salvatore Caparra Vini, Serracavallo, Spiriti Ebbri, Tenuta Terre Nobili, Tenute Ferrocinto, Terre del Gufo. Ad aprire la serata un “accoglienza” tutta territoriale con i salumi ed i formaggi de ‘A Chianca, Fattoria Biò, Formaggi Sant’Anna ed il pane del Forno Orlando.

La presentazione in Sila è stata il primo passo di un nuovo dialogo con i territori, i produttori, le associazioni, la stampa generalista e di settore e le istituzioni con i quali, da subito, la squadra di Cooking Soon vorrà ragionare insieme per costruire strade nuove per raccontare al mondo la forza prorompente della Calabria agroalimentare, con le sue identità, i suoi presidi di gusto, l’areale di origine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

19 − 16 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su